Home » Salita » MERLI: IL COSTO EPISODIO ISOLATO

MERLI: IL COSTO EPISODIO ISOLATO

La prima uscita dell’anno condizionata dal molleggio.

Una taratura improvvida, non richiesta e quindi inedita. Sono stati gli ammortizzatori a tradire Cristian Merli nell’uscita stagionale Tricolore di debutto, nella quale aveva accumulato insospettatamente parecchi secondi di gap.

Fatto inusuale vista la competitività che da subito invece il driver trentino aveva percepito col nuovo motore Zytek, in luogo del Rpe precedente. Nostra anteprima assoluta di molti mesi fa. Il grafico della curva di coppia del nuovo V8, ci mostra una grande dose di hp superiori ad ogni regime,con picchi anche di +60 e +80 cv in alcuni carichi intermedi. Il nuovo motore insomma, ha quella “schiena” tale da consentire a Merli di non guidare sempre impiccato per restare in scia ai top.  

La Fa30, con Scola e con Faggioli l’anno scorso nella sua uscita unica con la propria ex compagna di mille vittorie, aveva dimostrato che il suo know how fosse ancora di assoluto livello. Merli, con la prestazione maiuscola della prima del CEM, ha convalidato questa sensazione generale e dimostrato che solo il molleggio errato gli ha impedito di essere al top anche nella Salita del Costo, dove per una taratura sconosciuta era stato costretto a fare drifting ad ogni curva.

La platea dei competitor al top, raggiunge l’apice in questa stagione 2017.

Francesco Romeo

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

PEZZOLLA: MERLI E FAGGIOLI COME IRLANDO E DANTI

Molto preoccupato: questa figura carismatica delle corse in salita, ci ha rappresentato la sua estrema ...