Home » Salita » CIVM » Magliona affronta la terza di CIVM al Nevegal su Osella Pa2000

Magliona affronta la terza di CIVM al Nevegal su Osella Pa2000

Nel round veneto del Tricolore Montagna, dal 17 al 19 maggio l’otto volte campione italiano della CST Sport torna al volante del prototipo motorizzato Honda e rivisto dal team SaMo Competition dopo le noie di Sarnano: “Motivazioni giuste, contiamo di poter esprimere tutto il potenziale a disposizione”

Sassari. Omar Magliona ha nel mirino la 45^ Alpe del Nevegal, terzo round del Campionato Italiano Velocità Montagna che affronta da leader tricolore dal 17 al 19 maggio in provincia di Belluno. Per l’otto volte campione italiano portacolori della scuderia siciliana CST Sport sarà quindi anche il terzo impegno agonistico sull’Osella Pa2000 Honda con la quale ha concluso al secondo posto assoluto e al primo di gruppo tra i prototipi E2Sc sia all’esordio della Luzzi Sambucina sia alla Sarnano Sassotetto in aprile. In quest’ultima occasione, però, erano emerse delle noie al cambio sulle quali il team Samo Competition, la realtà campana che cura la biposto di classe 2000 gommata Avon, ha prontamente lavorato nelle scorse settimane, rivisitandone alcuni elementi. La cronoscalata del Nevegal sarà dunque una prova del nove per il pilota sardo impegnato anche nella promozione della onlus Fondazione per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica, che andrà a caccia di conferme e punti preziosi per la propria categoria e per la generale.

Venerdì l’evento prende il via con le verifiche tecniche e sportive; sabato a partire dalle 9.30 motori accesi per le due prove ufficiali lungo i 5,5 chilometri del tracciato veneto, sul quale Magliona vanta due successi assoluti (si è imposto nel 2007 e nel 2018); domenica 19 maggio gara 1 prende il via alle 9.00 e gara 2 a seguire.

Magliona dichiara in vista del terzo round tricolore: “Malgrado qualche capriccio del meteo e qualche noia tecnica possiamo essere soddisfatti delle prime due gare al volante della Pa2000. Tuttavia dobbiamo proseguire nell’affinamento del prototipo. Mi auguro che gli ultimi lavori effettuati per il completo ripristino di alcuni particolari funzionino a dovere, sarà fondamentale in ottica di un weekend di sfide così importante ai fini delle classifiche. Con la squadra arriviamo al Nevegal con le giuste motivazioni e con la consapevolezza di poter ben figurare. Dovremo essere bravi a gestire tutte le situazioni: ogni salita, anche di prova, è cruciale in stagione e noi dobbiamo ancora esprimere per intero il potenziale a disposizione”.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

*

x

Check Also

Al 54esimo Trofeo Luigi Fagioli l’esordio della Golf GTI TCR

La prova umbra dell’Italiano Montagna dal 23 al 25 agosto a Gubbio ospiterà il debutto ...