Home » Salita » OGGI LE VERIFICHE, DOMANI LE PROVE DELLA 37^ COPPA DEL CHIANTI CLASSICO

OGGI LE VERIFICHE, DOMANI LE PROVE DELLA 37^ COPPA DEL CHIANTI CLASSICO

Il nono round del Campionato italiano Velocità Salita Autostoriche sta entrando nel vivo del programma sportivo. Oggi e domani mattina le Verifiche Sportive e Tecniche, dalle 14.30 le Prove Ufficiali e domenica 25 la gara valevole quale prova unica della Coppa delle Nazioni istituita dalla FIA.

L’attesa sfida con i cronometri si svolgerà domenica, dalle ore 10, ma in questi giorni di vigilia, nel paesaggio unico e famoso del Chianti in tempo di vendemmia, tutto è pronto per correrla la 37. edizione della Coppa del Chianti Classico.

La cronoscalata organizzata da Chianti Cup Racing è il nono round del Campionato Italiano Velocità Salita Autostoriche e gara di estremo interesse internazionale, grazie alla validità per il FIA HHC Nations Cup, la Coppa delle Nazioni che si svolgerà in concomitanza con la gara stessa.

La coppa chianti Classico è quindi gara nella gara, con i piloti impegnati sia nelle sfide Tricolori, sia a formare le “squadre” delle Federazioni Nazionali in rappresentanza del Paese d’appartenenza per la conquista della Coppa delle Nazioni FIA, Federazione Internazionale dell’Automobile

Il programma odierno oltre alle Verifiche Sportive e Tecniche presso l’ex Molino Niccolai di Castellina in Chianti, prevede alle 18.30 la presentazione del della manifestazione prevede alle ore 18,15 la presentazione del FIA HHC Nations Cup – Coppa delle Nazioni e delle Squadre Nazionali partecipanti, presso l’Enoteca di Rocca delle Macie a Castellina in Chianti

Domani, al mattino sono previste ancora le Verifiche, quindi alle 14.30 le due manche di prove ufficiali. Domenica 25 settembre, alle 10 Il Direttore di Gara Francesco Tartamella e l’aggiunto Fabrizio Bernetti daranno il via alla 37^ Coppa del Chianti classico, gara in salita unica sugli affascinanti 8 Km che da Molino di Quercegrossa portano a Castellina in Chianti. Alle 16 la Cerimonia di premiazione concluderà l’evento.

Sono oltre un centinaio i piloti che hanno svolto i controlli amministrativi e tecnici, per domani mattina sono attesi i restanti dei 212 piloti annunciati ad animare l’attesa cronoscalata senese.

Uberto Bonucci è pronto l’Osella PA 9/90 BMW da 2500 cc  a dar spettacolo nella gara di casa, puntando al vertice del 4° Raggruppamento. Simone Di Fulvio mira dritto al successo sulla Osella PA 9/90 BMW di classe 2000, che il giovane driver abruzzese della Bologna Squadra Corse cura in casa. A dar man forte a Simone ci sarà Stefano, il fratello maggiore protagonista quest’anno della serie europea, che proprio in questa ottica mira alla vittoria nella gara italiana con l’Osella PA 9/90  BMW di classe regina. Anche il pisano Piero Lottini giocherà il suo jolly per rinsaldare le chance tricolori sulla Osella PA 9/90. Sempre in 4° Raggruppamento al pieno di punti decisivo mirerà l’inossidabile bergamasco Mario tacchini sulla Fiat Ritmo Abarth 125 da 2000 cc. Per il 3° Raggruppamento il fiorentino Stefano Peroni rilancia ala sfida con l’Osella PA 8 dopo il successo alla Limabetone. In 1° Raggruppamento ha ipotecato ancora il titolo un altro tenace fiorentino come Tiberio Nocentini sulla Chevron B19. Il piemontese Paolo Cantarella torna nella serie con PA 10 Alfa Romeo Sport Nazionale con cui vinse la classe 2500 lo scorso anno, dopo l’appasionante duello con il pilota di casa Sandro Zucchi su Lucchini Sport Nazionale.  Aldo Pezzullo dalla Calabria sulla Lola con motore Dallara, com la bella Porsche 906 del piemontese Mario Sala o l’Osella PA 9 di Antonio Viel sono altre vetture certamente in primo piano.

Tra le monoposto del 5° Raggruppamento gara decisiva per il marchigiano Antonio Angiolani sulla March 783 F3, ma anche la ligure Gina Colotto sulla Abarth SE033 e l’umbro Aldo Panfili sulla Formula Italia approfitteranno del gruppo particolarmente affollato per accumulare punti. Torna in gara in casa dopo il successo della Limabetone, Ferruccio Torre con l’ammirata e agile Reynard 893 del 1989. Pienone di nomi e vetture di vertice anche tra le Gran Turismo e turismo in 3° Raggruppamento dove sul fronte Porsche si contano le 911 di Giuseppe Gallusi e Giorgio Tessore per la classe GTS oltre 2500, mentre tra le silhouette la Carrera di Dino Valzano e la bella 935 del francese Jaen Marie Almeras. Massimo Vezzosi dopo la gara d’allenamento in casa ad Orvieto ora punta in alto nella classifica tricolore con la BMW 2002. In 2° raggruppamento l’emiliano Giuliano Palmieri dopo il mal di schiena che lo ha afflitto sull’Abetone ha scelto la De Tomaso Pantera per i tecnici 8 Km chiantigiani, mentre Idelbrando Motti ed il piemontese Guido Vivalda saranno sulle Porsche Carrera RS ed il palermitano Matteo Adragna sulla versione 911 della vettura di Stoccarda. In 1° Raggruppamento penseranno al pieno di punti tricolri il bolognese Vittorio Mandelli sulla Jaguar E-Type ed Alessandro Rinolfi sempre pungente sulla MOrris Cooper S

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Nessuna nuova restrizione per l’organizzazione e l’effettuazione delle manifestazioni automobilistiche iscritte nel Calendario Nazionale ACI

Il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (Dpcm) del 18 ottobre conferma tutte le ...