Home » Slalom » OLTRE SETTANTA I PILOTI ISCRITTI AL 1° SLALOM CITTÀ DI GROTTE MEMORIAL “JOSÈ SOLLIMA”. IL TRAPANESE ANDREA RAITI PARTE ANCORA CON I FAVORI DEL PRONOSTICO, CON LA OSELLA HONDA

OLTRE SETTANTA I PILOTI ISCRITTI AL 1° SLALOM CITTÀ DI GROTTE MEMORIAL “JOSÈ SOLLIMA”. IL TRAPANESE ANDREA RAITI PARTE ANCORA CON I FAVORI DEL PRONOSTICO, CON LA OSELLA HONDA

Modesto Sollima (Peugeot 205 Gti)A contrastargli tuttavia il passo proveranno come al solito in tanti. Attesa per il catanese Rosario Miano, al suo rientro nelle competizioni dopo oltre un anno di assenza, alla guida della sua Elia Avrio ST09 Suzuki di Catania Corse, ma occhio pure al giovane locale Vincenzo Leto, anch’egli tornato nell’occasione a calarsi nell’abitacolo di un’altra Elia Avrio ST09 Suzuki. Mancheranno nemmeno questa volta i “soliti outsider” del Trapanese, quali il veterano Nicolò Incammisa (Radical SR4 Suzuki), Pietro Raiti e Salvo Vultaggio (entrambi su Radical Prosport Suzuki), così come il messinese Salvatore Bellini, anche lui alla guida di una biposto Radical Prosport a motore Suzuki. Si preannuncia ancora una volta spettacolare e ricca di colpi di scena la lotta nel gruppo Prototipi, con i velocissimi Salvatore Giunta (Fiat 126 Max Suzuki), Girolamo Ingardia (su Fiat Cinquecento Suzuki) e Giuseppe Bellini (Fiat 126 Suzuki) annunciati a darsi battaglia. Altro duello molto atteso è quello che opporrà nel gruppo GTI il nisseno Maurizio Anzalone al catanese Giuseppe Messina ambedue su Renault Clio RsK. Per l’altro etneo Giuseppe Faro (Fiat Cinquecento Sporting) vi sarà inoltre l’occasione di allungare ulteriormente nella classifica assoluta provvisoria dello Challenge Palikè, dove si trova al comando dopo cinque prove già disputate. Nuovo, ovviamente, il percorso di gara, che si “inerpica” per 2,450 km lungo la strada provinciale 15 di Agrigento per ponte Fiume, fino alle porte di Grotte. Sabato le verifiche tecniche e sportive, l’indomani la gara su tre manche

Grotte, 01 agosto – Saranno oltre settanta i piloti, alcuni dei quali annoverati tra i migliori specialisti siciliani, a confrontarsi per la vittoria assoluta o per la supremazia nelle rispettive categorie di riferimento in vista del 1° Slalom Città di Grotte “Memorial Josè Sollima”. Non male per una competizione chiamata ad affacciarsi solo a partire da quest’anno nel panorama automobilistico regionale, ma che già promette bene, sin dal “battesimo” atteso nel weekend in corso. La nuova sfida tra i birilli, valevole quale sesta prova dello Challenge Palikè 2013 (serie automobilistica concepita e promossa sul territorio da oramai un ventennio dal Team Palikè Palermo), è infatti in programma sabato 3 e domenica 4 agosto, ospite nella cittadina in provincia di Agrigento conosciuta per un florido passato legato alle miniere di zolfo, oggi dedita all’agricoltura (sul suo territorio dimorano quasi a perdita d’occhio vigneti e mandorleti) ed al commercio di corredi e tappeti orientali, divenuto nel frattempo fonte di notevoli ricavi economici.

A coordinare dal punto di vista tecnico e logistico la corsa, con la consueta considerazione per l’aspetto legato alla sicurezza attiva e passiva per i piloti e gli spettatori, non poteva che essere la vasta esperienza in possesso del Team Palikè Palermo, con al timone Annamaria Lanzarone, Nicola, Dario e Roberto Cirrito. A credere però fortemente nel ritorno di immagine per il paese legato alla competizione è stata l’Amministrazione comunale di Grotte, nella persona del sindaco Paolino Fantauzzo, il quale ha concesso il patrocinio dell’ente da lui stesso guidato allo slalom, inserito nel cartellone estivo varato appunto dal Comune. Non bisogna però dimenticare come l’imminente svolgimento del 1° Slalom Città di Grotte Memorial Josè Sollima sia anche frutto del tenace impegno portato avanti dal veloce pilota nisseno (originario di San Cataldo) Modesto Sollima, il quale, residente da tanti anni per motivi di lavoro a Grotte, ha inteso in questa maniera ricordare la figura del papà Josè, grande appassionato di automobilismo, originario di San Cataldo (CL).

Per quanto concerne l’aspetto prettamente sportivo sarà ancora una volta il trapanese Andrea Raiti a partire con i favori del pronostico, domenica mattina, al via del 1° Slalom Città di Grotte Memorial Josè Sollima. Lo specialista di Buseto Palizzolo (autore sinora quest’anno di cinque successi assoluti, ma reduce da due piazze d’onore a Castelbuono e Misilmeri, che non l’anno esattamente reso felice) punterà nel cuore della Sicilia a centrare la sesta affermazione stagionale. In quest’occasione, Raiti dovrebbe tornare alla guida della gloriosa Osella PA 21S Honda utilizzata sino allo scorso anno, in luogo della vincente (sinora) Radical SR4 con motore Suzuki, per la Catania Corse.

A contrastargli tuttavia il passo, proveranno come al solito in tanti. C’è parecchia attesa, per esempio, per la prestazione del catanese (originario di Giarre) Rosario Miano, al suo rientro nelle competizioni ufficiali dopo oltre un anno di assenza. Miano tornerà al volante della scattante Elia Avrio ST09 Suzuki, “rispolverata” per l’occasione, ma questa volta con le insegne della Catania Corse. Da seguire anche la gara del giovane locale (è di Cammarata) Vincenzo Leto, anch’egli pronto, in occasione dello slalom grottese, a calarsi nuovamente nell’abitacolo di una seconda Elia Avrio ST09 Suzuki, dopo un lungo periodo di assenza dalle corse legate alla specialità. Mancheranno nemmeno questa volta i “soliti outsider” del Trapanese, quali il “veterano” Nicolò Incammisa (di Custonaci), a Grotte sulla Radical SR4 Suzuki (“ex Raiti”) ed ancora Pietro Raiti ed il debuttante Salvo Vultaggio, entrambi su Radical Prosport Suzuki, tutti schierati dalla Catania Corse. Medesima biposto britannica per un altro pilota al momento molto presente negli slalom, il messinese (di Montalbano Elicona) Salvatore Bellini (la sua presenza, però, è in forte dubbio per l’improvvisa scomparsa, avvenuta nelle ultime ore, di Agostino Biondo, vice presidente nonché fondatore della scuderia di appartenenza, la S.G.B. Rallye di San Piero Patti).

Si preannuncia ancora una volta spettacolare e ricca di colpi di scena la lotta nel gruppo Prototipi, con al via i velocissimi Salvatore Giunta (di Messina, su Fiat 126 Max Suzuki della Tm Racing), Girolamo Ingardia (nativo di Mazara del Vallo, seduto al centro dell’abitacolo della sua “funambolica” Fiat Cinquecento Suzuki), quindi Giuseppe Bellini (su Fiat 126 Suzuki, ma anche nel suo caso permane il dubbio della presenza a Grotte causa lutto in casa S.G.B. Rallye). Ennesimo duello parecchio atteso dagli appassionati è quello che opporrà per la supremazia in gruppo GTI il nisseno Maurizio Anzalone (specialista di San Cataldo) ed il catanese (originario di Giarre) Giuseppe Messina, ambedue alla guida di una performante Renault Clio Rs K (per Anzalone iscritta dal Motor Team Nisseno, nel caso di Messina dalla Tm Racing). Tra i due potrebbe tuttavia inserirsi anche il palermitano Giacomo Adragna, con una Renault Clio Rs R3C. Per l’altro catanese Giuseppe Faro e per la sua Fiat Cinquecento Sporting vi sarà l’occasione di allungare ulteriormente nella classifica assoluta provvisoria dello Challenge Palikè 013 (che già detiene dallo scorso anno), dove si trova al comando dopo cinque prove in archivio (54 i punti a sua disposizione, contro i 50 di cui dispone il “veterano” agrigentino Michele Vella, su Peugeot 306 Rallye, anche lui presente a Grotte), per la Catania Corse. Interessante, infine, pure la sfida tutta in rosa che opporrà la campionessa regionale in carica nello Challenge Palikè, vale a dire la madonita Patrizia Torregrossa (Fiat Cinquecento Sporting) alla lucchese di Sicilia Rosaria Dangelo (con la Fiat Seicento Sporting) alla veloce novarese di Sicilia Angelica Giamboi (Fiat X1/9).

E’ ovviamente inedito il percorso deputato ad ospitare la competizione. Il 1° Slalom Città di Grotte Memorial Josè Sollima si articolerà lungo un segmento di gara della lunghezza di poco meno di 2,5 km, ricavato lungo la strada provinciale 15 detta di Agrigento. Lo “start” è individuato in prossimità di contrada ponte Fiume, nelle campagne di Grotte, l’arrivo è invece collocato 2,450 km più avanti, nei pressi di viale della Vittoria, ingresso del paese (arteria parallela a via Madonna delle Grazie, non lontano dall’intersezione con la via Francesco Ingrao). La medesima zona prospiciente il traguardo (compresa appunto tra i citati viale della Vittoria, oltre il civico 219 e via Ingrao) ospiterà il parco chiuso.

Le verifiche sportive relative al 1° Slalom Città di Grotte Memorial Josè Sollima si svolgeranno sabato 3 agosto, dalle 15 alle 19.30, ospiti nei locali interni del noto bar “La sosta”, in viale Vittorio Veneto, prime propaggini di Grotte, mentre le verifiche tecniche, dalle 15.30 alle 20, sempre di sabato 3 agosto, saranno ospiti nei pressi dell’attiguo viale della Vittoria, nel piazzale antistante la palazzina fratelli Morreale. Lo slalom rimane fissato come tradizione per l’indomani, domenica 4 agosto, sulla distanza delle tre manche (oltre alla classica salita di ricognizione per i concorrenti), con via alla prima vettura stabilito per le 9. Saranno invece dodici le postazioni

di rallentamento per i concorrenti con i classici birilli, disposte lungo il tracciato. Il transito veicolare nella zona sarà chiuso dalla direzione di gara a partire dalle 7 di domenica 4 agosto. La consueta premiazione, prevista ad apertura di parco chiuso nella cornice di piazza Fonte, a Grotte, contribuirà infine a far calare definitivamente il sipario sulla prima edizione dello slalom grottese.

Ufficio stampa Team Palikè

Flavio Lipani 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

PILOTI PER PASSIONE: CIVM E CIS NEL 2020

Nello slalom tricolore di Melfi allo start Antonino Branca, Agostino Fallara e Gaetano Rechichi. Domenico ...