F1

Leclerc contro tutti: il grande ritorno della Formula 1 e del pubblico a Imola

Il GP del Made in Italy e dell’Emilia Romagna monopolizzerà la scena fino a domenica e attende la spettacolare sfida lanciata dalle rivali alla Ferrari, al momento dominatrice in entrambe le classifiche iridate. Già 120mila i biglietti venduti per la prima tappa stagionale in Europa, la quarta delle 22 previste. Qualifiche in agenda già venerdì e “sprint race” di 21 giri al sabato


E’ altissima l’attesa per il Gran Premio del Made in Italy e dell’Emilia Romagna 2022. Da venerdì a domenica il grande ritorno della Formula 1 e del pubblico a Imola monopolizzerà la scena motoristica e sportiva internazionale con risvolti promozionali per l’intera filiera nazionale e l’unicità di un distretto come la “Motor Valley” emiliano-romagnola. Grazie all’impegno confermato fino al 2025 e tradotto in realtà dall’accordo tra i ministeri degli Esteri e delle Infrastrutture e mobilità sostenibili, Ice, Regione Emilia-Romagna, Comune di Imola e Con.Ami, Automobile Club d’Italia e Liberty Media, al quale si aggiunge l’impulso dello straordinario avvio di stagione della Scuderia Ferrari, l’evento che riporta la F1 nel luogo più distintivo ha già registrato oltre 120mila biglietti venduti. Ancora disponibili gli ingressi per alcuni settori sul circuito tiketone.

Nel calendario del Campionato del Mondo, Imola è la quarta delle 22 prove in programma, una tappa speciale anche per essere la prima quest’anno in Europa e la prima che disputa le qualifiche al venerdì e la “sprint race” al sabato, ovvero la gara da 21 giri anteprima di lusso per decidere la griglia di partenza del Gran Premio al via domenica alle 15.00. Sarà il terzo Gran Premio di Formula 1 che l’autodromo internazionale Enzo e Dino Ferrari ospita in soli 18 mesi. E non solo sui 4909 metri di uno dei circuiti più ricchi di storia e amati dai piloti: dopo due edizioni a porte chiuse, tornerà a battere il “cuore” delle tribune di Imola, quello del pubblico di appassionati che non vedono l’ora di ammirare lo spettacolo in pista, le monoposto più veloci al mondo e i piloti che si sfidano prima sul giro più veloce e poi nei duelli in corsa.

Le migliaia di presenze attese saranno lo spettacolo nello spettacolo di un Gran Premio al quale la Ferrari arriva da leader sia nella classifica costruttori sia in quella piloti con Charles Leclerc. Il pilota monegasco vanta già due vittorie in stagione e approda all’appuntamento di casa per il Cavallino dopo il successo al GP d’Australia e al comando con 71 punti, quasi il doppio rispetto al britannico George Russell, che nella prima annata in Mercedes ha finora raccolto 37 punti e il suo primo podio (3°) a Melbourne. Carlos Sainz, l’altro ferrarista in gara, segue a 33 punti e promette riscatto dopo il ritiro che già nelle prime fasi lo ha escluso proprio dall’ultima gara.

Oltre alla Mercedes, che al momento piazza pure il 7 volte iridato Lewis Hamilton (28 punti) al quinto posto in classifica, alla vigilia anche la Red Bull rilancia il guanto della sfida alla Casa di Maranello: il campione del mondo in carica e vincitore a Imola lo scorso anno Max Verstappen (25 punti) occupa la sesta posizione alla luce della sola vittoria ottenuta in Arabia Saudita. Per l’olandese, infatti, in Bahrain e Australia sono arrivati due pesanti ritiri, mentre il compagno di squadra Sergio Perez è riuscito a risalire quarto a quota 30 punti grazie al secondo posto di Melbourne dietro a Leclerc.


Il GP del Made in Italy e dell’Emilia Romagna sarà quindi la gara di casa per la scuderia AlphaTauri, l’erede della Minardi che ha sede a Faenza e che proprio per l’appuntamento casalingo porterà alcuni aggiornamenti sulle monoposto a disposizione di Pierre Gasly e Yuki Tsunoda. Un altro vessillo tricolore, oltre a quello della Pirelli che fornisce gli pneumatici all’intero circus, è il marchio Alfa Romeo, presente in Formula 1 con il team Sauber e i motori Ferrari. Con Valtteri Bottas e Guanyu Zhou al volante, la squadra occupa al momento la sesta posizione nel Mondiale Costruttori, preceduta al quarto posto dalla McLaren-Mercedes di Lando Norris (3° nel 2021 a Imola) e Daniel Ricciardo e dalla Alpine-Renault, quinta con Esteban Ocon e il due volte iridato Fernando Alonso.

Lo spagnolo torna davanti al pubblico di Imola da ex ferrarista e protagonista degli epici duelli con Michael Schumacher nelle edizioni 2005 e 2006 del Gran Premio in riva al Santerno, dove ritorna anche il figlio proprio del 7 volte campione del mondo tedesco, Mick Schumacher, impegnato a difendere i colori della Haas-Ferrari al fianco di Kevin Magnussen. Altro ex ferrarista in gara è Sebastian Vettel, che insieme al compagno di squadra Lance Stroll cercherà di portare i primi punti della stagione in casa Aston Martin, ultima in classifica alle spalle della Williams di Alexander Albon e Nicholas Latifi.

Articoli correlati

Back to top button