Home » Pista » PERONI RACE » PODIO E BEFFA PER SALVATORE LIOTTI NEL MASTER TRICOLORE PROTOTIPI A VALLELUNGA

PODIO E BEFFA PER SALVATORE LIOTTI NEL MASTER TRICOLORE PROTOTIPI A VALLELUNGA

Il pilota di Terracina è autore di una prestazione eccellente in gara-1 che gli vale il terzo posto assoluto, ma poi viene ingiustamente penalizzato per un contatto che gli nega la possibilità di prendere parte alla seconda manche.

A volte le corse riservano emozioni a dir poco contrastanti, capaci di trasformare la gioia per un grande risultato in delusione cocente nel giro di pochi minuti. E’ quanto accaduto a Salvatore Liotti, sfortunato protagonista nel terzo week-end stagionale del Master Tricolore Prototipi a Vallelunga, il quale ha conquistato uno splendido terzo posto in gara-1 prima di vedersi infliggere una discutibile penalità di 25″, in seguito ad un contatto che lo ha visto colpevole di aver…subito una sportellata da un avversario. Come se non bastasse, a fine gara è arrivata un’ulteriore beffa, visto che i danni riscontrati sulla sua Radical SR3 gli hanno impedito di prendere parte alla seconda manche prevista per l’indomani.

E’ stato un fine settimana a dir poco movimentato quello che ha visto impegnato il pilota di Terracina sul circuito di casa, in occasione del terzo round del campionato promosso dal Gruppo Peroni Race. Dopo il positivo esordio del Mugello e l’assenza forzata di Misano (in seguito ad un problema tecnico verificatosi proprio nei test pre-gara), le premesse per fare bene sull’autodromo di Vallelunga sembravano esserci tutte, grazie anche al prezioso lavoro di messa a punto del team sulla vettura fornita dalla scuderia Autosport Sorrento.

Un lavoro che inizialmente ha condotto Liotti ad un ottavo tempo assoluto al termine delle qualifiche, al quale hanno fatto seguito interventi in termini di set-up realizzati in base alle indicazioni fornite dal pilota, al fine di poter migliorare le prestazioni della vettura. Questo nonostante l’evidente gap presente tra la Radical SR3 e le auto più potenti del lotto, le quali potevano fare affidamento su dei riscontri in termini di velocità di punta decisamente più performanti che si manifestavano soprattutto in fondo ai lunghi rettifili dell’autodromo capitolino.

La prima gara del week-end ha però evidenziato un Salvatore Liotti in gran forma, determinato a voler cogliere un risultato di prestigio e a dare battaglia in pista: grazie ad un eccellente spunto allo spegnimento dei semafori, il driver laziale si è presentato alla prima staccata dei Cimini in un’incredibile terza piazza, dovendo però in seguito cedere due posizioni alle vetture più potenti. Liotti non si è però dato per vinto, regalando spettacolo nel tratto più guidato della pista dove ha sfruttato l’opportunità di recuperare il terreno perduto in rettifilo. Portatosi all’attacco di un avversario poco prima di metà gara, ha messo a segno una staccata perentoria riuscendo ad affiancare all’interno la vettura del rivale, ma quest’ultimo non si è avveduto della manovra di Liotti ed il contatto è stato inevitabile. Entrambi i contendenti sono finiti in testacoda, con Liotti che però è ripartito come una furia, riuscendo nell’ultimo giro di gara a strappare il terzo posto assoluto, transitando sotto la bandiera a scacchi a soli 5″ dal vincitore. La gioia per aver colto il primo podio stagionale è però durata ben poco, visto che il laziale si è visto infliggere dai Commissari la bellezza di 25″ di penalità, facendolo scivolare in sesta piazza finale.

Oltre al danno è però poi arrivata anche…la beffa: nei controlli effettuati dai tecnici del team subito dopo la gara, è emerso un danno alla trasmissione che avrebbe reso quantomeno imprudente la partecipazione alla prova del giorno dopo. Per Liotti e il suo staff non è quindi rimasta altra scelta se non quella di…fare le valigie e terminare in anticipo il week-end, chiudendo così con tanta delusione e amarezza l’esperienza sul circuito di Vallelunga.

Salvatore Liotti: “Sicuramente usciamo da questo fine settimana con l’amaro in bocca per come sono andate le cose. Avevamo fatto un ottimo lavoro di messa a punto in vista delle gare, che ci aveva consentito di migliorare la nostra SR3 ed avvicinarci alle vetture più potenti delle altre classi. Anche la partenza era stata ottima, dopodiché ho effettuato questa manovra di attacco che probabilmente ha colto di sorpresa il mio avversario, visto che ha chiuso repentinamente la porta e l’urto è stato inevitabile. Dopo il testacoda sono riuscito a ripartire e, nonostante i danni all’ala e la convergenza compromessa, il passo è rimasto molto positivo, a conferma dell’eccellente lavoro svolto sull’assetto: alla fine è arrivato un insperato terzo posto finale, ma poi la decisione della Direzione Gara è stata una vera e propria doccia fredda. Un vero peccato, anche perché ero completamente all’interno dell’altra vettura e i segni riportati sulla mia macchina lo confermano. Abbiamo quindi effettuato ulteriori verifiche ed è emerso un guaio alla trasmissione causato proprio dal contatto, che ci ha costretto ad alzare bandiera bianca per evitare ulteriori guai. Ringrazio comunque il mio staff per l’eccellente lavoro portato avanti nel corso del week-end: adesso non resta che guardare avanti con fiducia e voltare velocemente pagina in vista della prossima sfida”.

Le classifiche del week-end sono disponibili sul sito www.gruppoperonirace.it, mentre tutti gli aggiornamenti sulle attività in pista di Salvatore Liotti sul sito web www.salvatoreliotti.it e sulla pagina Facebook ‘Salvatore Liotti – Racing Driver’.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

*

x

Check Also

TUTTO PRONTO PER IL QUINTO GRUPPO PERONI RACE WEEKEND 2018

Il Tempio della Velocità apre le sue porte al Gruppo Peroni Race. Questo weekend sarà ...