Home » Kart » Lonato ha proposto nuovi protagonisti nel Campionato Italiano ACI Karting

Lonato ha proposto nuovi protagonisti nel Campionato Italiano ACI Karting

Nuovi nomi al vertice della KZ2 con il ritorno vincente di Celenta e il debutto positivo di Cunati con il nuovo team. Nella Mini vincono Irfan e Antonelli, nella OKJ Zanfari e Pino, nella Rok Junior Morgatto e Cecchi, nella Rok Senior Delli Guanti e Gaglianò, nella Rotax doppiette di Vuano nella Senior e Galvanin nella Junior.

Al South Garda Karting di Lonato sono saliti alla ribalta nuovi protagonisti nel Campionato Italiano ACI Karting, in particolare in KZ2, dove in Gara-1 è tornato alla vittoria Francesco Celenta su Praga-Tm, il Campione Italiano del 2016 che ora si ripropone in lotta per il titolo del 2018, ma anche volti nuovi come Simone Cunati su CRG-Tm che al debutto con il nuovo Team Modena Kart ha subito centrato la vittoria in Gara-2.

Il quarto appuntamento del Campionato Italiano, che a Lonato ha visto al via un totale di ben 210 piloti, ha proposto quindi diversi nomi nuovi sul doppio podio della KZ2 rispetto alle prime prove della stagione, dove era stato soprattutto Giacomo Pollini su Formula K-Tm a proporsi maggiore protagonista. In KZ2, con 60 piloti, Pollini sul circuito di casa non è riuscito invece a esprimersi come avrebbe voluto, raccogliendo solamente un sesto e quinto posto nelle due Finali. Il podio di Gara-1 con Celenta vincitore è stato completato dal secondo posto del tedesco Maximilian Paul con DR-Modena, e da Filippo Berto, altro pilota di Modena Kart con CRG-Tm, con il terzo posto. Sul primo gradino del podio di Gara-2 è salito Cunati che ha terminato così in maniera positiva il suo primo weekend con la nuova squadra, mentre in seconda posizione si è inserito Mirko Torsellini su KR-Iame. Celenta è andato ancora a podio con il terzo posto confermando la sua rinnovata competitività. Chi sembrava in grado di lottare per la vittoria inizialmente era stato Andrea Dalè su CRG-Tm dopo il suo miglior tempo in prova, in Gara-1 invece il pilota bresciano è incappato in una penalizzazione in Gara-1 per un incidente su Davide Forè (BirelArt-Tm), mentre in gara-2 non è riuscito a far meglio dell’ottava posizione.

La 60 Mini con 81 piloti ha proposto ancora una volta la competitività del giovane russo Coskun Irfan su Parolin-Tm, vincitore della prima finale al termine di una bella battaglia davanti al polacco Karol Pasiewicz (Energy-Tm) e al norvegese Martinius Stenshorne (Parolin-Tm), con il belga Ean Eyckmans (Parolin-Tm) quarto e il rumeno Alex Iancu (Maranello-Tm) in quinta posizione dopo che quest’ultimo era andato in testa alla gara. In Gara-2 è stato invece Andrea Kimi Antonelli (Energy-Tm) a prendere il sopravvento e a vincere la seconda finale davanti al compagno di team, il serbo Andrej Petrovic, con Pasiewicz terzo. In quarta e quinta posizione si sono piazzati ancora Eyckmans e Stenshorne.

La OK-Junior in Gara-1 ha visto il primo successo del pilota marocchino Suleiman Zanfari, su Tony Kart-Vortex, davanti al cileno Nicolas Pino (Tony Kart-Iame) e a Tommaso Chiappini (Formula K-Tm). Nella seconda finale la vittoria è andata invece a Pino davanti a Zanfari, mentre in terza posizione si è piazzata Selina Prantl (Exprit-Tm).

Ottima partecipazione anche in questa prova per le due categorie della Rok Cup. La Junior si è presentata con 33 piloti, ed a vincere la prima finale è stato il brasiliano Matheus Morgatto su Parolin-Vortex, davanti a Paolo Ferrari (Parolin-Vortex) e Raffaele Gulizia (Tony Kart-Vortex). Nella seconda finale si è imposto invece Federico Cecchi su Ugo Ugochukwu e Luca Bosco, tutti e tre su Tony Kart-Vortex.

Nella Senior Rok, con 19 piloti, la vittoria è andata a Pietro Delli Guanti (Exprit-Vortex) sui due polacchi Kacper Szczurek e Maciej Szyszko, ambedue su Kosmic-Vortex. In Gara-2 si è imposto Giuseppe Gaglianò su Energy-Vortex, che in gara-1 si era piazzato settimo. Szczurek e Delli Guanti hanno completato il podio rispettivamente con il secondo e terzo posto.

Nelle due categorie della Rotax, la vittoria nella Senior è stata conquistata in tutte e due le finali da Davide Vuano (Praga-Rotax). Nella prima finale la seconda posizione è andata a Patrick Marchetto (Praga-Rotax) davanti a Giacomo Parisotto (Exprit-Rotax), nella seconda finale è stato invece Parisotto a piazzarsi secondo davanti a Marchetto. Nella Rotax Junior podio fotocopia per tutte e due le finali, con Elia Galvanin (Exprit-Rotax) in prima posizione davanti a Cristian Babbolin (Tony Kart-Rotax) e a Emma Segattini (Intrepid-Rotax).

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

*

x

Check Also

SOGNO IRIDATO PER DELLI GUANTI NEL CIK FIA WORLD CHAMPIONSHIP

Fresco reduce dalla conquista del titolo tricolore ACI Karting nella categoria X30 Senior, Pietro Delli ...