ETCR

Per Romeo Ferraris un inizio di stagione contro le avversità nel FIA ETCR a Pau

Romeo Ferraris ha completato il primo weekend stagionale del campionato FIA ETCR, andato in scena sull’affascinante circuito cittadino di Pau, in Francia.

La Giulia ETCR si è rivelata all’altezza del compito nelle mani del quartetto di piloti formato da Bruno Spengler, Maxime Martin, Giovanni Venturini e Luca Filippi, ma il fine settimana ha riservato numerose insidie per il costruttore di Opera, che non ha potuto capitalizzare appieno le proprie potenzialità.

Le principali soddisfazioni di questa trasferta sono venute dai successi ottenuti nei Quarti di Finale 2 da Maxime Martin nel pool “Fast” e da Bruno Spengler nel pool “Furious”, e poi da Giovanni Venturini nella Semi Finale 2, sempre nel secondo raggruppamento in cui sono divisi gli iscritti al campionato turismo per auto totalmente elettriche.

Il pilota italiano, purtroppo, non ha però potuto partecipare alla DHL Super Final del pool “Furious”. Sono stati infatti troppo ingenti danni riportati Giulia ETCR condivisa con il connazionale Filippi, che nella finale del pool “Fast” è stato protagonista di un violento impatto contro le barriere dopo essere stato speronato da Jean-Karl Vernay. Sempre Venturini, per il contatto con Mikel Azcona, di nuovo su Hyundai, alla partenza dei Quarti di Finale 1 di sabato aveva patito la rottura della sospensione anteriore destra, terminando anzitempo la sua manche.

Spengler, protagonista di una costante progressione nell’arco del fine settimana, è adesso il portacolori Romeo Ferraris meglio posizionato in graduatoria, quinto con 61 punti davanti al compagno di colori Maxime Martin a 56. Il canadese e il belga hanno terminato il proprio weekend d’esordio nel FIA ETCR con i terzi posti nelle rispettive DHL Super Final, che sono valsi a ciascuno ulteriori 20 lunghezze, mentre Romeo Ferraris è seconda nella classifica costruttori a quota 117.

Michela Cerruti, Team Principal Romeo Ferraris: “Questo primo weekend della stagione si è rivelato per noi molto impegnativo, con tanti episodi che hanno giocato a nostro sfavore, a cominciare dagli incidenti di Giovanni e Luca che condividono la stessa auto. Il loro telaio ha riportato danni molto significativi nella manche finale e dovremo attendere il rientro in sede per sapere se saremo pronti in tempo per il prossimo appuntamento di Istanbul. È stato frustrante assistere a manovre poco intelligenti in un campionato FIA dove ci si dovrebbe aspettare il massimo dal punto di vista dei driving standards. Luca è stato autore di ottime manovre di sorpasso corrette ed è stato poi vittima di un’azione che ha avuto conseguenze disastrose, evitabili. Guardando alle note positive, la Giulia ETCR si è rivelata competitiva, permettendo a Maxime e Bruno di aggiudicarsi i rispettivi quarti di finale, e a Giovanni di imporsi in Semi Finale. Luca è stato sempre combattivo e determinato e una volta di più si è confermato veloce e vero uomo-squadra. Dal punto di vista tecnico Pau è stata un bel banco di prova per la dinamica delle auto FIA ETCR, trattandosi di un tracciato cittadino molto stretto e tortuoso, e siamo convinti di averla superata. Il potenziale è emerso, pur desiderosi di progredire ulteriormente. Il dispiacere per i punti persi in campionato esiste, insieme all’incertezza sulla partecipazione alla prossima tappa di Istanbul, ma sappiamo di avere tutte le carte in regola per recuperare nel corso della stagione”.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio