Home » Pista » POLLICE ALTO PER IL TROFEO JONIO

POLLICE ALTO PER IL TROFEO JONIO

Una riuscita quarta edizione per la kermesse concepita dalla Caltagirone Motorsport, che ha portato sulla pista Racing Kart di Laureana di Borrello, circa 50 vetture. Antonino Branca su Gloria B4, vincitore assoluto.

Danilo Caltagirone, pilota di monoposto anche lui e promotore di eventi sportivi a quattro ruote, ha saputo intercettare le esigenze e le problematiche degli appassionati e ne ha innescato da queste una formula assolutamente vincente, che migliora in ogni edizione ed è sfociata in una quarta tappa, molto partecipata e spettacolare. L’ennesima kermesse del Trofeo Jonio, disputata domenica 30 settembre sul circuito da 960m di Laureana di Borrello, ha fatto tesoro delle precedenti edizioni e ha offerto una domenica ad alto godimento, per pubblico e partecipanti.

Divise rigorosamente in varie classi di cilindrata e motore, per rendere assolutamente uniforme ed attendibile la sfida, decine di auto da corsa e stradali si sono sfidate via via in due manche cronometrate a concorrente singolo, nelle quali tirare fuori il massimo delle capacità di guida e di prestazione delle vetture presenti.

Per quanto attiene alle Storiche Stradali del primo raggruppamento, successo di Demetrio Vilardi su Fiat 500 davanti a Pasquale Cuzzola, su auto simile. Per il secondo raggruppamento, vittoria di Roberto Papalia su Fiat 128 Rally davanti a Daniele Nicolini su Alfa Gt Junior e a Massimo Panzitta su Fiat X1/9 1300.

Nel terzo raggruppamento, successo per Mimmo Spanti su Fiat Uno Turbo i.e Racing. Nel quarto, Ferdinando Costantino su X1/9 1500 si è imposto davanti a Domenico Annetta su Alfa 75 1600 e Tommaso Ianni’ su Giulia 1600.

Fra le Moderne Stradali, nel gruppo 1 successo di Davide Pignataro su Fiat 500 con powertrain Smart 600. Nel secondo raggruppamento, affermazione per Antonino Chiera su Punto 1200 16v a benzina.

Nel partecipatissimo gruppo 4, Gaetano Rechichi ha vinto con la sua Punto 1300MJ a gasolio davanti a Massimo Serpa su Fiat 500, anch’essa 1300MJ, mentre al terzo posto si è piazzato Giuseppe Romeo, su 500 di omologa meccanica. Nel gruppo 5, Antonio Martino su Fiat Punto Abarth 1400 sovralimentata, ha preceduto Valerio Dato su auto simile. Nel settimo raggruppamento, Bruno Magno su Citroën C2 1600 aspirata ha vinto precedendo Antonio Praticò, in gara anche lui su questa stessa vettura. Nel gruppo 8 Antonino Caserta su Mini Cooper S 1600 turbo ha prevalso, mentre in seconda posizione è arrivato Giuseppe Caratozzolo su Peugeot 207 GTI di pari cubatura e sovralimentazione.

Nel nono raggruppamento Antonello Bruno su Alfa 147 MJT 1900 8v, ha vinto nettamente scendendo, unico di classe, sotto il tetto dei 50 secondi e giungendo sul podio davanti a papà Renato, che sulla stessa macchina ha avvicinato il suo crono nella seconda manche. Terza piazza finale per Antonino D’Amico, anche lui su Alfa 147 1900 JTD.

Nel decimo gruppone, Domenico Colella si è preso lo scettro con la sua Audi A3 TDI SB. Nel dodicesimo raggruppamento vittoria invece per Giuseppe Brogna, campione assoluto della scorsa edizione della kermesse, che con la sua Mitsubishi Lancer Evo10 ha preceduto Damiano Villari su Audi TT S e Rocco Mazzotta su Audi TT FSI.

Per la categoria Auto da Corsa, nel quinto raggruppamento Vittorio Grandinetti ha preceduto il consanguineo Vincenzo, sulla stessa Alfa 33 QV1600. Nel sesto raggruppamento dedicato alle Monoposto ed alle Formula, Antonino Branca su Gloria B4 Kit, vincitore anche della classifica assoluta e recordman di giornata, si è messo alle spalle papà Giuseppe sulla stessa auto ed Arcangelo Madaffari su Predator 600. Nel gruppo 7, vince Giorgio Corsaro su Sixty Seven 1300.

Francesco Romeo

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

*

x

Check Also

IL BILANCIO 2018 DELLA SPEED MOTOR NELLE GARE SU PISTA

ANCORA DOMINIO NELLA BMW 318 RACING SERIES E PARTECIPAZIONE AD ALTI LIVELLI NEGLI ALTRI CAMPIONATI. ...