LAMBORGHINI SUPER TROFEO

MOVISPORT PROTAGONISTA DEL WEEK-END: GILARDONI CAMPIONE EUROPEO LAMBORGHINI, MEDICI SUL PODIO A MODENA

Anche l’ultimo fine settimana di ottobre ha relato grandi soddisfazioni alla scuderia, che vede confermate al meglio le proprie scelte.


Questo fine settimana alla Coppa Liburna si chiudono i campionati tricolori, con Crugnola alla ricerca del secondo posto del CIR e Scandola che tenta il successo nel Campionato Terra.

Un altro fine settimana, l’ultimo di ottobre, da protagonisti, per Movisport, con un nuovo ed importante titolo incamerato, un titolo continentale.

Il gran finale del Lamborghini SuperTrofeo Europa, il sesto ed ultimo atto stagionale corso sul circuito di Misano Adriatico, ha visto i colori reggiani vincere il titolo continentale “Pro” con l’equipaggio dell’Oregon Team formato da Kevin Gilardoni e Leonardo Pulcini. Autrice di quattro vittorie ed altre due volte sul podio prima di quest’ultimo appuntamento, la coppia di Movisport ha sbaragliato la concorrenza andando a vincere, conferma della forza dimostrata tutto l’anno in un Campionato quanto mai tirato.

Kevin Gilardoni:“Dopo avere concluso secondo lo scorso anno, l’unico modo di fare meglio in questa stagione era di vincere il titolo. In Gara 2, quando sono salito in macchina per il secondo stint ho iniziato subito a spingere, ma sfortunatamente è entrata in pista la safety car. Ho cercato di mettere pressione a Spinelli e a un certo punto ho detto ‘okay, passiamolo…, ma lui mi ha toccato e così sono finito in testacoda. Poi lo hanno penalizzato e alla fine io e Leo ci siamo potuti laureare campioni. Penso che ce lo siamo davvero meritato e sono davvero felice per me, per il mio compagno di avventura, per Movisport, per l’Oregon Team e per chi mi ha supportato”.


Questo fine settimana, Gilardoni tornerà rallista, partecipando al Rally Gomitolo di Lana, affiancato da Corrado Bonato su una Skoda Fabia R5.

MODENA ESALTANTE PER DAVIDE MEDICI

Davide Medici e Manuel Fenoli con la Volkswagen Polo R5 e Roberto Vellani con Luca Amadori (Skoda Fabia R5), hanno recitato una parte da protagonisti di primo piano alla finale ACI SPORT RALLY CUP del 41. Rally Città di Modena. Medici ha costantemente lottato per la vittoria ed alla fine ha chiuso al secondo posto assoluto, confermandosi pilota di livello, considerando che era solo alla terza gara con la vettura tedesca ma soprattutto che da tempo ha ridotto radicalmente la sua attività sportiva, rispetto agli avversari incontrati.

Roberto Vellani ha finito in ottava posizione, anche lui confermandosi pilota da alte sfere, sempre veloce ed affidabile. Sfortuna invece per i veronesi Luca Hoelbling – Federico Fiorini sulla Hyundai i20, fermi dopo tre prove speciali, prima rallentato pesantemente da un’uscita di strada, poi ritiratosi per un problema di motore.

Davide Incerti – Monica Debbi, con la fida Citroen Ds3, hanno finito in terza posizione di classe, secondi nel computo finale della Coppa Italia di categoria.


ALLA COPPA LIBURNA IL GRAN FINALE DEI RALLIES TRICOLORI

Gran finale nazionale sulle prove speciali sterrate della Toscana, questo fine settimana, a Volterra, nell’entroterra pisano, per l’ultimo appuntamento del Campionato Italiano Rally (CIR), insieme a quello del Campionato Italiano Rally Terra (CIRT).  Grande attesa per Umberto Scandola che proprio al “Liburna Terra” ritorna a far coppia con il navigatore Guido D’Amore, che aveva dovuto prendersi una pausa di riposo dopo l’incidente al Rally Liepaja di luglio. Il 36enne driver veronese arriva all’ultima sfida del “terra” dopo una stagione che lo ha visto sempre al comando del campionato grazie a tre vittorie (Adriatico, San Marino, Vermentino) e due secondi posti con la Hyundai i20 R5 di S.A. Motorsport gommata Pirelli.

“È bello giocarsi il Campionato Terra in una gara spettacolare come il Liburna – commenta Scandola –  anche se su queste strade ci ho corso solo tanti anni fa con i trofei. Sarà come sempre una gara molto combattuta con ben 32 R5 al via, ma siamo qui per puntare a un grande risultato e per questo io e il team ci siamo preparati al meglio”. 

Motivazioni e aspettative altrettanto importanti per Andrea Crugnola e Pietro Ometto. La coppia, al via con una i20 R5 del team Friulmotor, arriva all’ultima sfida del Campionato Italiano Rally con l’obiettivo principale di chiudere al secondo posto nella classifica generale, visto che il titolo è già stato assegnato con una gara di anticipo il mese passato.

“Cercheremo di onorare al meglio tutti gli impegni e di chiudere con un bel risultato la stagione in un CIR, spesso sfortunato, che non ci ha permesso di dimostrare fino in fondo il reale potenziale della squadra” commenta Andrea Crugnola – Da una parte guarderemo al risultato finale per chiudere il campionato al secondo posto senza correre troppi rischi, ma se ci saranno le condizioni per la vittoria non mi tirerò certamente indietro. Questo nonostante l’handicap di partire con il numero 1 e dunque di pulire le strade dalla ghiaia nel primo passaggio”.

Crugnola punta anche alla prima vittoria nel CIR dopo aver collezionato tre secondi posti in un 2021 poco fortunato, che non gli ha permesso di difendere la corona di Campione in carica.

Alla Coppa Liburna non mancheranno poi altri motivi di interesse, offerti da Movisport, come la presenza di

Emanuele Dati e Giacomo Ciucci, rientranti con una Skoda Fabia R5 con la quale il versiliese è al debutto, stessa vettura che avrà il gentleman Silvano Patera, affiancato dall’esperto Sauro Farnocchia.

Articoli correlati

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker