CIVMPERONI RACE

PREMIUM WEEK END PER L’AUTOSPORT SORRENTO

Nel Master Tricolore Prototipi a Vallelunga, secondo posto e vittoria per Luigi Bruccoleri sulla Ligier. Buona la verve di Andrea Pace alla Coppa Nissena. Crash senza conseguenze invece, per Francesco Adragna.


PREMIUM WEEK END PER L’AUTOSPORT SORRENTOUn ritorno importante, come importante è stata la traccia lasciata da Luigi Bruccoleri nelle serie Radical in pista del decennio scorso, nelle quali era stabilmente protagonista. Un pilota notoriamente completo, versatile, esperto, che dopo anni di rally, salite e di attività sviluppate anche nel proprio Autodromo della Concordia sotto l’egida del Project Team di cui è fondatore, si è misurato finalmente con il valore intrinseco della Ligier JS53 Evo dell’AutoSport Sorrento, che lo aveva catturato per i risultati colti in Italia ed Europa nelle ultime stagioni. Il bel circuito di Vallelunga, tappa del Master Tricolore Prototipi, e’stato quindi l’habitat ideale per saggiare il layout della barchetta francofona, che ha ammaliato Bruccoleri fin dalla prima presa di contatto: Già a vettura ferma mi sono subito reso conto dell’estrema bontà della costruzione di questa macchina. Si vede da mille piccole cose che sia stata ingegnerizzata da gente di alto livello, che tutto sia davvero stato concepito con una cura ed una metodologia da sport car di elevato lignaggio. Alla guida mi sono accorto immediatamente della sua quota generale, soprattutto come aerodinamica, per la sensibilità estrema dimostrata alle minime regolazioni e per la velocità esprimibile tanto sul bagnato che sull’asciutto. Non posso non evidenziare la grande bravura del capo tecnico Alessio Canonico, che ho trovato molto migliorato, competente, preciso, meticoloso, granitico nel portarti con autorevolezza e chiarezza nella direzione giusta, con una professionalità che mi ha permesso di guidare più fluido e con prestazioni in crescendo. Importante anche il ruolo dell’ingegnere Palmiotto, prezioso col suo lavoro sebbene non fosse presente, come impeccabili tutti i ragazzi dello staff nel tradurre sulla macchina gli input discussi. Il roster dell’AutoSport Sorrento, lo dico con estrema sincerità, è davvero una realtà di elevato spessore. Sono ovviamente più che contento per il secondo posto in gara-1 e raggiante per la vittoria in gara-2 centrata perlopiù sulla pista bagnata. Il valore degli avversari era molto alto e non potevo davvero sognare un ritorno migliore. Anzi, ti dirò di più, non vedo l’ora di tornare sulla Ligier per fare qualche altra gara, perché e stata un’esperienza stupenda..

PREMIUM WEEK END PER L’AUTOSPORT SORRENTONovecentotrentatre km a sud est era di scena invece la penultima tappa del Tricolore della Montagna, quella della Coppa Nissena, dove la factory biancorossa ha portato la stessa coppia di Radical SR4Evo 1600 impegnate ad Erice nel precedente week end, con i medesimi driver a guidarle.

Partiamo dal dato più importante della due giorni: Francesco Adragna sta benone, l’incidente occorsogli durante la veloce tappa sicula del Civm non gli ha provocato alcuna conseguenza fisica, sebbene la barchetta si sia capovolta per gli effetti di un’intraversata che, complice il contatto col dislivello della banchina laterale, l’ha proiettata in aria. Paura e concitazione, anche per la discutibile inerzia iniziale dei commissari, ma driver illeso. Dall’altra parte del box, buona la domenica da corsa di Andrea Pace, contento dell’evoluzione della sua prestazione durante il week end, che gli è valsa una doppia quinta posizione finale di classe, score in carta carbone rispetto alla salita precedente. Così Pace ai nostri microfoni: Mi sento maggiormente appagato rispetto ad Erice, perché ho guidato in modo più confacente al mio stile di guida, che non è quello di un pilota professionista o super veloce ovviamente, ma ricalca il passo di un gentlemen driver con tanta voglia di divertirsi, cercando ovviamente di ben figurare. Straordinari sono stati i tecnici Patrizio e Mauro nel decifrare le mie necessità , mettendomi nelle condizioni migliori per esprimermi in ogni fase del week end. Questa gara mi ha rincuorato parecchio e mi fa pensare ora ad altre uscite con la Radical dell’AutoSport Sorrento.

Francesco Romeo
Resp.Comunicazione
AutoSport Sorrento


Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker