Home » Salita » Merli, esordio in Bondone al volante della Picchio P4/E2B

Merli, esordio in Bondone al volante della Picchio P4/E2B

Christian Merli esordirà con la nera Picchio P4/E2B per affrontare la 61ª edizione della Trento – Bondone, sesto appuntamento del Campionato Italiano Velocità in Montagna e 5° del Campionato d’Europa. L’evento, organizzato dalla Scuderia Trentina in collaborazione con l’Aci di Trento è in programma domenica con start della prima vettura alle 11,00. Venerdì le verifiche tecnico sportive in Piazza Dante a partire dalle 13.00, mentre sabato la prima manche di prove scatta alle 10,00. Merli, negli appuntamenti precedenti è sempre salito a podio. Vittoria allo Spino, tre medaglie d’argento nelle due gare siciliane ed alla Coppa Teodori, mentre è salito sul terzo gradino del podio a Verzegnis.

Giro di boa del campionato
“Sicuramente una buona stagione. L’ingegner Di Pietroantonio, presidente della Casa di Ancarano in provincia di Teramo, è soddisfatto. Mi rammenta in continuazione che stravinciamo sempre in Gruppo E2B ed il peso della vettura è di 40 chilogrammi in più rispetto alla concorrenza. Siamo al comando della Coppa Fia e sui campi di gara siamo assistiti dall’ottimo team Tschager Motor Sport. Quest’anno abbiamo accumulato esperienza, pur gareggiando spesso con la pioggia con una sport spinta da un propulsore turbo. Ovviamente ho sempre voglia di misurarmi con Faggioli”.

Bondone, manche unica di 17,300 chilometri
“La più bella in assoluto. Corsa straordinaria, dove la vittoria vale come un campionato. Non esiste, in tutta Europa una cronoscalata così impegnativa e tecnica. Molto difficile da interpretare anche per i piloti di casa”.

9’32”65, il record di Faggioli 2011
Il record è di Simone Faggioli che lo scorso anno fermò il cronometro a 9’32”65. Da Montevideo a Vason alla media di 108,760 con l’Osella FA 30. L’ultimo pilota di casa che vinse in Bondone fù Antonio Zadra nel 1970.

Un pronostico
“Battere Simone sarà difficile. Lui arriva qui con il set up dello scorso anno e non può altro che migliorare. Bravo e gareggia da quattro anni con questa monoposto carenata. Noi abbiamo iniziato solo in agosto dello scorso anno. Con il propulsore turbo non bisogna assolutamente scendere sotto i 3500 giri, altrimenti è quasi ferma. Precisiamo che è la prima volta che affrontiamo la Trento – Bondone con la Picchio. Le gomme saranno messe a dura prova in tutte le ripartenze. Ad ogni uscita dalle curve, saranno maltrattate ed i tornati della corsa trentina sono oltre quaranta. In gara ci vuole anche un pizzico di fortuna, che quest’anno è sempre stata assente. Sicuramente si darà il massimo. Ma sono almeno una decina i driver che possono puntare al primo gradino del podio. Zardo, Faggioli, Nappi, Cinelli”.

L’albo d’oro
Il nome di Mauro Nesti appare nove volte, mentre sono cinque le vittorie di Pasquale Irlando. Quindi due assoluti per Franz Tschager, per Faggioli e lo scomparso Lionel Regal.

Classifica assoluta del campionato
Faggioli punti 56, Merli 49, Nappi 39. Cinelli 27,5, Cassibba S. 22, Magliona 15,5.

Gruppo E2B (biposto)
Merli punti 60, Cassibba G. 35, Rubino e Conticelli 22.

Gruppo E2M (monoposto)
Faggioli 52,5, Nappi 45, Cassibba S. 39, Cinelli 37, Bottura 26.

Gruppo CN
Magliona punti 54.5, Iaquinta 27, Marino 25,5.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

TONINO ESPOSITO: GRAZIE A CHI CI HA VOTATO

Il patron dell’AutoSport Sorrento tributa team ed organizzatori che hanno premiato la sua quotata lista ...