RALLY NAZIONALI

Michele Bormolini vince a Livigno, ma è il weekend di un super Tiramani

Michele Bormolini ha sfatato il mito ed ha conquistato, di misura, il primo round di Ice Challenge – Campionato Italiano Velocità su Ghiaccio 2022 a Livigno. Il pilota di casa ha imposto un ritmo indiavolato alla sfida in un weekend perfettamente organizzato da BMG Motor Events con il supporto di Yokohama Italia, OMP Racing, MAK Wheels e Bell Helmets.


Il giovane pilota livignasco vincitore anche in Classe 6, al volante di una Skoda Fabia R5 preparata da Colombi, si è confrontato con un super Ivan Carmellino (Fiat Grande Punto Proto) e con il fratello Loris, alternatosi sulla stessa Skoda Fabia R5. Al termine questo è stato il podio finale, con Carmellino primo in Classe 8, anche se ad onor del vero in un primo momento era stato Andrea Caspani ad emergere dal gruppo con la Opel Astra ex Snobeck, poi rallentata dalla rottura di un giunto.

“Sono davvero molto contento – ha commentato Bormolini – mi mancava proprio questo risultato e spero che possa essere di buon auspicio per la stagione che va ad iniziare”.

Esordio sul ghiaccio più che positivo per Ilario Bondioni, quarto con la Skoda Fabia R5 battente bandiera Rally Club Grigis Selvino che lo ha visto primo di Classe 4. Lotta sul filo dei secondi con Marco Gianesini al via con un’identica vettura e quinto al traguardo.

Il weekend è però vissuto sulla progressione ineccepibile di Christian Tiramani. Il ventunenne pilota italiano, recentemente nominato da ACI Sport per rappresentare l’Italia nel nuovo FIA Rally Stars, un programma che mira a scovare talenti da fare esordire nel WRC World Rally Championship, ha disputato una gara stratosferica. Primo tra i kart-cross con il suo K3 600 (GriusrallySport), Tiramani ha anche confezionato la migliore prestazione cronometrica assoluta del round di Livigno, precedendo di misura le auto 4X4. Un risultato che proietta il campione italiano kart-cross in carica in cima alla classifica di categoria e preannuncia un campionato di grande intensità.


Oltre a Caspani, anche Rachele Somaschini e Simone Firenze, attesi alla vigilia, sono stati rallentati da episodi. La driver di Cusano Milanino, all’esordio sulla KIA Rio RX preparata da Gigi Galli, ha siglato in seconda manche il miglior tempo tra le auto tenendo testa a Ivan Carmellino, ma nell’ultima frazione cronometrata ha forato complicando il risultato finale che non toglie comunque nulla al suo ottimo esordio. El Diablo invece, sul suo Semog Bravo, ha vissuto un weekend da dimenticare, complice un problema ad un giunto che si è ripresentato più volte e alla fine lo ha visto disputare pochissimi chilometri.

Nei kart-cross (Classe 11) hanno completato il podio, nell’ordine, Raffaele Silvestri (K3/Nico Racing), vincitore qui lo scorso anno, e Paolo Lunardi (K3 600), patron di Planet Kart-Cross Italia rallentato nel finale da una foratura che gli ha precluso di chiudere forse anche più in alto.

Primo successo stagionale anche per Vittorio Gonella (Polaris RZR Turbo) in categoria Side-by-Side Buggy (Classe 12) che ha meritato con un’andatura davvero da rimarcare, tanto che al termine della giornata di sabato era nono assoluto. Alle sue spalle un’ottima Tamara Molinaro (Yamaha YZX 1000) per la prima volta in gara con il side-by-side che lo scorso anno fu guidato da Craig Breen.

Tra le due ruote motrici vittoria per Jean-Claude Vallino (Opel Astra/Meteco Corse) che ha conquistato anche la Classe 2, precedendo Edoardo Nolasco con una divertente Fiat Panda Kit e vincitore in Classe 1.

Nelle altre classi successo per Rudi Bicciato (Lancia Delta/Scuderia Mendola) in Classe 3, Piergiacomo Riva (Fiat Panda 4X4/Meteco Corse) in Classe 5 nonostante un incidente in prima manche che ha poi complicato il suo weekend. Emanuele Lagrotteria (Equivoque Jeep) ha conquistato la Classe 7, mentre Sergio Durante sulla Giannini 360 GP4 della D4S Motorsport, spinta da una propulsione ibrida, ha vinto la Classe 13.


Il weekend si è concluso con uno scintillante Master King, sei giri uno contro uno con otto piloti in griglia di partenza. Aldo Pistono (Opel Astra/Hawk Racing Team) l’ha spuntata dopo un bel sorpasso su Ilario Bondioni, mentre il terzo posto si è deciso ad un giro dalla fine in quello che è stato il momento di maggiore adrenalina della due giorni valtellinese. In un primo momento Rachele Somaschini aveva provato l’affondo su Marco Togni (Audi Coupe Quattro), ma un’indecisione in bagarre ha permesso a Sergio Durante di infilarsi tra i due. Sembrava fatta per Togni ma all’inizio dell’ultimo passaggio Durante ha sferrato un attacco inaspettato andando ad artigliare il podio.

Ice Challenge – Campionato Italiano Velocità su Ghiaccio 2022 tornerà in pista la prossima settimana, 22-23 gennaio, dall’ICE Pragelato. Appuntamento invece venerdì 21 con lo speciale curato da ACI Sport TV che sarà mandato in onda sul canale 228 di SKY e approfondirà ogni dettaglio della sfida livignasca.

Articoli correlati

Back to top button