CIAR

PARTE IL GRANDE “TRICOLORE” MOVISPORT: AL CIOCCO AVVIA LA STAGIONE PER UNA SQUADRA DA SOGNO

Il sodalizio reggiano avrà presenza di spessore nella stagione della massima serie italiana di rallies con il Campione in carica Giandomenico Basso ed il vice Andrea Crugnola, ma anche con Michelini, Scattolon e Rusce.


Al Ciocco, questo fine settimana, saranno ben undici, i portacolori reggiani.

La settimana passata soddisfazioni “mondiali” per Hoelbling e due vittorie vibranti, per Spataro al “Laghi” e per Tonelli tra le “storiche” del Valle del Tevere”, su terra.

Movisport, è pronta a salpare per una nuova avventura. Un’avventura tricolore, quella del Campionato Italiano Assoluto Rally-Sparco, che prenderà il via dalle strade del 45. Rally del Ciocco, in lucchesia, dove la scuderia si presenterà al via con il Campione in Carico Giandomenico Basso, con la novità della Hyundai i20 Rally2 ufficiale di FriulMotor e con Andrea Crugnola, vicecampione, che ritroverà la Citroen C3 R5/Rally2 della FPF, la vettura che lo portò al titolo nel 2020.

La “line up”  da sogno di Movisport ha dunque due pedine importanti, che certamente produrranno un duello “in casa” esaltante e spettacolare per l’intera stagione, ma vengono annunciati anche altri tre piloti in grado di farla da protagonisti già dalle strade della mediavalle. Si tratta di piloti di livello come lucchese Rudy Michelini, con Perna, che si è accordato con HK Racing per disporre di una Volkswagen Polo GT Rally2, il pavese Giacomo Scattolon, con Bernacchini, e la Skoda Fabia Erreffe  ed il reggiano Antonio Rusce, con Giulia Paganoni, e la Hyundai i20 N Rally2 della GB Motors. Al via del Ciocco, poi, immancabile presenza di Gianluca Tosi, con Del Barba e la Skoda Fabia Rally2 Evo di GIMA Autosport, per il suo classico test in vista dell’IRCup che avvierà in aprile.


Al via del Ciocco, poi, anche Matteo Lusoli e Andrea Albertini, con una Renault Clio Williams e, nella parte riservata alla prima prova della Coppa Rally di VI zona, altri quattro portacolori avranno modo di dire la loro: Ivan Ferrarotti – Massimo Bizzocchi (Skoda Fabia), poi Matteo Bonini e Stefano Costi  (Skoda Fabia), Federico Francia – Lorenzo Del Rio su una Peugeot 208 R2B ed il veneto Andrea Casarotto, con Fabrizio  Handel, con la certezza della Renault Clio S1600.

Vittoria assoluta al Rally dei Laghi, prova di avvio della Coppa Rally di seconda zona. A Varese, Andrea Spataro e Alessia Muffolini hanno vinto un rally tiratissimo, nel quale sono sempre stati nella lotta di vertice su una Skoda Fabia R5/Rally 2. Una prestazione sopra le righe che ha elevato decisamente di livello l’equipaggio. Ma i tanti riflettori della gara erano puntati sull’inedita versione rallistica di Andrea Crugnola, , su una Peugeot 106 Maxi.  Era un allenamento per il Ciocco ed un voler onorare la gara “di casa” e lui lo ha fatto con il migliore dei modi, firmando la quinta posizione assoluta, con al fianco  il debuttante Andrea Sassi.

Luca Fiorenti e Giancarla Guzzi e puntavano ai vertici assoluti senza mezzi termini, come indicava il loro potenziale ed hanno confermato con una notevole sesta piazza assoluta.

IN SVEZIA HOELBLING CON IL SORRISO

Rally Sweden, seconda prova iridata della stagione. Al via erano in due, il russo Nikolay Gryazin, con la Skoda Fabia Rally2 di TokSport ed il veronese Luca Hoelbling, in gara con la Hyundai i20 Rally2 di S.A. Motorsport Italia, per quella che era la sua quinta partecipazione nella celebre gara scandinava. Non ha avuto fortuna Gryazin, uscito di strada ad una prova dal termine quando era in terza posizione di WRC-2, dietro ai norvegesi Mikkelsen e Veiby, uno stop che lascia l’amaro in bocca in chiave campionato.


Grande soddisfazione invece per Luca Hoelbling e Federico Fiorini, che dopo una prestazione da sottolineare hanno chiuso il Rally Sweden al ventunesimo posto assoluto e primo equipaggio italiano al traguardo. Per il pilota veronese si è trattato del miglior risultato mai ottenuto in una gara del Campionato del Mondo. Dopo una bella prima tappa, corsa senza errori ed in progressione, Hoelbling ha faticato un po’ di più nella lunga seconda frazione anche a causa di un piccolo contrattempo occorsogli in chiusura di giornata, trovandosi con l’acceleratore bloccato a causa di un bullone allentato. Calma e sangue freddo hanno permesso all’equipaggio di chiudere la giornata e di presentarsi al via dell’ultima tappa, quella corsa oggi, con ottimi presupposti. Al termine Hoelbling ha sfiorato i primi venti, risultato di spessore.

Presenze di “nome”, poi al 2° Rally Terra Valle del Tevere, a Sansepolcro, in provincia di Arezzo,dove è arrivata un’altra vibrante e significativa vittoria, quella  nello “Storico”, che apriva la contesa del tricolore di categoria, con AndreaTonelli – e Roberto Debbi e la loro Ford Escort RS, sempre ai vertici e vincitori della loro prima competizione tricolore. Hanno dunque avviato nel migliore dei modi il loro cammino di campionato, per il quale sono decisamente la coppia da battere.

Andrea Maselli, sempre sulla Hyundai i20 R5/Rally2 ha invece chiuso al nono posto assoluto palesando difficoltà con il set-up, e l’argentino Emiliano Biondi, con l’esperto Albrecht Baruffa, anche loro su una vettura di vertice, la Skoda Fabia, hanno finito in 18^ posizione assoluta.

Articoli correlati

Back to top button