Home » Salita » PIKES PEAK: LA DIVINA TORNA IN CIMA

PIKES PEAK: LA DIVINA TORNA IN CIMA

Dopo decenni di assenza una spettacolare Delta S4 ufficiale, quella di Traversone, punterà agli scacchi del Colorado. Un evento storico per la feroce Iper Car torinese, già in gara in passato, ma mai nella configurazione Total Asphalt attuale.

Non di solo Faggioli, vive l’Italia a referto della Pikes Peak 2018. In Colorado infatti, si troverà anche un’altra superstar alle fotocellule della crono più insidiosa del mondo: parliamo della leggendaria Sovralimentata 4 ufficiale, telaio 209 (o semplicemente 9, come qualcuno usava dire in gergo) di Gian Maria Traversone, pilota di origine mista del Costa Rica. Un gentlemen driver, che aveva partecipato fra gli altri anche al Rally Legend di due anni fa, proprio con la belva torinese.

La sua vettura, vanta un pedigree del più alto livello: nel curriculum agonistico di questo esemplare infatti, campeggiano il successo al Rally Argentina del 1986, ottenuto dall’equipaggio composto dal bicampione del mondo Miki Biasion e dal fido navigatore Tiziano Siviero, con la griffe Martini Racing, da aggiungere al Rally di Catalunya e a quello di San Marino dello stesso anno, centrato però dalla coppia Fabrizio Tabaton-Luciano Tedeschini in gara con la livrea Esso Grifone.

Un’operazione nostalgia tesa a riportare in Colorado una straordinaria protagonista della più scintillante epopea dei rally, che è al contempo anche una novità assoluta ed un evento di caratura storica per questa superstar, considerato che mai nessuna S4 aveva corso in configurazione Total-Asphalt, ma solo in quella mista terra-bitume originale.

Francesco Romeo

Foto: www.ewrc.cz
Foto di testa: Registro Storico Lancia Delta S4

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

*

x

Check Also

Weekend da dimenticare per Teo Furleo alla 57^ Coppa Paolino Teodori

È stato un fine settimana difficile per Teo Furleo alla 57^ Coppa Paolino Teodori con ...