Home » Salita » MIGLIONICO: ISPIRATO DA CARUSO

MIGLIONICO: ISPIRATO DA CARUSO

Il dominatore del tricolore slalom 2017, ha avuto come ulteriore input per il debutto alle salite, le prestazioni del pilota siciliano.

La voglia matta di togliere i birilli dalla propria strada persiste da almeno due anni, la protagonista dei suoi sogni resta la Pa2000, ma il battesimo della salita lo si poteva fare con una sport già decifrata e ben maneggiata e dal potenziale comunque alto. La notizia che il campione tricolore slalom 2017 viri verso un impegno parziale nel Civm, non lascia troppo sorpresi i buoni conoscitori del pilota lucano.

Se il fermento giaceva in lui da due calendari almeno,il grimaldello ultimo per convincerlo ad acquisire il titolo di guida in salita anche per il 2018, arrivava dalle prestazioni di Luca Caruso: “Vedendo Luca andare così bene in salita,sebbene io non abbia la sua esperienza nel Civm, mi sono detto che fosse venuto il tempo di provarci, abbandonando tutti gli indugi. Credo che la mia macchina abbia una gran potenziale sia di motore che di assetto, che vada assolutamente sfruttato. Se aggiungi la fiducia totale che ho verso le persone che mi assistono, la situazione è quella giusta. Morano non resterà comunque una gara isolata, certamente due-tre salite le farò,senza tralasciare il Campionato Italiano Slalom che vorrei rivincere. Mi sento fiducioso,io e la SR4 ci conosciamo bene,fisicamente sto bene e posso sfruttarla, così parto per la nuova stagione carico di voglia.”

Francesco Romeo

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

*

x

Check Also

CELLARA PREMIA LA NEW GENERATION RACING

Il quinto posto assoluto di Giuseppe Rubino, l’ottavo di Antonio Paone, aggiunti a vittorie e ...