Home » Salita » Salita Autostoriche » Le voci dei protagonisti della Cronoscalata dello Spino

Le voci dei protagonisti della Cronoscalata dello Spino

Le impressioni di alcuni piloti alla fine del sesto round di Campionato Italiano Velocità Salita Autostoriche.

La Cronoscalata dello Spio si è rivelata una gara ricca di agonismo ed appasionanti sfide tra i protagonisti del Campionato Italiano Velocità Salita Autostoriche, ma anche tra i tanti piloti che no hanno voluto perdere l’appuntamento sul divertente tracciato valtiberino.

Stefano Peroni “Una garnde gioia e soddisfazione avere vinto la terza gara della stagione. Il feeling con l’Osella PA 8 è pieno ed emerge semre più. Naturalmente è una vettura che conosco bene e dalla quale posso trarre il massimo potenziale. Avere dei riferimenti aiuta senz’altro, soprattutto contro avversari temibili e con vetture spesso più moderne e potenti”.

Piero Lottini “I punti tricolori son preziosi ed importanti, anche se non è stato un week end esaltante, piichè pensavo di poter fare di più”

Giuliano Peroni “La Martini è una monoposto nata per l’Europeo salita del 1980, quindi un’auto già sviluppata per le salite. L’esperienza maturata nelle corse sin dal 1983 certamente aiuta nella messa a punto della macchina, che dal canto suo si adegia bene ad ogni tracciato, per cui i tempi finora sono arrivati”

Ennio Bragagni Capaccini “Ho ottenuo buoni tempi in prova e poi anche in gara 1 dove ho vinto il 4° Raggruppamnto. Poi purtroppo il cedimanto di un semasse mi ha costretto alla resa. Le corse sono così, peccato perchè tengo molto a questa gara di cui condivido appieno ogni aspetto”

Tiberio Nocentini “Finalmente abbiamo risolto i problemi lettrici che ci hanno afflitto nelle ultie gare. Abbiamo lavorato tutta la notte e ringrazio il mio preparatore che mi ha permesso di gareggiare nuovamente con la Chevrn al top. Spero di recuperare in fretta il terreno perduto in campionato”

Alessandro Rinolfi “Ottima gara oggi, peccato nella seconda salita ho un pò peggiorato, forse un mio errore nel secondo settore, Purtroppo da un paio di gare la mia Austin Mini Cooper ha il motoe non al massimo della forma, perc cui entrerò oggi stesso in officina per prepararci al prossimo appuntamento”

Claudio Conti “La TVR Griffith è una vettura rara, in Italia ce ne son due esemplari. Ha un potenziale alto ed il motore da 4.7 cc è generoso di cavalli, ho perso un pò in gara 2 per una noia alla frizione”

Idelbrando Motti “Un traccaito bello e divertente anche se nasconde alcune insidie. La mia Porsche Carrera si è espressa al massimo ed ho potuto correre due salite in serenità pensando alla prestazione ed a respingere gli attacchi della concorrenza sempre in agguato”

Michele Fattorini “Ho provati alcune nuove soluzioni ma ho patito noie elettriche. Domani l’Osella FA 30 Zytek torna dal costruttore per essere rivisitata in vista dell’appuntamento di Ascoli il prossimo week end”

Diego Degasperi “Macchina fantastica l’Osella FA 30, da cnoscere a fondo. Sono contento del tempo e della posizione come prima volta”

Franco Manzoni “Ho voluto provare la configurazione E2SC della mia Osella PA 21 EVO, ma abitualmente uso la configurazione CN e proprio con quest’ultima sarò a via della Coppa Paolino Teodori il prossimo fine settimana”

Giovanni Regis “Ho voluto provare la Peugeot 106 Rallye in versione gruppo E1, per preparare l’esordio in CIVM tra una settimana, direi che l’esordio è stato positivo con la vittoria di gruppo”

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Manlio Munafo (Aspas Lucchini SN89 - 4)

RINNOVATO IL CONSIGLIO DIRETTIVO ASPAS

Con una votazione che ha registrato la partecipazione di tutti i Soci, sono state rinnovate ...