CIR

MOVISPORT DI NUOVO NEI DUELLI TRICOLORI: AL “1000 MIGLIA” GARA CALDA PER I VERTICI DELLA CLASSIFICA

Alla blasonata gara bresciana si apre il rush finale del Campionato Italiano Rally, con tanti argomenti mossi dai piloti del sodalizio.


Torna in gara anche Kevin Gilardoni, sul celebre circuito del Nürburgring, in Germania, per ribadire la sua leadership nel Lamborghini Super Trofeo Europa e mettere una seria ipoteca sul titolo.

Torna il Campionato Italiano Rally e torna anche lo squadrone Movisport predisposto per l’occasione. Questo fine settimana, “quell’occasione” sarà il 44. Rally 1000 miglia, che di fatto apre il rush finale della corsa tricolore duemilaventuno, dove i colori reggiani sono costantemente ai vertici assoluti.

Partono per vincere, Giandomenico Basso – Lorenzo Granai, con la loro Skoda Fabia R5, decisi a dare un nuovo e concreto segnale di superiorità. Quella superiorità tecnica e tattica che hanno sinora dimostrato e che per adesso li fa vedere al comando della classifica a tre gare dal termine con un margine di 11,5 punti sul secondo, il ligure Andolfi.

Logico quindi pensare ad un attacco deciso per trionfare anche in questa gara, che il pilota trevigiano ha vinto per quattro volte, segno di un notevole feeling con le strade bresciane.


Stessa lunghezza d’onda per Andrea Crugnola e Pietro Elia Ometto, che porteranno al debutto nel CIR la nuova Hyundai i20 Rally2 ufficiale, dove che il driver varesotto l’ha portata a vincere in Friuli, gara test. Crugnola occupa la quarta posizione assoluta con 47,5 punti, con una prima parte di stagione condizionata da alcune punte di sfortuna. Anche per lui è sintomatico pensare ad una riscossa, alla voglia di successo per rimettere le cose nel verso giusto.

Giacomo Scattolon, con Giovanni Bernacchini sulla Volkswagen Polo R5 puntano a target pesante per la classifica del CIRA, il Campionato tricolore Asfalto, dove adesso si trovano in seconda posizione a 16 punti dal leader Andolfi. Ovviamente anche in questo caso vi è voglia di successo, considerando anche che dietro a loro, a soli sei punti, premono il fiorentino Ciuffi ed il lombardo De Tommaso.

Gara che si attende di carattere per il siciliano Marco Pollara, con Daniele Mangiarotti alle note sulla Skoda Fabia Evo. Anche il driver palermitano ha trascorso una prima parte stagionale condizionata dalla sfortuna, l’attuale nono posto in classifica è decisamente bugiardo per quello che il suo valore. Un valore che cercherà di tornare a far vedere in occasione della gara sulle sponde del Lago di Garda.

Davide Tiziani e Matteo Nobili, con la loro Renault Clio S1600 vanno a completare un plateau di partecipazioni che è decisamente d’eccezione, alla gara “della freccia rossa”.

AL NÜRBURGRING, GILARDONI TENTA UN NUOVO ALLUNGO


Una stagione altisonante quanto entusiasmante che in uno dei “templi” della velocità, il celebre circuito del Nürburgring, in Germania (a 90 Km sud-ovest da Colonia, e 60 km nord-ovest da Coblenza) può essere il trampolino di lancio per il titolo. Kevin Gilardoni, la sua Lamborghini Huracan del Team – insieme al compagno d’avventura Leonardo Pulcini è sempre più al comando nella classe “Pro” del monomarca della Casa di Sant’Agata Bolognese, dopo l’ultima gara di Spa, in Belgio. Sulla pista tedesca vi sarà perciò l’occasione per mettere una seria ipoteca sul titolo.

Articoli correlati

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker