WRC

MOVISPORT DI NUOVO PROTAGONISTA NEL CIRCUS IRIDATO: GRYAZIN ANCORA VICINO ALLA TOP TEN

La seconda prova del Campionato del Mondo Rally, sulle nevi scandinave, ha rilanciato il pilota russo come tra i migliori della corsa WRC-2 ed ha pure esaltato il gentleman trentino Luciano Cobbe.

Luci ed ombre al “Valle del Tevere”, dove è partita la stagione su terra italiana e con Luca Hoelbling fermato da due forature.

Movisport è tornata sulla scena iridata e lo ha fatto di nuovo da grande protagonista, dando continuità al notevole inizio stagionale di Montecarlo del mese passato. Lo scorso fine settimana, al Rally di Svezia, secondo atto della stagione, Nikolay Gryazin, insieme a Konstantin Aleksandrov sulla Skoda Fabia Rally2 di TokSport, ha concluso tra le nevi scandinave in 12^ posizione assoluta. Ha quindi firmato il  quarto posto  di categoria RC2 confermandosi uno dei “top player” del circuito mondiale nella WRC-2, nel cui ranking in questa occasione non ha segnato i punti, rimandando l’appuntamento al Rally del Messico, dal 16 al 19 marzo.

Era invece al debutto, in Svezia, il gentleman trentino Luciano Cobbe, neo arrivo nella famiglia Movisport. Al via con una Skoda Fabia Rally2 Evo, affiancato per l’occasione dall’esperto Roberto Mometti, il 69enne driver trentino, uno dei grandi specialisti delle gare sterrate italiane, era alla sua terza esperienza iridata, dopo aver partecipato per due volte al Rally d’Italia-Sardegna e la prima volta sulla neve è stata semplicemente esaltante quanto formativa. Ha concluso, Cobbe, in 38^ posizione assoluta.

Non solo “mondiale”, nel fine settimana appena trascorso. Alla terza edizione del Rally Rally Valle del Tevere e Arezzo, secondo atto dei quattro della serie  Raceday, con base a Sansepolcro, sfortuna per il veronese Luca Hoelbling, affiancato per la seconda volta da Justin Bardini su una Skoda Fabia Rally2. Il driver della Valpolicella era prima incappato in un “dritto” durante la quinta prova, costato qualche secondo di troppo quando gravitava nella top ten assoluta. Poi, motivato a recuperare nelle restanti quattro prove, Hoelbling ha cercato di aumentare il ritmo, ma una doppia foratura sulla penultima fatica cronometrata lo ha costretto ad alzare bandiera bianca.

Una Citroen DS3, poi, era a disposizione di Davide Incerti e Cristian Baroni, finiti in seconda posizione di classe.

Alla gara nella Valle del Tevere, nello “storico”, prova di avvio del tricolore su terra, Andrea Tonelli e Roberto Debbi con la fida Ford Escort RS hanno finito in quinta posizione assoluta, secondi di due ruote motrici con la loro canonica prestazione da alta classifica, ricca anche di spettacolo, mentre Alessandro Bolzani e Alessio Spezzani, a bordo di una Peugeot 309 GTI, hanno sfiorato la top ten al 12° posto, vincendo la classe di appartenenza.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio