CIR

MOVISPORT DI NUOVO AL COMANDO DEL “TRICOLORE” RALLY: A ROMA VITTORIA PER BASSO E GRANAI, CRUGNOLA SECONDO

Crocevia importante per le vicende della massima serie nazionale di rally, la gara capitolina, ha visto il pilota trevigiano siglare il bis di successi ma soprattutto riaprire bene le vicende del Campionato, dove Andrea Crugnola ha conosciuto di nuovo sfortuna e  dove si sta facendo onore anche Giacomo Scattolon.


Questo fine settimana deciso affollamento a Salsomaggiore Terme, con ben 12 portacolori, tra i quali svettano Tosi e Vellani oltre al rientro di Davide MEdici

Apoteosi Movisport, a Roma, per l’importante crocevia del Campionato Italiano, dove i colori reggiani sono tornati al comando della classifica grazie alla vittoria di Giandomenico Basso e Lorenzo Granai sulla loro Skoda Fabia R5. Per la coppia veneto-toscana è il bis dopo l’alloro del 2019 nella gara capitolina, che ha riaperto al meglio possibile le vicende di classifica, passando al comando con forza.

La gara romana è stata costantemente un dualismo tra Basso e l’altro portacolori di Movisport, Andrea Crugnola, affiancato da Pietro Ometto, il quale era riuscito a balzare al comando prima di venire rallentato nella seconda tappa da una foratura con tanto tempo lasciato per strada, cosa che non gli ha comunque impedito di finire secondo.

Movisport dunque “padrona” della situazione tricolore di Roma con due terzi del podio assoluto e certamente in lizza per lo scudetto, avendo a disposizione molto del meglio del rallismo nazionale in termini di piloti.


Cercavano punti pesanti anche Giacomo Scattolon, nella compatta classifica del CIRA, ed oltre a lui aveva mire di rinascita anche Marco Pollara, dopo un avvio stagionale deludente e per lui bugiardo.  Il pavese, affiancato da Giovanni Bernacchini, ha finito in seconda posizione finale nonostante qualche difficoltà di adattamento, dunque dando uno scossone al ranking provvisorio. A completare la prestazione cristallina del pavese vi è poi l’undicesima posizione assoluta, che vale oro. Anche da Marco Pollara, in coppia con Mangiarotti, con una prova di forza sulle strade del Lazio la spinta è decisamente arrivata, con il miglior risultato della stagione, sprint giusto per rimettersi in gioco bene per il finale del campionato. Il siciliano, con la Fabia R5, ha finito con un brillante quarto posto sicuramente rinfrancante. Nella serie mancava l’altro esponente di Movisport, Rudy Michelini, assente per motivi di lavoro.

Le mire “continentali” per Umberto Scandola non hanno sortito l’effetto desiderato. La gara, che peraltro il veronese ha pure vinto nel recente passato non ha soddisfatto il pilota, estemporaneamente affiancato da Danilo Fappani, in luogo di Guido D’Amore, convalescente proprio dall’incidente nel nord est Europa due settimane fa, facendolo finire in una non soddisfacente 13^ posizione assoluta. Sempre in ottica ERC, anche la prestazione di Nikolay Gryazin e  Konstantin Aleksandrov, al via con la Volkswagen Polo R5, non ha soddisfatto, con l’equipaggio russo già più veloce di tutti nella prova di qualifica per l’ordine di partenza, poi penalizzato nelle prime battute di gara da una foratura che lo ha estromesso dalla lotta di vertice per il resto della gara, finendo soltanto 24° assoluto. Sono però rimaste alcune belle prestazioni velocistiche di vertice, conferma del proprio valore.

ARRIVA SALSOMAGGIORE: LA CALATA IN FORZE CON 12 EQUIPAGGI CON VOGLIA DI SUCCESSI

Non si ferma l’attività di Movisport in ambito nazionale. L’ultimo fine settimana di luglio, quello che apre le ferie la bandiera reggiana sarà fatta sventolare molto in alto da ben 12 equipaggi che prenderanno il via al 4 Rally di Salsomaggiore Terme (Parma), valido per la Coppa Rally di quinta zona a coefficiente 1,5. Movisport sarà decisamente ben rappresentata, puntando al successo assoluto con Gianluca Tosi e Alessandro Del Barba, sulla consueta Skoda Fabia R5. Rinfrancati dalla stellare prestazione in Casentino, i reggiani hanno mire di alto livello, mirando a punti pesanti per la coppa di zona ed ovviamente al viatico per la finale della Coppa Italia di Modena in autunno.

Se Tosi e Del Barba puntano in alto, non da meno lo farà Roberto Vellani, con Silvia Maletti, anche loro sulla Skoda Fabia R5. La gara di Salsomaggiore nel passato ha dato loro sorrisi e soddisfazioni, ovvio pensarli di nuovo in alto.


La scuderia poi saluta con gioia il rientro di Davide Medici e Silvia Rocchi, al debutto con la VolksWagen Polo R5. Pur dovendo smaltire la ruggine dell’inattività e il dover ritrovare gli equilibri del correre in macchina, Medici guarda con fiducia alla gara termale.

Gara termale che vedrà al via anche un altro rientrante, Silvio Grazioli affiancato da Marco Mori, pure loro su una Polo R5 sulla quale saranno all’opera per la prima volta.

Ci saranno poi Piergiorgio Bedini – Faustino Mucci (Mitsubishi Lancer EVO IX), Matteo Lusoli – Giacomino Mucci (Renault Clio S1600), Davide Incerti – Monica Debbi (Citroen DS3 R3), Massimo Bottazzi – Matteo Malvolti (Peugeot 208 R2B), Luca Della Rosa – Fiorenzo Pancaldi (Renault Clio Williams), Ferrari Alex – Virgilli Luca (Renault Clio R1), Stefano Ferrarini– Christian Baroni (Renault Clio RS), Matteo Giansoldati – Lorenzo Del Rio (Peugeot 208 R2B),

La partenza della gara avverrà sabato 31 luglio alle 16,00 davanti le Terme di Tabiano con subito dopo l’effettuazione della PS. 1 “Salsomaggiore”. Sarà una vera e propria Prova Spettacolo altamente adrenalinica allestita con una scenografia da “Mondiale” e trasmessa Live. Lunga 2,5km. è a soli 800 mt. dal pieno centro cittadino e dal Villaggio Rally. Un percorso che in mattinata verrà usato anche come Shakedown. La Domenica 1 Agosto sono in programma le due classiche prove di “Tabiano” e “Varano” da ripetere 3 volte intervallate da 2 riordini in città. Vi sarà il ritorno dell’arrivo (ore 18,15) con le premiazioni davanti alle Terme Berzieri, in pieno Centro Città.

Articoli correlati

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker