PISTA

PIERO NAPPI METTE IL TURBO

Nel memorial per papà Natale a Battipaglia, Audì RS3 al figlio Giovanni ed Osella sovralimentata al veterano partenopeo, che ammonisce: “Per le TCR nel Civm, esigo il rispetto rigoroso delle norme”.

Scanzonato, come chi nella sua carriera ha già collezionato così tante super car e risultati di pregio, da potersi approcciare alle gare col meraviglioso status di appagato e vincente senatore da corsa, oggi prestato alle salite e domani alla pista, come per il prossimo Trofeo Nappi.

Un evento dedicato da anni all’amato fratello Natale ed organizzato da quella Scuderia Vesuvio che il compianto genitore fondo’ e che è stata compagna di viaggio di larga parte della sua carriera. Piero Nappi si concederà una due giorni con l’Osella Turbo del team Catapano, da anni sparring partner del gran veterano partenopeo, la stessa vettura impegnata dall’altro decano Franco Leogrande nello scorso Civm. Dopo aver guidato anni fa la FA30 ed aver posseduto recentemente la PA30, Nappi scoprirà quindi la barchetta sovralimentata sviluppata nel corso del 2022, dalla factory campana. Allo start non mancherà il figlio Giovanni, lui al volante della splendida RS3 da qualche mese acquisita dal padre per correre nell’ItalMontagna e con trascorsi da buon pistard.

PIERO NAPPI METTE IL TURBO

Proprio rispetto alle auto del TCR, Piero Nappi ha appreso dal nostro sito della costituzione di un gruppo loro dedicato nel Civm 2023: “Ok, hanno deciso di fare un gruppo per queste macchine e tecnicamente sono d’accordo, ma nulla ha davvero senso se non si effettuano controlli rigorosi e costanti in ogni week end sulla perfetta conformità tecnica di tutti i partecipanti. Senza queste precise garanzie, valuterò bene quale programma portare avanti nel prossimo anno. Per il resto sono contento che il Trofeo Nappi continui a restare in auge nel tempo a dispetto delle difficoltà del periodo storico,  sono altresì certo che la Scuderia Vesuvio e la pista di Battipaglia sapranno strutturare una due giorni piacevole per tutti, come hanno sempre fatto in passato. Sono curioso di provare la PA Turbo dopo aver ben conosciuto le sorellone tremila di casa Osella e soprattutto sono contento che a correre con me ci sia anche mio figlio Giovanni. Spero che ci siano tanti piloti e tanto pubblico e sono certo che questo evento sarà vissuto con grande intensità da tutti. Vi aspetto a Battipaglia il 3 e 4 dicembre”. 

Articolo di FRANCESCO ROMEO 

Articoli correlati

Back to top button