CIVM

PERUGGINI QUADRICAMPIONE ITALIANO

Con una perfetta simmetria di forze fra talento personale, efficacia delle gomme Avon e database tecnico della Lamborghini Huracan, arriva per il pilota foggiano della AB Motorsport il quarto scudetto della montagna in sequenza ed il sesto titolo in quattro stagioni.


PERUGGINI QUADRICAMPIONE ITALIANOTre scudetti in altrettanti anni, griffati di rosso. Ed oggi il quarto, vestito con una scintillante mise verde. E’stata una felicissima epopea quella vissuta da Lucio Peruggini sulla sua Ferrari 458 Italia GT3 Edition, con altrettanti titoli italiani centrati dal 2016 al 2018 e con un doppio Master Fia vinto a curriculum, unicum assoluto nel ranking europeo. L’epilogo odierno, con due gare d’anticipo sul game Over del Civm, ripropone oggi il più avvincente dei remake in casa Peruggini, che estende il proprio interregno anche al Tricolore Salite anno solare 2019, confermandosi per la quarta volta Re del gruppo Gt, stavolta sull’implacabile Huracan. La possente coupè bolognese, seppur penalizzata da restrizioni all’aspirazione che hanno parzializzato le straripanti performances del V10 di mamma Lambo, ha offerto in dote gli altri straordinari quid del suo raffinato layout tecnico, a cominciare dall’efficienza meccanica e da quella sovrabbondante quota di CZ (carico aerodinamico) che ha sinergizzato perfettamente con le implacabili coperture Avon, PERUGGINI QUADRICAMPIONE ITALIANOevolute in ogni fase della stagione di concerto col pilota foggiano. La downforce e la formidabile motricità della verdona hanno mitigato la perdita di cavalli imposta dalle restrizioni all’aspirazione, previste solo in Italia, consentendo al veloce ed esperto driver pugliese quelle velocità di percorrenza, tanto nei transitori più guidati che in quelli più veloci, imprescindibili per ambire ai massimi score di gara. Un successo tricolore finale costruito vincendo in otto appuntamenti dell’Italiano Salite, spesso imponendosi in entrambe le manches e talvolta fissando il nuovo record, come ad Ascoli. I best time personali di Peruggini del 2019, si sono comunque puntualmente molto avvicinati ai propri record del 2018, ottenuti su una 458 al massimo dello sviluppo e con la quale la sintonia era inevitabilmente totale. Ed è proprio la quota velocistica media espressa dal trittico pilota-gomme-vettura che spinge a proiettarsi positivamente anche in configurazione Civm 2020, nel quale cotanta alchimia tecnica sarà consolidata da un’avvincente stagione di corse in più, nel proprio database tecnico.

PERUGGINI QUADRICAMPIONE ITALIANOTanti e doverosi i ringraziamenti del driver foggiano in quota AB Motorsport: Un annata bellissima, nella quale siamo riusciti a progredire in ogni appuntamento, interfacciandoci con due eccellenze assolute come la Lamboghini Squadra Corse e la Avon Tyres, che ci ha fornito pneumatici costantemente al top. Per quanto attiene la casa bolognese voglio caldamente ringraziare Giorgio Sanna e Stefano Domenicali, per la fiducia riposta nel programma in salita 2019. Un pensiero speciale lo dedico anche al general manager di Avon Tyres Italia, Walter Maganza, per il contributo determinante arrivato dalle continue evoluzioni tecniche delle coperture. Doveroso essere riconoscenti nei confronti dell’ingegner Antonio Colatruglio, di Franco Del Buono e Tommaso Romano, figure chiave anch’esse per centrare il quarto sigillo. La Huracan ha un potenziale residuo straordinario, ancora da PERUGGINI QUADRICAMPIONE ITALIANOesplorare, è una vettura con un livello costruttivo e tecnologico eccezionale e la traslazione dalla pista alla salita necessita di metodo e know how tecnico per essere capitalizzata. Mi ha colpito come quota generale in tutte le aree ed in ogni gara ho percepito il grandissimo lavoro svolto sull’aerodinamica e sull’efficienza generale. Partiamo con una grandissima base per il 2020. Nel frattempo mi godo il successo, che voglio condividere con le persone care, con la mia famiglia. Grazie ai mie tifosi, grazie a tutti di cuore.

Foto copertina: Giuseppe Rainieri

Francesco Romeo


Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker