Home » Salita » LIGATO MATADOR A MORANO

LIGATO MATADOR A MORANO

Doppio trionfo di manche, proprio record sfiorato ed ottavo posto assoluto per il Campione Italiano in carica del team CST Sport, che estende a quattro successi in sequenza il suo trend di stagione. Dallo start tricolore del Reventino, il podio più alto della classe Cn è un suo copyright.

La crono è di quelle segnate nel suo Menu’Preferiti, veloce e da pelo sullo stomaco qual è. Sulla splendida strada fra Morano e Campotenese c’erano però degli stimoli speciali aggiuntivi, per attraversare gli scacchi prima dei rivali. Che andavano oltre il solo consolidamento di una classifica, già alla vigilia dal segno decisamente +. La presenza insolita e discreta di mamma Francesca, comandante in capo della truppa Ligato, vigile nell’osservare le gesta del pilota di casa. Rivendicare il proprio valore assoluto in seno alla classe, lucidare a cristallo un’altra Coppa vinta nella propria regione dopo il successo del Reventino e fare il paio con la vittoria dell’anno scorso. E se possibile ritoccare il proprio timing da record proprio del 2016, quel 2.57.9 rimasto però ancora storia per averlo mancato di soli due decimi in Gara-2. Dalla prima bandiera verde di inizio Civm, sventolata a fine aprile con l’apertura tricolore 150 km più in giù sullo stesso Appennino calabro, la trama di classe Cn anno solare 2017, ha avuto un solo protagonista assoluto, immatricolato all’anagrafe reggina quasi un quarto di secolo fa. Luca Ligato da Catona, griffato CST SPORT, ha sistemato un’altra coppa con l’ombra più lunga nella sua collezione privata, che inizia ad essere felicemente nutrita. Il suo feeling col Team Faggioli non conosce cali di coppia, prezioso com’è nel sovvertire al volo anche situazioni di gara in cui il setting della macchina, può essere perfettibile di manche in manche. Nella prima salita infatti, il gap del più prossimo degli inseguitori restava sotto il secondo. La prestazione  di massima quindi c’era, ma la finestra performance poteva essere ampliata. Gli interventi sull’assetto concertati con i tecnici Massimo Gai e Sergio Ruggeri, hanno dato quel quid in più nel secondo stint di gara, quando Luca staccava la carta d’imbarco e fendeva la linea del Finish 1,8 secondi prima dei rivali.

L’ennesimo uno-due di giornata, confezionava così la quarta vittoria in sequenza per il talento Made in Rio de Calabria. L’acuto di gara-2 ha in sé ancora più valore, se pensiamo che è stato ottenuto a pomeriggio ormai inoltrato, quindi senza la finestra termica ottimale per le coperture Pirelli, sempre efficaci ma ancora più redditizie con un gradiente termico del bitume superiore. Smile anche per il contributo dato alla vittoria fra i team centrata a Morano dalla scuderia CST Sport, capitanata dal presidente Luca Costantino.

Sebbene dopo quattro appuntamenti la classe delle Sport due litri limitate stia riconoscendo in Luca Ligato il suo protagonista assoluto, la storia delle corse insegna che la banda tricolore diagonale di inizio autunno, la si indossa solo con un perfetto compendio di aggressività e calcolo. E di fortuna. Zoom quindi puntato già ad Ascoli, per un’altra battaglia totale nell’arena delle classe Cn.

 

Francesco Romeo

Addetto stampa

Team Ligato

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

TONINO ESPOSITO: GRAZIE A CHI CI HA VOTATO

Il patron dell’AutoSport Sorrento tributa team ed organizzatori che hanno premiato la sua quotata lista ...