Home » Salita » MOTORI ACCESI, PER GLI OLTRE 90 PILOTI ISCRITTI AL 19° SLALOM CITTÀ DI MISILMERI: SARÀ CONFRONTO VERO TRA IL TRAPANESE RAITI (RADICAL SR4), A CACCIA DEL SESTO SIGILLO STAGIONALE E IL LOCALE MINÌ, PRONTO AL ‘COLPACCIO’ SU RADICAL PROSPORT

MOTORI ACCESI, PER GLI OLTRE 90 PILOTI ISCRITTI AL 19° SLALOM CITTÀ DI MISILMERI: SARÀ CONFRONTO VERO TRA IL TRAPANESE RAITI (RADICAL SR4), A CACCIA DEL SESTO SIGILLO STAGIONALE E IL LOCALE MINÌ, PRONTO AL ‘COLPACCIO’ SU RADICAL PROSPORT

Fabio Peraino (Radical Prosport Suzuki)Ma ad onorare la kermesse automobilistica, valida inoltre quale quinto appuntamento con lo Challenge Palikè 013, saranno quasi tutti i migliori specialisti isolani. Oltre ai citati Raiti e Minì, portacolori della Catania Corse, a puntare deciso al ruolo di terzo incomodo sarà l’altro trapanese Fabio Peraino, campione siciliano Slalom, su Radical Prosport Suzuki, anch’essa con i colori del citato sodalizio etneo. A far tuttavia da “sparring partner” ci penseranno gli altri trapanesi Nicolò Incammisa (Osella PA 21S a motore Honda), Dino Blunda (con l’ammirata Speads RM8 Suzuki 1.0), Vincenzo Pellegrino (Radical SR4 Suzuki) e Pietro Raiti (Radical Prosport Suzuki), a cui si aggiunge il palermitano Onofrio Vito Alba (su Alba 791 Sport Suzuki). Tra i “driver” locali da tener d’occhio, ancora, Filippo Cerniglia (Fiat 126 Suzuki), Giusto Giordano (Fiat 126 Yamaha) e Sebastiano Visconti (Radical Prosport Suzuki). Non poteva mancare all’evento il catanese Giuseppe Faro (con la Fiat Cinquecento Sporting), campione regionale in carica nello Challenge Palikè e nuovo leader della classifica provvisoria della serie 2013, dopo aver scavalcato due settimane addietro a Castelbuono per soli 2 punti l’ex capofila, l’agrigentino Michele Vella (Peugeot 306 Rallye) pure lui presente a Misilmeri. Piena conferma per il percorso di gara, ricavato lungo la s.p. 38 “Misilmeri-Belmonte Mezzagno” per Piano Stoppa, per complessivi 2,990 km. Lo slalom è allestito dal Team Palikè Palermo, in stretta sinergia con la Asd Misilmeri Racing. Sabato le verifiche tecniche e sportive

Misilmeri, 18 luglio – E’ iniziato da alcune ore il conto alla rovescia ufficiale in vista dell’attesissimo 19° Slalom Città di Misilmeri, sesto appuntamento con il Campionato siciliano Aci Csai della specialità, nonché 5a prova dello Challenge Palikè 2013, serie automobilistica ideata e promossa sul territorio da oramai un ventennio dal Team Palikè Palermo. La corsa, ospite nel contesto della rinomata cittadina a vocazione agricola a 20 km da Palermo (conosciuta altresì su un piano strettamente storico-culturale per le “vestigia” del Castello dell’Emiro, di recente restaurato e riportato a parziale splendore), è in programma nell’imminente weekend tra sabato 20 e domenica 21 luglio (perciò a soli dieci mesi dall’ultima edizione, la diciottesima, che si svolse nel settembre 2012, facendo riaccendere così i motori in paese dopo un’attesa da parte dei numerosi appassionati locali che si era protratta per ben quattro anni).

A coordinare la fase tecnica e logistica di una competizione dall’autorevole ed indimenticato recente passato (nel corso del quale ha goduto altresì della validità per il Campionato italiano Slalom) non poteva che essere per l’ennesima volta il Team Palikè Palermo, con al timone gli esperti Annamaria Lanzarone, Nicola, Dario e Roberto Cirrito, staff che pure quest’anno si avvarrà della preziosa collaborazione assicurata dall’Asd Misilmeri Racing, competente sodalizio locale completamente votato al Motorsport (con una sezione dedicata alle auto e moto d’epoca), presieduto dal vulcanico Giuseppe Bonanno. La Misilmeri Racing ha messo a punto una serie di iniziative “a contorno” della gara.

Il 19° Slalom Città di Misilmeri vedrà sulla linea di partenza quasi tutti i migliori specialisti siciliani (in queste ore si sta definendo l’elenco completo e definitivo degli iscritti, attestato oltre le 90 adesioni). Su un piano squisitamente agonistico, sarà quasi certamente ‘confronto vero’ tra il trapanese Andrea

Raiti, “alla caccia” della sesta vittoria assoluta stagionale ed il locale Fabrizio Minì, desideroso da parte sua di iscrivere per la prima volta il proprio nome nell’albo d’oro della competizione (anche Raiti non ha mai vinto, qui a Misilmeri). Raiti e Minì si sono classificati rispettivamente al secondo e terzo posto assoluti nello Slalom di Castelbuono, precedente prova dello Challenge Palikè 2013 disputata solo due settimane fa e conclusasi con il successo pieno del catanese Mimmo Polizzi, a sua volta ‘assurto’ al gradino più alto del podio lo scorso anno, sempre a Misilmeri. Andrea Raiti (specialista di Buseto Palizzolo) avrà come di consueto a disposizione la fedele Radical SR4 Suzuki della Catania Corse, al volante della quale ha “marcato” tutti i suoi successi nella stagione in corso. Il palermitano Fabrizio Minì, anch’egli portacolori della Catania Corse, punterà senza mezzi termini alla vittoria in quella che può essere a tutti gli effetti considerata la gara di casa (Minì è originario di Marineo, comune che dista appena 13 km da Misilmeri), sempre al volante della collaudata Radical Prosport Kawasaki 1.4, biposto britannica da lui stesso recentemente sottoposta ad un corposo “restyling” estetico e tecnico. Minì spera di avere maggior fortuna rispetto a Castelbuono quando la duplice rottura di un semiasse gli ha impedito di disputare seconda e terza manche.

A puntare deciso al ruolo di terzo incomodo sarà comunque l’altro giovane trapanese Fabio Peraino, attuale campione siciliano Slalom, il quale proverà a far meglio, rispetto a Castelbuono, alla guida della sua consueta Radical Prosport spinta da un propulsore Suzuki di derivazione motociclistica, schierata anch’essa da Catania Corse. A far tuttavia da “sparring partner” ai citati tre pretendenti alla vittoria, ci penseranno gli altri quattro trapanesi Nicolò Incammisa (di Custonaci, sempre presente con l’ammirata Osella PA 21S con motore Honda, per la Catania Corse), Dino Blunda (originario di Alcamo, questi “calato” nell’abitacolo della sua ammirata Speads RM8 con propulsore Suzuki 1.0, monoposto di origine sudafricana), Vincenzo Pellegrino (anch’egli nativo di Custonaci, al volante di una Radical SR4 Suzuki, per i colori dello Sporting Club Partanna) e Pietro Raiti (fratello maggiore di Andrea, con una Radical Prosport Suzuki “griffata” Catania Corse), a cui si aggiunge il palermitano (di Ciminna) Onofrio Vito Alba, ancora una volta alla guida della sua biposto autocostruita Alba 791 Sport Suzuki.

Tra i numerosi ed agguerriti piloti locali, spicca la presenza di Filippo Cerniglia (con la Fiat 126 Suzuki), Giusto Giordano (Fiat 126 Yamaha) e Sebastiano Visconti, atteso al debutto con un’inedita (per lui) Radical Prosport Suzuki. Non poteva certo mancare all’evento il catanese Giuseppe Faro (con l’inseparabile Fiat Cinquecento Sporting), campione regionale in carica nello Challenge Palikè e nuovo leader della classifica provvisoria della serie 2013, dopo aver scavalcato due settimane addietro a Castelbuono per soli due punti l’ex capofila, ossia l’agrigentino Michele Vella (Peugeot 306 Rallye), pure lui presente a Misilmeri. Faro comanda ora le ostilità nella generale (dopo quattro prove) con 42 punti, contro i 40 di Vella, i 38 del messinese Filippo Gugliotta (su Fiat 127 Sport), i 36 di Incammisa, i 30 di Andrea Raiti, i 29 punti a disposizione del nisseno (di Serradifalco) Marcello Palermo (Peugeot 205 Rallye) ed i 27 punti sinora acquisiti dagli altri nisseni (nativi di San Cataldo) Maurizio Anzalone (Renault Clio Rs K) e Modesto Sollima (Peugeot 205 Rallye), nonché dal messinese nato a Novara di  Sicilia Alfredo Giamboi (Fiat X1/9).

Il 19° Slalom Città di Misilmeri sarà articolato lungo un segmento di gara della lunghezza di poco meno di 3 km ricavato lungo la strada provinciale 38 cosiddetta “Misilmeri-Belmonte Mezzagno” per Piano Stoppa, tracciato che ha mantenuto pressoché inalterate le proprie prerogative tecniche, rispetto alle precedenti edizioni. Lo “start” è individuato in prossimità di Misilmeri, all’altezza del tratto conclusivo di via Roma (arteria principale che attraversa quasi tutto il paese), in corrispondenza con l’intersezione per la via Palermo, quindi della chiesa don Carlo Lauri e delle prime propaggini di contrada della Chiesa. L’arrivo è invece collocato 2,990 km più avanti, nei pressi della vicina contrada Piano Stoppa, non prima che le vetture in corsa abbiano attraversato le vie P1 e Crispino Vicari (che copre quasi l’intero percorso), per poi arrestare la propria marcia in un “parking” in contrada Piano Stoppa (a circa 350 metri dall’arrivo), area deputata ad ospitare il parco chiuso, a fine gara e la premiazione, ad apertura di quest’ultimo.

Le verifiche sportive del 19° Slalom Città di Misilmeri si svolgeranno sabato 20 luglio, dalle 15 alle 19.30, ospiti nei locali interni dell’Area artigianale di Misilmeri, in via Gaetano Pellingra, mentre le verifiche tecniche, in atto dalle 15.30 alle 20, sempre di sabato 20 luglio, si svolgeranno negli ampi spazi messi a disposizione dalla citata Area artigianale, in via Pellingra, non lontano dallo svincolo di Misilmeri della strada statale 121, detta “Catanese”. La corsa, fissata come tradizione per l’indomani, domenica 21 luglio, sarà articolata su tre manche già a partire dalle 9. Saranno come l’anno scorso ben quindici le postazioni di rallentamento per i concorrenti con i classici birilli, disposte lungo il tracciato. Il transito veicolare nella zona sarà chiuso dalla direzione di gara dalle 7 di domenica 21 luglio.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Nessuna nuova restrizione per l’organizzazione e l’effettuazione delle manifestazioni automobilistiche iscritte nel Calendario Nazionale ACI

Il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (Dpcm) del 18 ottobre conferma tutte le ...