Home » Pista » F. CHALLENGE » Luigi Vinaccia conquista il Santamaria Challenage – Sarno

Luigi Vinaccia conquista il Santamaria Challenage – Sarno

Vittoria senza possibilità di appello per il campione campano che, su Osella PA 9/90 Honda, domina la competizione valida per il Campionato Italiano Formula Challenge. Seconda piazza per Antonino Lucibello su Radical SR4 Suzuki; gradino più basso del podio per Alberto Scarafone al via su Formula Gloria Kit Suzuki.


In una giornata perfetta per correre al volante di un’auto da competizione, sole tiepido e asfalto della pista perfettamente asciutto, bastano due manches a Luigi Vinaccia per conquistare la vittoria del del Santamaria Challenage-Sarno, terza prova valida per il Campionato Italiano Formula Challenge disputatasi rigorosamente a porte chiuse in osservanza di tutte le disposizioni in materia di contenimento della nuova emergenza sanitaria. Il pilota campano, infatti, è bravo a imporre la potenza della sua Osella PA 9/90 Honda nelle prime due tornate di gara chiudendo la partita dopo i primi sei giri lungo i 1500 metri di pista del Circuito Internazionale Napoli di Sarno con il tempo totale di 5’59” e 005 millesimi, l’unico tra i concorrenti in gara a scendere sotto il muro dei sei minuti. Se per la seconda posizione finale occupata da Antonino Lucibello – autore, al volante della sua Radical SR4 Suzuki, della miglior performance assoluta in Gara 3 con Luigi Vinaccia ai box a godersi lo spettacolo – con un distacco di 15″ e 890 millesimi dal vincitore i dubbi erano pochi, decisamente più incerta e avvincente è stata la sfida per il gradino più basso del podio tra Alberto Scarafone e Giuseppe Ruocco. Ad avere la meglio è stato il primo, in pista Formula Gloria Kit Suzuki, che chiude le sue fatiche con il tempo 6’22” e 878, una manciata di millesimi più veloce del secondo in gara sul circuito di Sarno su una Radical SR4 Suzuki. La stessa vettura con cui Antonio Paolillo conquista la quinta piazza assoluta davanti alla Elia Avrio ST09 Suzuki di Angelo Mascolo e ancora ad una Radical, ma in versione Prosport Suzuki, condotta in gara da Antonio Terminiello. Ottima ottava posizione in classifica assoluta per Mauro Paolillo, il più veloce tra le vetture del Gruppo Speciale Slalom, su Peugeot 106 Rallye. Andrea Cuomo, nono assoluto, sale sul gradino più alto tra le Gruppo E2 SH con la sua Autobianchi Y10 Suzuki precedendo sul traguardo finale Francesco D’Amore che, su Fiat 127 Gruppo Speciale Slalom, chiude la top ten del Santamaria Challenage-Sarno. Marcello Bisogno, mattatore assoluto del Gruppo E1 Italia con tre vittorie in altrettante manches, è undicesimo assoluto su Fiat 127 motorizzata Peugeot davanti a Franco Parisi, anche lui costantemente il più veloce di tutti in Gruppo A con la sua Peugeot 106 16V, e a Jessica Scarafone, prima tra le “pilotesse” su Citroën AX Suzuki e temibile avversario per tutti. Bella la sfida tra Francesco Mascolo e Pietro Giordano, entrambi su Fiat 500, per la vittoria tra le bicilindriche risoltasi in favore del primo, quattordicesimo in classifica assoluta, sul secondo che si classifica al sedicesimo posto.

Tra loro Romeo Cioffi, primo in Gruppo N su Renault Clio RS. Vincono i loro rispettivi gruppi, dominandoli, Michele Fiorentino su Mini Cooper Jcw tra le RSTB e Andrea Fusco, per tre volte in altrettante manches, primo tra le Racing Start con una Peugeot 106 Rallye. Sulla stessa “piccola” della Casa del Leone, Domenico Maurino si porta a casa il premio del miglior Under 23 in gara al Santamaria Challenage-Sarno.

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

AUTOSPORT SORRENTO: TRE PILOTI AL TROFEO NAPPI

Aiuto, Losapio e Celentano in gara nella tradizionale kermesse di Battipaglia, con il team di ...