Home » Rally » CIRT » MS MUNARETTO: UN POKER AL “CIOCCO”

MS MUNARETTO: UN POKER AL “CIOCCO”

Quattro gli equipaggi in campo, questo fine settimana, sugli asfalti toscani del Rally il Ciocco. Lenci e Casella al via nella versione CIR, Carella e Pederzani per il Coppa Rally di Zona.

Dopo una breve pausa estiva MS Munaretto si rimette in gioco e si prepara a partecipare al 43° Rally il Ciocco e Valle del Serchio, programmato nei giorni 21 e 22 agosto.

Due gli equipaggi pronti a scendere in gara sul percorso dedicato alla seconda prova del Campionato Italiano Rally: il primo composto da Mauro Lenci e Massimiliano Bosi, determinato a confrontarsi con i leoni del CIR al volante di una Skoda Fabia R5; il secondo formato Alessandro Casella e Rosario Siragusano, nuovamente pronto a battagliare con la Peugeot 208 R2 lungo il percorso del CIR 2WD, campionato nel quale il duo messinese occupa al momento la seconda posizione.

Stesso percorso e stesse prove, ma in quantità limitata, per la versione Coppa Rally di Zona, con due presenze di peso.

Il piacentino Andrea Carella torna a calarsi nell’abitacolo della Skoda Fabia R5 EVO, affiancato dal “braccio destro” Enrico Bracchi con un duplice obbiettivo: dimenticare il passo falso accorso nelle prime battute del Rally di Alba e occupare nuovamente una posizione da podio. Completano il poker di equipaggi Riccardo Pederzani ed Edoardo Brovelli, ancora una volta al comando della “quattro ruote motrici” aspirata per eccellenza, la Peugeot 207 S2000, con la quale saranno chiamati a farsi largo tra il folto schieramento di R5 presente.

La manifestazione avrà inizio venerdì 21 con tutte le operazioni preliminari tra cui verifiche tecniche, ricognizioni e shakedown; seguirà il giorno seguente lo svolgimento delle 11 prove-speciali in programma per il CIR e delle 8 per la CRZ.

Maxi Car Racing

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Rally Adriatico-Marche: confermato il Trofeo Andrea Dini

Tutto pronto, con ben 114 iscritti per la terza prova “tricolore” su terra, che vede ...