CIGT

MEDAGLIA DI BRONZO PER KIKKO GALBIATI NEL TRICOLORE GT ENDURANCE

Il pilota del team Imperiale Racing chiude sul podio del campionato dopo il quinto posto conquistato nel round finale a Monza


E’ stato un anno ricco di impegni e soddisfazioni in pista per Kikko Galbiati, capace di confermarsi tra i giovani più talentuosi e promettenti del panorama tricolore a ruote coperte. Il pilota lombardo si è egregiamente distinto nel corso della stagione, lottando costantemente ad alti livelli e portando a casa un bottino prestigioso fatto di vittorie e piazzamenti sul podio. Per Kikko il bilancio è da ritenersi dunque estremamente positivo, grazie anche alla notevole esperienza maturata al volante della Lamborghini Huracàn GT3 Evo in svariati contesti, che lo ha visto affermarsi tra i principali interpreti a livello continentale del bolide di Sant’Agata Bolognese.

I numeri della stagione 2020 di Galbiati parlano chiaro. Il giovane pilota bresciano nel corso dell’anno ha preso parte a ben dieci week-end di gara nell’arco di soli quattro mesi, in un’annata durante la quale i calendari sono stati inevitabilmente condizionati dalla pandemia. Un vero e proprio tour-de-force che ha visto il giovane bresciano gareggiare in ben quattro campionati diversi, a riprova di quanto il suo nome si sia confermato tra i più gettonati nel panorama nazionale ed europeo.

In quattordici competizioni ufficiali, Galbiati ha conquistato due vittorie, due pole position e quattro piazzamenti complessivi sul podio. Un bottino di tutto rispetto, il quale avrebbe potuto essere ancora più corposo se il successo conquistato a Misano nel GT Sprint non gli fosse stato negato da una penalità discutibile. Un quadro che evidenzia come Kikko abbia saputo interpretare contesti agonistici tra loro differenti mantenendo costante la lucidità e la propria competitività, riuscendo ad adattarsi a campionati diversi mantenendo inalterata la sua capacità di lottare nelle prime posizioni.

Sfortunatamente, proprio all’ultima gara è sfuggito il successo più ambito, ovvero il trionfo nel Campionato Italiano GT Endurance: Galbiati e compagni hanno però potuto conquistare una comunque prestigiosa terza piazza finale, nell’ambito di un contesto altamente competitivo che ha visto diversi equipaggi contendersi il trono sino alle battute conclusive. Altrettanto positivo è il bilancio relativo al percorso effettuato nel GT Sprint, impreziosito soprattutto dalla splendida pole position colta al Mugello, così come le due apparizioni nel Lamborghini Super Trofeo, caratterizzate dal fantastico trionfo colto al Nurburgring. Inoltre, Galbiati nel 2020 ha potuto fare il proprio esordio in un contesto dal sapore internazionale come il GT World Challenge: un’esperienza sicuramente preziosa e che gli ha consentito di misurarsi con i principali interpreti del mondo Endurance a livello globale.


Un cammino che ha visto il veloce pilota lombardo avvalersi dell’esperienza di una realtà di primissimo livello come il team Imperiale Racing, grazie alla quale è riuscito a proseguire la propria crescita a livello tecnico e umano. La strada è ora spianata verso un futuro ricco di nuove sfide: il 2021 è già alle porte, con Galbiati già concentrato verso nuovi orizzonti in vista della prossima stagione.

Kikko Galbiati (pilota Imperiale Racing): “E’ stata una stagione davvero molto importante per me, nel corso della quale sono cresciuto molto ed ho acquisito un bagaglio di esperienza davvero notevole. La situazione di emergenza legata alla pandemia ha inevitabilmente finito per condizionare i programmi, al punto che ci siamo ritrovati a dover disputare un numero di gare davvero notevole nello spazio di poche settimane. Ma anche questo mi è servito molto per mantenere alto il livello di concentrazione e al top la mia preparazione fisica. Il bilancio è sicuramente positivo, ci siamo tolti delle belle soddisfazioni confermandoci ad alti livelli nei vari campionati. Rimane un pizzico di rammarico vista la conclusione del GT Endurance, ma il terzo posto finale rimane comunque un risultato di prestigio. E’ stato molto importante poter condividere questo mio percorso con il team Imperiale Racing, il quale mi ha messo a disposizione gli strumenti per crescere e ben figurare. Adesso il nostro sguardo è già rivolto verso il 2021: proprio per questo motivo abbiamo deciso di saltare l’ultimo appuntamento stagionale nel GT Sprint a Vallelunga, al fine di incanalare tutta la nostra attenzione per le nuove sfide che ci attendono. Desidero davvero ringraziare chi è stato al mio fianco in questa stagione: gli uomini del team, i miei compagni di squadra e tutti coloro che mi hanno sostenuto da casa, in un anno in cui gli autodromi sono rimasti purtroppo chiusi al pubblico. Un ringraziamento speciale va ai miei sponsor, al mio preparatore atletico e soprattutto alla mia famiglia: senza di loro, nulla sarebbe stato possibile. Appuntamento al 2021!”

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker