CRZ

Presentato ufficialmente il 18° Benacvs Rally

Saranno in totale 101 gli equipaggi che il 4 e 5 marzo daranno vita ai due rally che si correranno ai piedi del Monte Baldo.


Il 18° Benacvs Rally – 2° Memorial Andrea Bonsaver ed il primo Rally Benaco Storico sono pronti a far parlare i cronometri. Nella settimana che porterà alle gare in programma per il 4 e 5 marzo sono stati ufficializzati i concorrenti che prenderanno parte ai due eventi organizzati dalla Daytona Race in collaborazione con ACI Verona Sport, Valpolicella Rally Club e Verona Motorsport.

Durante la serata di presentazione svoltasi presso la Sala Consiliare di Palazzo Carlotti, sede del Municipio di Caprino Veronese, sono intervenuti il vice sindaco di Caprino Veronese Davide Mazzola, la sindaca di Ferrara di Monte Baldo Serena Cubico, l’assessore allo sport del Comune di Cavaion Veronese Angelo Indelicato e l’assessore alle manifestazioni del comune di Caprino Veronese Maurizio Salomoni. Per gli organizzatori erano presenti Dario Lorenzini per la Daytona Race, il direttore di gara Alberto Riva e Massimiliano Boldrini per ACI Verona Sport.

Da tutte le autorità intervenute sono emerse parole di soddisfazione per la possibilità di ospitare il Benacvs Rally, in molti casi l’evento più importante sul proprio territorio dall’inizio della pandemia, un significativo segno di apertura e di graduale ritorno alla normalità.
Una vetrina considerevole anche per paesi più piccoli – come sottolineava la sindaca Cubico – che per un fine settimana diventano il centro di importanti eventi sportivi.
Si è posto l’accento anche sull’importante valorizzazione del territorio che una manifestazione sportiva di questo valore porta come valore aggiunto, raccogliendo un indotto decisamente considerevole e rappresentando una vetrina turistica di indubbia efficacia.
La gara avrà come epicentro proprio il Comune di Caprino Veronese e come sottolineato dall’assessore Salomoni a cui ha fatto eco il vice sindaco Mazzola, la speranza è che il paese, forte di una tradizione motoristica sportiva nata fin dalla metà degli anni sessanta con la cronoscalata della Caprino – Spiazzi e rafforzata ai giorni nostri con il Benacvs Rally, arrivi ad essere un riferimento come città dei motori per tutti gli appassionati.

Scendendo nei particolari di quelli che saranno i protagonisti del fine settimana, sono 95 gli equipaggi iscritti al 18° Benacvs Rally, mentre al 1° Rally Benaco Storico sono sei i concorrenti che hanno dato la loro adesione.
Com’era prevedibile, grandi numeri quelli presentati per il Benacvs Rally, da sempre una delle gare più amate dai piloti per il suo percorso molto tecnico e selettivo ma al contempo in grado di esaltare le doti di guida, il tutto in un ambiente paesaggistico da cartolina.
Quantità ma anche decisamente qualità per questo evento, che vedrà ai nastri di partenza pronti a lottare per la vittoria assoluta una vettura della classe WRC e ben 22 auto della classe R5.


Numeri davvero di livello per la prima prova della Coppa Rally di Zona 3 Veneto e Trentino Alto Adige, che rendono davvero difficile stilare un possibile pronostico per un ipotetico podio finale, anche se tra gli attesi protagonisti bisogna menzionare Giorgio De Tisi, che affiancato dal bellunese Rudy Pollet porterà in gara con il numero 1 una Citroen DS3 WRC, l’unica della sua classe al via e con la quale il pilota trentino cercherà di replicare il successo del 2016.
Di certo dovrà sfruttare tutti i cavalli della sua World Rally Car se vorrà stare davanti all’agguerrita pattuglia delle vetture della classe R5, dove la Skoda Fabia la fa da padrona con 17 presenze, seguita con due auto per modello dalla Volkswagen Polo e dalla Hyundai i20 ed a chiudere una Ford Fiesta.

Il primo degli avversari sarà anche il primo dei piloti di casa che cercherà di sgomitare per il gradino più alto del podio, stiamo parlando di Federico Bottoni che navigato da Sofia Peruzzi è il campione in carica della Coppa Rally di Zona 3, ma ancora alla ricerca della prima vittoria assoluta in carriera che potrebbe arrivare proprio dentro i confini casalinghi.
Un altro pilota da non sottovalutare sarà l’esperto bresciano “Pedro” che affiancato da Roberto Mometti è reduce da un terzo posto assoluto alla sua prima uscita con la Volkswagen Polo dopo una stagione nel CIWRC con la Hyundai i20, e presente al Benacvs per affinare la conoscenza con la vettura tedesca.
Sempre con una Polo R5 l’altro bresciano Alberto Dall’Era con Luca Beltrame cercherà di migliorare il buon quinto posto assoluto dello scorso anno, quando per la prima volta è sceso in gara al Benacvs.
Chi farà dell’esperienza la sua forza sarà sicuramente il vicentino Alessandro Battaglin, inossidabile campione di Marostica in gara con Selena Pagliarini ed al via con la Hyundai i20.
Da seguire anche l’altro pilota di casa Roberto Righetti che per l’occasione lascerà la sua fida Citroen DS3 per una Skoda Fabia affiancato da Diego Rossi.
Ritorno per l’occasione alle auto moderne anche per lo scaligero Riccardo Andreis che dopo anni passati su una Porsche 911 fa il suo ritorno ai rally attuali con una Skoda Fabia.
Questi sono solo una minima parte dei protagonisti attesi al 18° Benacvs Rally che prenderà il via sabato mattina, non bisogna assolutamente dimenticare tutti gli altri equipaggi che nelle varie classi sono il cuore della corsa e che sicuramente daranno spettacolo in un fine settimana che finalmente aprirà ufficialmente la stagione dei rally moderni nella provincia di Verona.

Da sottolineare inoltre il tradizionale spirito internazionale che da sempre anima la gara, forte anche del richiamo turistico dovuto agli splendidi territori che la corsa attraversa.
In questo contesto l’edizione 2022 del Benacvs Rally avrà tra i suoi iscritti un pilota svizzero, due equipaggi tedeschi, uno tedesco con navigatrice austriaca, ed uno ceco.

Per quanto riguarda la prima edizione del Rally Benaco Storico, saranno solo sei gli equipaggi al via, ma con tutte vetture rigorosamente a trazione posteriore, sinonimo di spettacolo assicurato come i rally comandano.
I favori del pronostico vanno sicuramente al trevigiano Bernardino Marsura con alle note Massimiliano Menin, in gara con una Porsche 911 RS, sempre con una vettura di Stoccarda saranno al via anche Guglielmi – Corradini su 911 SC e Delladio – Musti su 911 RS. Su una coreografica Ford Sierra Cosworth sarà della partita l’equipaggio di casa composto da Sebastiano Serpelloni e Nicola Petrin, mentre su due Opel Kadett GT/E saranno presenti gli scaligeri Bottoni-Sansone e Pellizzari-Pellizzari.

Come anticipato la gara di quest’anno avrà come suo epicentro il comune di Caprino Veronese (VR), dove sarà dislocato il quartier generale della gara e da dove le vetture prenderanno ufficialmente il via il sabato 5 marzo dopo che nella giornata di venerdì verranno effettuate le ricognizioni e lo shakedown oltre che le verifiche d’ufficio. La partenza alla prima vettura verrà data sabato alle 7.31, dove poi vi farà ritorno sempre nella giornata di sabato 5 marzo alle 19.30 dopo 320,58 chilometri di gara di cui 65,68 di tratti cronometrati distribuiti su 7 prove speciali.


Oltre ad essere valido per il C.R.Z. Il Benacvs Rally avrà validità anche per l’R Italian Trophy, il Trofeo Rally Veronesi ed il Trofeo 15 Pollici.

Articoli correlati

Back to top button