Home » Salita » Montanaro svetta tra le Racing Start nelle prove della Sarnano Sassotetto

Montanaro svetta tra le Racing Start nelle prove della Sarnano Sassotetto

Oronzo Montanaro (Fasano Corse - Renault New Clio # 345)Nonostante la mancata partecipazione di Franco Leogrande, i piloti fasanesi hanno ben figurato nella giornata di prove della quarta tappa del CIVM Sud

Si preannuncia una gara giocata sul filo dei decimi la 23° edizione del Trofeo Ludovico Scarfiotti, quarta prova del CIVM Sud. Al termine della giornata di prove il distacco tra il primo classificato, Domenico Scola Jr su Osella PA\21-S Honda di classe E2B-2000 e il secondo, Michele Fattorini su Lola Zytek di clsse E2M-3000, è di soli 72 centesimi di secondo.

Sul veloce tracciato marchigiano, ad imporsi tra le Racing Start è stato l’alfiere della Fasano CorseOronzo Montanaro che con la sua Clio RS preparata dalla Ciarcelluti Motorsport ha fatto segnare il miglior tempo di 5’26″31. Classifica corta anche in questo gruppo, inquanto i primi 4 sono racchiusi appena 3,17 secondi. e’ della partita anche Ivan Pezzolla, terzo di gruppo e secondo di classe RSTB, staccato di 2,43 secondi da Montanaro e di soli 85 centesimi da Marchesani, primo tra le turbo.

“E’ un tracciato che merita la titolazione CIVM – ha dichiarato Oronzo Montanaro ad Osservatoriooggi.it – in quanto è molto tecnico e veloce, con curve “da pelo” che con la mia Clio affronto ad oltre 150 km/h. Sono contento del set-up della mia vettura, che grazie alle cure di Claudio DeCiantis è sempre perfetta, e domani montando gomme nuove si potrà fare molto meglio. Credo sarà davvero una bella gara.”

 

Sono in fase di apprendistato con la nuova vettura – ha  esclamato Ivan Pezzolla al termine delle prove – e devo capire bene come guidare la mia Opel Corsa OPC che ha un assetto molto diverso dalla Mini Cooper S che ho guidato fino ad ora. In più ho provato ad usare le gomme Toyo ma le prove di oggi mi hanno fatto ricredere, domani ritorno sulle Kumo che mi danno più sicurezza, che su un traciato veloce come queso è fondametale. Con questo ulteriore step dovrei essere in grado di lottare per la vittoria di gruppo.

 

Problemi alla frizione della sua Peugeot 106 per Mimmo Tinella in classe E1-Ita 1600. Sin dai primi metri della prima salita il problema si è fatto sentire, impedendogli di effettuare una tranquilla salita di prova. La Giraldi Car Technology si è messa subito a lavoro, non facendogli disputare la seconda manche, per permettergli di essere al via della gara di domani con la vettura al top della condizione.

Semaforo verde per le due gare di domani alle ore 9:30.

di Gianni Mastro – OsservatorioOggi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

PAVAN: ECCO LA TURBO MINI MK2

Un progetto nato nel 2012 dalla passione di otto appassionati, che oggi conosce un’evoluzione significativa ...