Home » Salita » Merli vince la 33^ Bergrennen Mickhausen

Merli vince la 33^ Bergrennen Mickhausen

Image00002Christian Merli sale sul primo gradino del podio  nella prestigiosa 33ª cronoscalata di Bergrennen Mickhausen in Germania. Il campione italiano, al volante dell’Osella PA 2000 non ha deluso i tifosi. Da rilevare che il tracciato, velocissimo, è di soli 2,200 chilometri interrotto da un paio di semicurve veloci. Nessuno c’avrebbe mai scommesso, visto il lotto dei partenti, nella splendida performance del pilota trentino. Sotto la pioggia, il portacolori della Scuderia Vimotorsport effettua solo due delle quattro ricognizioni previste.

Le prove
Nella prima manche, pur non conoscendo il percorso, stacca subito il miglior tempo in 1’01”560, mentre nella seconda è l’unico driver tra i 226 presenti provenienti da otto nazioni, a scendere sotto il minuto. Ferma il crono a 59”985. Alle sue spalle c’è Marcel Steiner con l’Osella FA 30 a 1”387. Già, il pilota svizzero che lo scorso anno vinse e si mise dietro Faggioli, dopo le quattro manche di gara, a 3”793. Il terzo miglior tempo è per Eric Berguerand, al volante della Lola 3000 a 2”5.

Il tracciato di gara
“E’ velocissimo e sotto la pioggia siamo riusciti a staccare il miglior tempo. Abbiamo effettuato solo due manche di ricognizione ed eravamo pronti per la terza, ma l’organizzazione, vista l’ora tarda, ha bloccato lo start. Siamo soddisfatti. Dietro noi tutte le tremila. In gara, potrebbe essere diverso. Tutto dipenderà dal meteo”.

La gara
La corsa inizia immediatamente con la stoccata di Christian che chiude Gara 1 in 58”640 sotto la pioggia battente. Alle sue spalle Steiner con l’Osella FA 30 a 0”266, mentre terzo è Julien Ducommun, sempre Osella FA 30, a 1”123. In Gara 2, l’asfalto è bagnato, ma non piove. Merli, con la sua duemila, stacca ancora il miglior tempo in 57”910. Steiner è argento staccato di 0”671, mentre lo svizzero a 1”186. La gara si conclude così, dopo due delle quattro manche previste, per i ritardi dovuti al meteo ed alle numerose uscite di strada, senza conseguenze per i piloti. Il campione italiano E2B s’è messo alle spalle i migliori driver d’Europa, in gara con le potenti tremila su un tracciato velocissimo, con la sua PA 2000.

Il commento del vincitore
“Gara veloce, difficile per l’asfalto poco drenante. Siamo riusciti a salire sul gradino più alto del podio in una manifestazione prestigiosa. Siamo contentissimi. Un finale di stagione magnifico. Pubblico caloroso e gran festa sul podio”.

Il podio per somma di tempi
1° Merli (Osella PA 2000) in 1’56”550, 2° Steiner (Osella FA 30) in 1’57”487, 3° Ducommun (Osella Fa 30) in 1’58”859.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

*

x

Check Also

La notte delle stelle del Motorsport. Il Grande evento firmato Autosprint e ACI

Giovedì 13 dicembre a Milano la festa dedicata ai Caschi d’Oro ed ai Volanti dell’Automobile ...