Home » Rally » CIR » M-SPORT CON ORANGE1 RACING E SIMONE CAMPEDELLI PER UN 2019 DA PROTAGONISTI

M-SPORT CON ORANGE1 RACING E SIMONE CAMPEDELLI PER UN 2019 DA PROTAGONISTI

La lunga attesa sta per finire. E le novità in arrivo sono davvero clamorose. Orange1 Racing ed M-Sport hanno dato vita ad una joint venture che porterà la struttura britannica a schierare una Ford Fiesta R5 ufficiale nel Campionato Italiano Rally 2019 e che sarà affidata a Simone Campedelli e Tania Canton.

Poche parole per dare corpo ad una delle più sostanziali novità degli ultimi anni per quanto concerne il panorama rallistico tricolore, nel quale da parecchie stagioni non si vedevano impegnate strutture del livello di M-Sport, pluri iridata nel Mondiale Rally con la Ford e le cui vetture anno vinto centinaia di rally in tutto il mondo.

Per il quarto anno, dunque, Simone Campedelli ed Orange1 Racing schiereranno la Ford Fiesta R5 nel Campionato Italiano, con la certezza di avere questa volta il massimo a livello tecnico e logistico, potendo dunque cercare di sfruttare tutto il loro potenziale senza più alcun condizionamento.

“L’ingresso di M-Sport nel Tricolore – spiega Armando Donazzan, appassionato Presidente di Orange1 Racing – ha un significato intrinseco ma anche evidente. Il valore, il peso, della struttura di Malcolm Wilson nelle corse non ha davvero bisogno di presentazioni ed il suo arrivo nel panorama italiano eleva di parecchio il Tricolore stesso. Un po’ come ha fatto la Juventus portando Cristiano Ronaldo a giocare nel campionato italiano di calcio! M-Sport è un partner tecnico di altissimo livello e non è l’unico che si affiancherà ad Orange1 Racing nell’avventura – continua Donazzan. Presto sveleremo gli altri contorni tecnici dell’operazione, che non è fine a se stessa ma va vista in un’ottica più ampia. E’ fantastico che partner tecnici come M-Sport e quelli che sveleremo in occasione della presentazione ufficiale del team abbiano accettato di legare i loro marchi al nostro. Faremo nei rally quanto stiamo già facendo in pista, dove siamo legati ad un Costruttore top come Lamborghini con i risultati che tutti hanno sotto gli occhi. Per noi, tornando ai rally, è una grandissima opportunità e lo è anche per Simone Campedelli, che adesso ha davvero tutto per per puntare al top e dimostrare finalmente di essere il vincente che noi tutti consideriamo. Simone ha davanti a sé un’opportunità di carriera fantastica perché la collaborazione con M-Sport può portare a grandi sviluppi. A cominciare dal test ufficiale di valutazione che sosterrà con i tecnici di Malcolm Wilson. Mi dispiace – conclude Donazzan che nel Tricolore 2019 non ci sarà Paolo Andreucci, un grande pilota che ammiro, ma vedo che i rivali non mancheranno e questo mi fa piacere ed aggiunge motivazioni alla sfida”.

E, per non essere da meno rispetto ai partner con i quali si è legata, Orange1 Racing ha dato vita ad un programma di comunicazione innovativa, fra le cui iniziative ce n’è una che sta già avendo un grandissimo successo: tifosi e appassionati possono inviare la loro interpretazione di come dovrà essere la livrea della Fiesta M-Sport Orange1 Racing e l’idea vincente sarà premiata con l’invito per l’autore ad essere presente alla cerimonia ufficiale di presentazione del team! Presto arriveranno i dettagli e le sorprese non mancheranno davvero!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

*

x

Check Also

55^ Rally del Friuli Venezia Giulia/24° Rally Alpi Orientali Historic: Ecco i teatri della sfida

Ultimi giorni di attesa prima del via, a fine mese, di uno degli appuntamenti motoristici ...