Home » Salita » Per Omar Magliona buona la prima.

Per Omar Magliona buona la prima.

Mores, 06 settembre 2011 – L’undicesimo appuntamento stagionale è stato vissuto con un clima piuttosto “rovente” dai principali protagonisti del CIVM 2011, per via di un pugno di ferro manifestatosi nei confronti  dell’organizzazione a causa di una carenza nelle misure di sicurezza, che in un primo momento hanno fatto desistere i vari BIG delle corse su strada, dal prendere il via della corsa. Il neo campione italiano di Gruppo CN, il sassarese Omar Magliona, mattatore della stagione, e indiscusso leader ha così vissuto l’esperienza della corsa veronese, che nel week end appena trascorso ha raggiunto la trentatreesima edizione, segnata dal rientro nella massima serie tricolore.

L’uomo portacolori della Best Lap e rappresentante del Faggioli Team, svantaggiato in un primo  momento dalla scarsa conoscenza del tracciato, essendo la stessa una new – entry , non si è fatto attendere più di tanto, realizzando già in prova il secondo tempo con 2’ 47” 99 alle spalle di Francesco Conticelli leader con 2’ 47” 85. Un meteo alquanto incerto ha accompagnato la giornata più intensa, quella domenicale, che si è aperta con una leggera pioggia prima dello start di “gara uno” rendendo alquanto viscido il manto degli oltre 6 chilometri del tracciato. Successivamente si è assistito ad un miglioramento climatico dalla quale il riconfermato Magliona ha potuto ritrovare motivazione . Sotto la tenda fervono i preparativi dell’Osella “due litri” nella quale si evita d’installare pneumatici nuovi. Il “sardo volante” è concentratissimo e motivato dalla voglia di dimostrare che è lui l’uomo da battere. Appena dopo la partenza s’intuisce che Omar è carico, piede giù e la sequenza decisa del cambio marce. Ed il responso cronometrico 2’ 43” 67 ne è la riprova, miglior tempo di gruppo con un vantaggio di appena un secondo su Savoldi ed un secondo e mezzo su Conticelli, su vettura gemella a quella di Magliona. Ma i capricci meteo si fanno “vivi” allo start di gara due, una forte pioggia cade incessante, ed  Omar senza ripensamenti sfila i panni del pilota ed abbandona anzitempo. E’ lo stesso simpatico “piedone” a raccontare il week – end veneto. Nelle due manche di prove ho cercato di testare le migliori soluzioni d’assetto da utilizzare in gara, confida il driver Best Lap. Mi ritrovavo in quel di Caprino solo ed esclusivamente per “onore di firma”. Ma essendo un “lottatore” ed avendo come avversari delle persone degne di nota ho fatto sinceramente
valere le mie qualità che mi hanno permesso di vincere gara uno. Non ho portato a compimento la manifestazione per il semplice motivo che a nulla sarebbe servito correre rischi inappropriati su un asfalto scivoloso,  preferendo accontentarmi, anche se evidenzio un certo dispiacere per non aver continuato nella mia imposizione. Prossimo ed ultimo atto della stagione 2011 nel bellunese domenica 25 settembre per l’edizione numero  ventotto della Pedavena Croce d’Aune.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Nessuna nuova restrizione per l’organizzazione e l’effettuazione delle manifestazioni automobilistiche iscritte nel Calendario Nazionale ACI

Il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (Dpcm) del 18 ottobre conferma tutte le ...