Home » Pista » Pietro Giordano vince il Terra d’Otranto Challenge Race

Pietro Giordano vince il Terra d’Otranto Challenge Race

Alla fine di una gara dominata, dalle qualifiche alla finale, il pilota campano, al volante di una Radical SR 4, si aggiudica la vittoria della gara salentina che ha aperto il Campionato Italiano Formula Challenge. Seconda piazza per Domenico D’Amico su Radical; terzo posto per Attilio Barbone su Elia Avrio.

Partito vincendo, Pietro Giordano chiude vincendo. Il pilota della Radical SR 4, dopo aver siglato il miglior tempo in Gara 1 e in Gara 2, vince anche la finale valida per la conquista del gradino più alto del podio del Terra d’Otranto Challenge Race, primo appuntamento del Campionato Italiano Formula Challenge 2017. Con il tempo di 3’42” e 19 sui quattro giri del percorso ricavato sull’International Circuit “La Conca” di Muro Leccese, il forte pilota campano regola la concorrenza in Raggruppamento 8 precedendo sul traguardo, nell’ordine, Domenico D’Amico, anche lui su Radical secondo con il tempo di 3’57” e 04 e Attilio Barbone, il vincitore della passata edizione della gara salentina, terzo su Elia Avrio con il tempo di 4’01” e 28 centesimi. Daniele Cataldo, al volante di una Fiat 126 Super 1000, conclude al quarto posto, primo di Raggruppamento 10 davanti a Paolo Abalsamo, il vincitore del Raggruppamento 5 su Renault Clio Williams e Albino Pepe, primo di Raggruppamento 7 su Proto Suzuki. Settima piazza in classifica assoluta e vittoria in Raggruppamento 2 per Paolo Garzia su Citroën Saxo Vts che chiude i suoi quattro giri di finale davanti alla Honda Crx di Giuseppe De Paolo che si porta a casa la vittoria in Raggruppamento 4. Concludono la top ten del quarto Terra d’Otranto Challenge Race Gianluca Martina e Guido Palmisano, entrambi su Peugeot: il primo su 106 Gti, il secondo su 205 Rallye a completare il podio di Raggruppamento 2 dietro a Garzia. In Ragruppamento 11, una gara a se stante per decisione del Collegio dei Commissari Sportivi e corsa sul giro “secco” e non sulla somma dei tempi, la vittoria è andata a Marco Mele su Renault 5 Gt Turbo davanti a Marco Liguori su Mini Cooper S e Giorgia Ascalone della sua Renault Clio Rs.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Alessandra Zinno è il nuovo Direttore Generale dell’Autodromo Nazionale Monza

Oggi l’insediamento ufficiale: “Il Tempio della Velocità diventerà un polo attrattivo non solo per il ...