PORSCHE CLUB GT

Lo show del Mugello incorona i primi leader del Porsche Club GT 2022

Partenza da batticuore per il monomarca delle 911, Cayman e Boxster, la cui terza edizione si è aperta in Toscana con gli acuti di Locanto in DSW 991 Cup e Rigo in Sparco 997 Cup nelle categorie “racing”, mentre fra le stradali si impongono Aldo Grossi (Goodyear GT3 RS), l’esordiente Franceschi (Tubi Style GT3) e Formato (Panta GT4). Secondo, speciale round al Porsche Experience Center Franciacorta il 28-29 maggio con un programma esclusivo


Al Mugello si è aperto con sfide al limite sul filo anche dei millesimi il Porsche Club GT 2022. Il monomarca delle Porsche stradali e da corsa che duellano a colpi di giri veloci ha inaugurato la terza stagione nel weekend del Gruppo Peroni Race, trasmesso anche in diretta su Ms Motor Tv, e ha dato spettacolo in tutte le tre gare in programma, incerte fino all’ultimo giro. Sul circuito toscano, lo show della serie nazionale riconosciuta Aci Sport e promossa dal Porsche Club Umbria ha decretato fra i 40 piloti iscritti i primi vincitori della stagione nelle cinque categorie che suddividono per prestazioni ogni tipologia di Porsche in gara. Fra le auto “racing” incoronati il driver siciliano Diego Locanto nella DSW 991 Cup e il milanese Martino Rigo nella Sparco 997 Cup. Nelle classi stradali primo successo nel Porsche Club GT e nella Goodyear GT3 RS per Aldo Grossi, altro milanese, mentre è poi doppietta bolognese con il rookie Alfredo Franceschi primo classificato della Tubi Style GT3 e Vincenzo Formato della Panta GT4.

“E’ stato un fine settimana all’insegna delle sfide e del rispetto in pista, ma anche dell’amicizia e soprattutto del divertimento per tutti – ha spiegato Locanto, presente anche in veste di presidente del Porsche Club Umbria -. Abbiamo iniziato il 2022 nel migliore dei modi con duelli mozzafiato e già 40 piloti. Prevediamo ora un nuovo record per la seconda tappa del 29 maggio che per la prima volta ci vedrà protagonisti nella location ideale del Porsche Experience Center Franciacorta con un programma esclusivo.”

In pista lo stesso Locanto si è imposto nelle tre gare della DSW 991 Cup. Suo anche il giro più veloce, che vale un punto aggiuntivo, segnato in gara 1 con il crono di 1’53”488. Il già campione della Goodyear GT3 RS 2021 ha così iniziato al meglio la rincorsa al titolo nella categoria riservata alle 911 GT3 Cup protagoniste nelle varie Carrera Cup. Secondo sul podio della pista di casa ha fatto festa anche il toscano Daniele Polverini, a mezzo secondo dal vincitore nei turni decisivi. Dietro al pilota valdarnese si è accesa la bagarre per il terzo posto, con il veronese Davide Scannicchio e il fiorentino Paolo Venerosi a insidiare Pablo Biolghini. Nel finale il driver bergamasco ha conservato il terzo posto nel weekend che lo vedeva in gara-test con la nuova “992 GT3 Cup” in vista della stagione in Carrera Cup Italia.

Apoteosi dell’equilibrio nella Sparco 997 Cup, dove il milanese Martino Rigo ha sorpreso il trentino e campione in carica Emiliano Formaini, superandolo nella somma tempi per appena 18 millesimi! Rigo era in gara su una recente Porsche Cayman GT4 Clubsport, quest’anno inserita nella categoria con un bonus di 1 secondo rispetto alle “Cup” più datate. Da batticuore il duello fra i due: Rigo ha costruito il successo in gara 1, con Formaini che ha cercato il sorpasso in gara 2 e poi gara 3, quando ha ottenuto il giro più veloce in 1’57”581. Al termine di altrettanti accesi duelli, il milanese Francesco Guidi si è classificato terzo sul podio davanti all’altoatesino Armin Hafner e allo svizzero Walo Bertschinger.


Fra le Porsche stradali, le nuove “992 GT3” hanno monopolizzato i primi 4 posti della Goodyear GT3 RS con distacchi molto ridotti fra il poker di protagonisti. Grazie ai successi messi a segno in gara 2 e all’ultimo tentativo in gara 3, Aldo Grossi si è imposto per soli 3 decimi sull’altro milanese Andrea Giorgi, raggiunti sul podio dal bergamasco Alessio Valessina, autore del giro più veloce in gara 1 in 1’59”712. Quarto è il lodigiano Vincenzo Panuccio, mentre sulle 911 GT3 RS la top-5 è completata dal driver barese Giuseppe D’Agosto seguito da due new-entry del Porsche Club GT: il toscano Alessio Gaggioli e il genovese Edoardo Della Rocca, all’esordio assoluto in gara.

La Tubi Style GT3 decide il vincitore con un margine di appena 92 millesimi: anche grazie al balance of performance dei tempi, l’esordiente 29enne bolognese Alfredo Franceschi con la “991 GT3 3.8” beffa sul filo di lana il pilota toscano e campione in carica Davide Zumpano, autore del giro più veloce in gara 2 in 2’04”377 con la versione 4.0. Prezioso terzo posto per il brianzolo Enrico Di Leo. In gara con una “997” GT3 RS”, il pilota brianzolo ha preceduto il fiorentino padrone di casa e new-entry di belle speranze Tommaso Andorlini e il pugliese di Molfetta Francesco Cantatore.

Con rimonta iniziata in gara 1 e gara 3, tra le Cayman della Panta GT4 centra il successo il bolognese Vincenzo Formato, autore anche del giro più veloce in gara 3 con il tempo di 2’08”123. Il già vicecampione della categoria ha preceduto un temibile rivale come il bergamasco Enrico Zanchi, vincitore dell’insidiosa gara 1 iniziata con asfalto ancora umido dopo la pioggia caduta nella notte. Terzo sul podio il marchigiano di Civitanova Devid Vesprini con la “997 S” inserita nella categoria.

Articoli correlati

Back to top button