CIGT

PODIO, PUNTI E LEADERSHIP DELLA CLASSIFICA: PARTENZA “SPRINT” PER LORENZO FERRARI CON LA AUDI NEL CAMPIONATO ITALIANO GRAN TURISMO

Tirando le somme quello di Lorenzo Ferrari sulla Audi era un debutto, quanto meno nel Campionato Italiano Gran Turismo, visto che lo scorso anno al volante della R8 LMS GT3 della Casa dei quattro anelli il piacentino aveva conquistato il successo nella 6 Ore di Roma. Un debutto che a Monza, nel primo appuntamento del calendario Sprint della serie tricolore, si è trasformato in un podio e… mezzo al termine di un weekend in parte condizionato dalla pioggia, che sabato ha costretto a posticipare alla mattina seguente la prima gara.


Ma iniziamo dalle qualifiche, con la pista bagnata, che nel primo turno hanno visto Riccardo Agostini, compagno di squadra di Lorenzo, chiudere con il sesto tempo. Poi, nella seconda sessione, Ferrari ha sferrato la zampata decisiva issandosi fino alla seconda posizione che di fatto lo ha collocato in prima fila per Gara 2.

Sabato, come già detto, un autentico diluvio ha fatto sì che tutte le 33 vetture al via completassero solo tre giri dietro alla safety car prima che venisse esposta la bandiera rossa. Domenica mattina, con il sole e la pista ancora bagnata, il nuovo via che ha visto Agostini sostenere il primo stint di guida partendo con le rain e risalire terzo. Il padovano è rimasto sempre in lotta nel gruppo di testa, subendo però una penalizzazione di cinque secondi per un track limit. A questo punto è salito in macchina Lorenzo, che nel pit-stop anticipato per una gara ridotta nella sua durata ha messo su le gomme slick, il che ha comportato un’ulteriore anche se necessaria perdita di tempo. Il piacentino si è reso quindi autore di una rimonta che da 15° lo ha portato ad agguantare nelle fasi finali il terzo posto, che per effetto della penalità precedente si è definitivamente trasformato in un quarto piazzamento.

In Gara 2, avviandosi dalla prima fila, Lorenzo è sfilato subito terzo, guadagnando poi una posizione approfittando di un errore all’uscita della Roggia di Francesco Massimo De Luca che in partenza era passato secondo. Il 18enne piacentino è stato abile a quel punto a tenere dietro la Lamborghini di Jonathan Cecotto. Quindi, al secondo giro, è entrata in pista la safety car a causa dell’uscita di una vettura nelle retrovie. Alla ripartenza Ferrari ha mantenuto la seconda posizione. Dopo i pit-stop Agostini è rientrato terzo, recuperando un ulteriore posizione grazie al sorpasso nei confronti della Lamborghini di Pietro Perolini e portandosi ancora secondo. Il padovano nei minuti finali è anche riuscito a mettersi nella scia della Mercedes del leader Bar Baruch, ma alla fine anche a causa dei doppiati vi è rimasto dietro.

Con questi due risultati, Ferrari ed Agostini lasciano Monza in testa alla classifica. Prossimo appuntamento fra tre settimane, sul circuito siciliano di Pergusa, per il round inaugurale della serie Endurance.


Articoli correlati

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker