SMART E-CUP

Liuzzi regala a Barbuscia la prima vittoria, Azzoli vince e resta in testa con SpecialCar

La smart e-cup ha regalato tonnellate di spettacolo per la prima volta di una gara elettrica a Imola.


Sul tracciato di Imola la smart e-cup ha scritto un nuovo capitolo della storia del motorsport elettrico, diventando la prima categoria 100% green a disputare una gara sull’iconico circuito bolognese. Riccardo Azzoli ha iscritto per primo il proprio nome e quello di Special Car Cagliari sullo speciale albo d’oro dei vincitori, conquistando Gara 1 in un sensazionale arrivo in fotofinish con l’AutoCentauro di Gabriele Torelli. Gara 2 è invece andata a Vitantonio Liuzzi, che ha così regalato a Barbuscia il primo successo nella smart e-cup. Buona la progressione di Jakidale, al debutto assoluto nel motorsport sulla smart e-cup di SportMediaset. Il noto youtuber è costantemente migliorato sessione dopo sessione, andando a punti in entrambe le gare e provando anche l’ebrezza dalla partenza dalla pole position.

GARA 1
Scattato dalla sesta piazza di una qualifica tiratissima con i primi sette piloti in appena mezzo secondo, Azzoli è stato abile a rimontare e farsi largo nell’infuocata lotta per la vittoria, che ha visto alternarsi al comando diversi piloti. Il pilota di Special Car ha conquistato il secondo successo stagionale, unico pilota a vincere più di una gara nel 2021, chiudendo tutti i varchi ai furiosi attacchi di Gabriele Torelli. Il vincitore di Vallelunga ha provato il tutto per tutto con uno spettacolare arrivo al fotofinish, dove però l’AutoCentauro è transitata con appena 27 millesimi di ritardo.

Terzo posto per la Rstar di Giuseppe De Pasquale, leader nelle primissime fasi, che ha tratto vantaggio delle penalizzazioni di Luigi Ferrara, che con L’auto. aveva chiuso al terzo posto, e Francesco Savoia, CityCar Bari, quarto. Dopo l’intervento della direzione gara, i due sono stati classificati al quinto e sesto posto rispettivamente. Della penalità dei rivali ha approfittato anche Fulvio Ferri, che porta la sua Merbag così al quarto posto.

Vincitore del Trofeo Challenger, Tomas Calvagni ha chiuso settimo al volante della Comer Sud, precedendo di un soffio la Venus di Piergiorgio Capra, la Mercedes-Benz Roma di Vittorio Ghirelli e la Trivellato Racing di Mattia Carlotto, che si è così imposto tra gli Junior.


GARA 2
Come ormai da tradizione l’inversione totale della griglia ha portato tonnellate di spettacolo e colpi di scena, ma sopratutto ha visto Vitantonio Liuzzi regalare a Barbuscia il primo successo nella smart e-cup. L’ex pilota di F1 ha disputato una gara tutta all’attacco guadagnando ben 8 posizioni e tenendosi alle spalle un indomito Ghirelli, secondo con la sua Mercedes-Benz Roma. Le prime fasi di gara, però, sono state tutte ad appannaggio di Alberto Naska, capace di portasi in testa alla prima curva e poi di tenere la leadership per metà gara. Il pilota di Merbag Milano ha chiuso poi al terzo posto, conquistando il suo primo podio assoluto e la vittoria nel Challenger Trophy, davanti al compagno di squadra Fulvio Ferri, quarto e autore della miglior rimonta del weekend, con ben 15 posizioni guadagnate.

Quinto posto per la Crema Diesel di un solido Michele Spoldi, mentre sesta è la Rstar di De Pasquale che ha preceduto la e-Gino di Carboni. Ottava dopo un avvio…movimentato l’Autocentauro di Torelli, davanti alla Bonera Groupdi Mosconi, seconda nel Trofeo Challenger, e Savoia, sfortunatissimo. Il pilota della CityCar era in lotta per il podio fino all’ultimo giro, quando un problema lo ha rallentato fino ai margini della Top10.

Vincitore della classifica Junior e terzo in quella Challenger è Filippo Bencivenni, altro pilota che può recriminare qualcosa. Il pilota di StarEmilia è stato autore della gara perfetta, quarto fino a due curve dal termine quando un vuoto di potenza lo ha costretto all’undicesimo posto finale. Vincitore in Gara 1, Carlotto ha conquistato il secondo posto nel Trofeo Junior, dopo esser stato splendido protagonista delle prime fasi di gara e aver battagliato con Liuzzi per una posizone sul podio. Riccardo Longo si è invece assicurato il terzo posto tra i giovanissimi della smart e-cup in entrambe le gare.

Il CAMPIONATO
Dopo tre round e con altrettanti da disputare, di cui l’ultimo con punteggi raddoppiati, Riccardo Azzoli mantiene saldamente la classifica di campionato su Gabriele Torelli, staccato di appena 11 punti e Vittorio Ghirelli, terzo a meno 16. Guai però a sottovalutare Francesco Savoia, che il gioco degli scarti porta in terza posizione, Ferri e De Pasquale, in ascesa dopo un inizio di stagione difficile.

La classifica Challenger vede in testa Calvagni, che a Imola ha allungato sui diretti rivali Mosconi e Bencivenni, tutti comunque racchiusi in appena 14 punti.


Il pilota di StarEmilia e Penske Italia è invece saldamente in testa nella classifica Junior,  dove ha un margine di sicurezza su Carlotto e Longo.

La smart e-cup torna in pista dopo la pausa estiva, con il round di Varano in programma e il 11 e 12 settembre.

Articoli correlati

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker