Home » Salita » PEZINSKA-BABA: MANCIN PUNTA ALLA VETTA

PEZINSKA-BABA: MANCIN PUNTA ALLA VETTA

Il pilota di Rivà, in gara per i colori Mach 3 Sport, si prepara ad affrontare la trasferta più lunga della stagione che lo porterà in Repubblica Slovacca.

Rivà (Ro), 30 Giugno 2015 – Tutto è ormai pronto per Michele Mancin che a breve prenderà il via in direzione Repubblica Slovacca per partecipare al sesto round dell’Austrian Hill Climb Championship previsto per questo fine settimana.

Un impegno notevole per il rivarese e per la scuderia Mach 3 Sport che dovranno percorrere 800 chilometri di viaggio per raggiungere la cittadina di Kamenolom, non molto distante dalla capitale Bratislava, sede della Cronoscalata Pezinska-Baba.

L’evento si articola su un tracciato di poco più di cinque chilometri che da Kamenolom portano i concorrenti alla rinomata località sciistica di Pezinska-Baba incastrata nella splendida cornice montuosa dei Carpazi.

“Sarà la salita più impegnativa dell’intera annata” – racconta Mancin – “in particolar modo per la distanza che ci separa dalla zona di gara. Questo Mercoledì partiremo con Mach 3 Sport alla volta di Kamenolom con circa 800 chilometri da percorrere. Si tratta della nostra prima volta in Repubblica Slovacca ma abbiamo, sulla carta, studiato a fondo il percorso e siamo certi di poter dire la nostra anche in questa occasione. Dopo un avvio molto veloce, quasi rettilineo, il tracciato muta radicalmente diventando molto ripido e guidato con ben 19 tornanti. Sarà fondamentale mantenere il ritmo costante nella seconda parte del percorso se vogliamo che il cronometro ci dia ragione”.

Archiviata quindi l’ottima prestazione nella recente Cronoscalata di Gorjanci, precedente round della massima serie austriaca dedicata agli specialisti della montagna, per Mancin si avvicina un nuovo ed importante banco di prova per tentare l’aggancio al leader provvisorio di campionato Ritzberger al culmine di una avvincente rincorsa.

Sono infatti solamente sette i punti che dividono il due volte tricolore, classe A 1600, e la sua fida Citroen Saxo gruppo A dalla vetta della classifica dell’Austrian Hill Climb Championship con la Pezinska-Baba che potrebbe recitare un ruolo determinante.

“A Gorjanci abbiamo messo in campo un’ottima prestazione” – aggiunge Mancin – “ed è fuori discussione che il risultato ci abbia dato molta fiducia nel potenziale che siamo in grado di esprimere. Attualmente abbiamo un ritardo di soli sette punti da Ritzberger, che comanda la classifica provvisoria, quindi riuscire ad avere un buon passo anche in questo appuntamento potrebbe essere una pedina fondamentale in grado di farci azzerare il distacco. Il pacchetto tecnico è collaudato ai massimi livelli e la trasferta è stata pianificata nei minimi dettagli come di consueto. Ora non ci resta che dare il massimo e sperare che il cronometro ci sia amico”.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Nessuna nuova restrizione per l’organizzazione e l’effettuazione delle manifestazioni automobilistiche iscritte nel Calendario Nazionale ACI

Il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (Dpcm) del 18 ottobre conferma tutte le ...