Home » Salita » NOVE PILOTI DELLA SPEED MOTOR ALL’ATTESO APPUNTAMENTO CON IL TROFEO LUDOVICO SCARFIOTTI A SARNANO

NOVE PILOTI DELLA SPEED MOTOR ALL’ATTESO APPUNTAMENTO CON IL TROFEO LUDOVICO SCARFIOTTI A SARNANO

Rappresentanza assai nutrita, quella della Speed Motor, alla 28esima edizione della cronoscalata Sarnano-Sassotetto, trofeo Ludovico Scarfiotti, settima tappa del campionato italiano di velocità in montagna 2018 ma prova valevole anche per il trofeo di specialità, che si correrà sabato 4 e domenica 5 agosto.

Otto portacolori fra le moderne, più un nono fra le storiche, sugli 8877 metri del tracciato, da coprire in manche unica: il team di Tiziano Brunetti è a ranghi quasi completi, con Michele Fattorini determinato più che mai nel superare le avversità di questi ultimi tempi, soprattutto i problemi elettrici della sua Osella Fa 30 Zytek (classe 3000, gruppo E2-SS) che lo hanno privato di un altro possibile primo posto assoluto al trofeo Vallecamonica. Vedremo dunque se a Sarnano la sua vettura sarà finalmente “guarita”, anche perché al via ci sono tutti gli avversari più forti del momento: Christian Merli, Omar Magliona, Domenico Cubeda e persino il pluricampione Simone Faggioli.

E c’è di nuovo anche il compagno di scuderia Angelo Marino sulla Lola B99/50 del team Dalmazia: il trionfatore sul Terminillo aveva poi conosciuto la stessa sorte di Fattorini a Morano Calabro.

Tutte belle e avvincenti, comunque, le sfide che attendono i piloti Speed Motor al volante dei prototipi: per esempio, nella classe 2000 della E2-SC, il sardo Sergio Farris su Osella Pa 2000 Evo se la vede con il siciliano Francesco Conticelli e con il pugliese Francesco Leogrande, anch’essi su Osella, mentre nella classe 1400 si preannuncia battaglia fra la Radical Sr4 di Filippo Ferretti e quelle di Antonio Forti e di Marco Gentili. Nella classe 1000, torna il marchigiano Piero Principi con l’Osella Pa 21 Jrb e per l’ennesima volta Achille Lombardi e Ivan Pezzolla sono i favoriti di diritto. Fresco reduce dal secondo posto assoluto di raggruppamento al Trofeo Vallecamonica, Adolfo Bottura si ripresenta al via a distanza di una settimana con la Ligier Js 51 in CN: fra i pretendenti al primo posto, ci sono Cosimo Rea (stessa vettura del trentino) e l’ex campione d’Italia Rosario Iaquinta su Osella.

Passiamo alle vetture turismo: per Marco Sbrollini su Lancia Delta Evo, c’è la concreta opportunità di prendere ulteriore vantaggio nella classifica di un gruppo E1 Italia che lo vede sempre più proiettato verso il bis tricolore. A Morano, non vi sono stati peraltro imprevisti: è stata pertanto doppietta e questo dimostra come in condizioni normali il conduttore marchigiano non deluda mai le aspettative.

Nella classe 1600 del gruppo N, si ripropone il duello fra la Citroen Saxo di Vincenzo Ottaviani e quella di Rocco Errichetti, senza dimenticare le Peugeot 106 S16 che possono contrastare il passo con i vari Gabriele Giardini e Francesco Pazzi.

Ha infine optato ancora una volta per le storiche Mario Tacchini: la salita di Sarnano è valida anche per il Civsa e il bergamasco la affronta alla guida della Volkswagen Golf Gti con la quale ha vinto la classe H2/I del III Raggruppamento alla Limabetone. Verifiche sportive e tecniche nel pomeriggio di venerdì 3 agosto dalle 15 alle 20; prove ufficiali in due sessioni sabato 4 dalle 9 in poi e gara domenica 5, con partenza alle 12.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

*

x

Check Also

Iscrizioni verso la chiusura alla Cronoscalata del Santuario 2019

Possibile inviare le adesioni fino a tutto lunedì 27 maggio alla gara organizzata dal Comitato ...