Home » Salita » LOTTA A DUE ALLA SARNANO

LOTTA A DUE ALLA SARNANO

dsc_8312Fattorini, Scola, Cinelli, Iaquinta e Bottura, la top Five di gara 1 al Trofeo Lodovico Scarfiotti. Non parte Matteo Moratelli, fermo prima dell’ incolonnamento.

La strada è perfetta quando salgono i piloti delle monoposto e sport prototipo. E’ un duello serrato tra due giovani attori del Civm Centro Sud. La prima manche di gara è vinta dall’umbro Michele Fattorini che con la Lola B99 stampa 4’04″11 alla media oraria 130,9, precedendo di soli 34 decimi di secondo il cosentino Domenico Scola junior. Una differenza impercettibile, determinata forse dall’appannamento della visiera del calabrese, condizione che ha accusato anche l’orvietano anche se per lui si sta rivelando determinante e di difficile risoluzione il degrado delle gomme morbide che utilizza, e che si deteriorano negli ultimi chilometri del tracciato di gara.
Il terzo tempo, 4’09 porta la firma del pistoiese Franco Cinelli “non so che far. Il motore non rende agli alti regimi di rotazione, pensavo fosse stato un problema di pescaggio al quale abbiamo cercato di porre rimedio invece si è puntualmente ripresentato”. Sono così una trentina i cavalli che vengono meno nella fase di gas spalancato e che gli impediscono di lottare alla pari con i leader.
Rosario Iaquinta aveva anticipato la proverbiale competitività nelle prove, e l’ha confermato nella prima gara con il gran tempo realizzato “Attenzione però che ho commesso due errori nella parte iniziale della salita, dove ho spigolato al primo tornante, quindi anche nella sezione finale. Ma il tempo mi soddisfa”. 4’12″11 è il rilievo cronometrico che sarà anche a 8″ da Fattorini, ma è anche ottenuto con una sport prototipo Osella PA 21 Honda di 2000 di cilindrata, vincendo non solo la sua categoria ma tenendo dietro Adolfo Bottura che sta prendendo confidenza con la strada.
Achille Lombardi si esalta con la funambolica guida al limite con la Radica Sr4 Ab Motor Sport vincente nella E2b 1600, prevalendo sul toscano Fabrizio Peroni, settimo assoluto con la Osella Pa 20 Bmw, mentre l’ascolano Fabrizio Peroni non ha preso il via alla gara dopo la toccata alla Picchio P4 rimediata nelle prove di ieri.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

PEZZOLLA: MERLI E FAGGIOLI COME IRLANDO E DANTI

Molto preoccupato: questa figura carismatica delle corse in salita, ci ha rappresentato la sua estrema ...