PISTA

PIRIA JUNIOR: VITTORIA CON DEDICA A ROSARIO MIANO

Ancora un successo fra le ProtoBike per il giovanissimo Antonino, figlio del noto veterano degli slalom, vincente con la sua Elia 1000 sulla pista di Villasmundo. 


Una vittoria ha sempre un sapore speciale, ma quella di domenica scorsa ne aveva inesorabilmente di più. 

Antonino Piria ha l’età in cui il massimo traguardo motoristico per un adolescente medio è il motorino da cinque hp, perfetto per andare a scuola. 

Lui al contrario, con 180 cavalli dietro la schiena ci vince le gare, mettendosi negli specchietti navigati sceriffi della velocità a quattro ruote. Gente, per intenderci, che vanta anni di esperienza con le macchine da corsa, doppi rispetto a quelli di vita del giovanissimo figlio d’arte scillese. 

A Villasmundo è arrivata la quarta sonante vittoria in auto per il campioncino tirrenico, che sorprende in ogni gara non solo per la padronanza di guida della sua Elia, ma soprattutto per la gestione emotiva di ogni situazione agonistica. 


PIRIA JUNIOR: VITTORIA CON DEDICA A ROSARIO MIANO

In bagarre o in lotta contro il tempo insomma, al volante Antonino mostra indifferentemente molti più anni di quanti ne abbia davvero, riuscendo ad avere ragione anche di macchine più potenti della sua barchetta calabra, spinta da un generoso cuore Suzuki da 1000 cc. 

Complice, è bene ribadirlo, una perfetta gestione della sua crescita da parte di papà Gaetano, bravo a puntellare in lui determinati input senza forzare i tempi o palesare eccessiva pressione e quindi esagerate aspettative.  

Di padri che “bruciano” i figli per il loro errato approccio, ne è infatti piena la storia delle corse. 

Questa encomiabile famiglia scillese, è invece una splendida eccezione. 

Dopo gli scacchi attraversati da vincitore, per Antonino era il tempo della dedica commossa e quasi obbligata al compianto Rosario Miano, che nelle ultime ore di vita aveva espresso la sua volontà all’amico di sempre Gaetano Piria, di far provare una delle sue monoposto proprio ad Antonino, da lui visto crescere come ometto e come pilota, fin dai tempi del kart. 


L’emozione nitida ed il trasporto del giovane campioncino nella sua dedica di fine gara, sono stati la migliore cornice di un’altra bellissima pagina da allegare al trentennale diario agonistico, dell’inesauribile Scillese Volante. 

Articolo di FRANCESCO ROMEO 

Articoli correlati

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker