Cronoscalate

Morano-Campotenese: 3.00,37! Vittoria con record per Aky Lombardi e l’Osella PA21 JrB 1000

Anche la sesta sfida del Campionato Italiano Velocità Montagna in terra di Calabria si è risolta con una gara magistrale del portacolori del Team Puglia Achille Lombardi che conquista il dodicesimo risultato utile consecutivo con sei tappe vinte su sei partecipazioni. Questa gara era certamente la più ostica per le caratteristiche del percorso, nei sette km di gara ci sono molti tratti di rapida salita da percorrere con marce alte, e quindi si temeva la maggiore potenza soprattutto delle 1600. Inoltre la gara si arricchiva della presenza del Campione Italiano in carica Domenico Scola anche lui alla guida di una Osella PA21 JrB 1000, oltre al solito Ivan Pezzolla detentore del record dello scorso anno. Nelle due salite di prova è proprio Pezzolla a lanciare la sfida avvicinandosi al suo record, seguito da Lombardi e Scola alle prese con una vettura da sistemare.


Domenica la gara assume un clima di alta tensione, anche a causa delle numerose interruzioni e quindi delle lunghe attese. Nel Team Puglia si lavora con la solita calma, Enzo Osella ascolta attento Lombardi e suggerisce l’assetto, mentre Giuseppe Mauriello studia la telemetria soddisfatto del nuovo terminale in titanio giunto in tempo dalle officine di Domenico Loddo. Si parte in gara 1 decisi e determinati, ma consapevoli che sarà dura. Parte prima Scola, poi Pezzolla ed infine Lombardi che per un soffio è primo: 3.01,18 (già 3 secondi sotto il record). Grande soddisfazione su tutti i fronti, anche la sfida Avon/Pirelli ci vede ancora una volta davanti, unico pilota del Gruppo Moto davanti è Danny Molinaro con la Osella PA21 JrB 1600, al debutto in salita e nostro compagno di avventura.

Fra gara 1 e gara 2 l’attesa è snervante, si avvicina il tramonto e parte la gara, Scola si conferma terzo, Pezzolla migliora un pochino (3.01,30) ma ancora una volta è Aky Lombardi a fare la differenza e con un colpo di reni ottiene un ottimo 3.00,37 che gli permette di vincere anche gara 2, ma soprattutto scavalca Molinaro per la vittoria del Gruppo Moto davanti a tutte le 1400 e 1600 e chiude nella gara più dura dell’anno in sesta posizione assoluta, dimostrando ancora una volta di essere un grande pilota che riesce a trarre il massimo dalla sua “osellina” anche nelle situazioni più critiche.

Il Team Puglia continua a sviluppare l’Osella PA21 JrB 1000 nel migliore dei modi ed incassa la sesta vittoria consecutiva in questo avvincente CIVM.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker