CRONOSCALATE

L’EUGUBINO ERIK NICCHI FRA LE STORICHE TIENE ALTO IL NOME DELLA SPEED MOTOR NELLA CRONOSCALATA “ALPE DEL NEVEGAL” A BELLUNO.

INCIDENTE ALLA LOLA DI ADOLFO BOTTURA, PROBLEMI MECCANICI PER QUELLA DI MICHELE FATTORINI


GUBBIO – Non è stata di certo un’edizione fortunata, la 40esima della cronoscalata automobilistica “Alpe del Nevegal” a Belluno, per la scuderia “Speed Motor” di Gubbio. A parte il fatto che la pioggia caduta nella seconda salita ha finito con il penalizzare i gruppi più competitivi (E2B ed E2M) proprio nel momento in cui era il loro turno, c’è da registrare l’incidente alla Lola B99/50 del trentino Adolfo Bottura, attuale leader del campionato italiano di velocità in montagna. Per fortuna, nessuna conseguenza per lui e tanti rimpianti dopo l’ottimo secondo posto assoluto nelle prove ufficiali del sabato dietro l’Osella Fa 3000 di Denny Zardo. Adesso, Bottura tornerà a concentrarsi per il rush finale del tricolore, con appuntamento per il 23 e il 24 agosto in terra eugubina, quando si svolgerà la 49esima edizione del trofeo “Luigi Fagioli”.

Problemi meccanici hanno messo fuori gioco anche l’umbro Michele Fattorini, che era salito fino in Veneto per tornare al volante della sua Lola B02/50 in attesa di esordire con la nuova Picchio. Se non avverrà domenica 10 agosto alle Svolte di Popoli, in Abruzzo, la tanto attesa “prima volta” con la vettura di patron Di Pietrantonio sarà in occasione della salita di Gubbio.

E a proposito di eugubini, l’unico sorriso dal Nevegal è quello di Erik Nicchi fra le auto storiche con la sua inseparabile Alfa Romeo Giulia, che a suo tempo ha fatto epoca. Nicchi si è aggiudicato la classe T1300 nel II Raggruppamento, periodo G2+H1 con il tempo complessivo di 8’34”81, precedendo di oltre 20” la Fiat 128 Coupè di Salvatore Fazio Tirrozzo e di oltre 48” l’altra 128 Coupè di Paolo Gonella.

E adesso, tutti a Gubbio per il trofeo “Luigi Fagioli”: la Speed Motor giocherà in casa e Tiziano Brunetti ha intenzione di ben figurare con il suo nutrito schieramento di piloti.



Articoli correlati

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker