WSK

Primi protagonisti ad Adria per la WSK Open Cup

Disputate le prove di qualificazione del Round 1 e Round 2 della WSK Open Cup di Adria, e le prime manches eliminatorie del Round 1 delle categorie MINI, OKJ, OK e KZ2. Giovedì e venerdì ancora manches, sabato prefinali, domenica 29 novembre tutte le finali. 


Sul Circuito di Adria Karting Raceway la doppia sfida della WSK Open Cup è già entrata nel vivo con le prove di qualificazione del Round 1 e Round 2, oltre alle prime manche eliminatorie di questo lungo weekend che si concluderà domenica 29 novembre con tutte le finali delle categorie KZ2, OK, OKJ e MINI.  Anche l’evento di Adria per la WSK Open Cup propone il format caratterizzato dal doppio round, a causa di un calendario gare forzatamente rivisto per l’emergenza Covid-19.

 

In KZ2 svettano Gustafsson e Pex.

Nelle due sessioni di prove sono lo svedese Viktor Gustafsson (Leclerc by Lennox Racing/BirelART-TM Racing-Vega) e l’olandese Stan Pex (KR Motorsport/KR-TM Racing-Vega) i due prim’ammori della KZ2, autori del miglior tempo delle prove di qualificazione con Gustafsson per il Round 1 in 47.319 e con Pex per il Round 2 in 47.437. Fra i migliori anche l’eccellente olandese Senna Van Walstijn (CPB/Sodikart-TM Racing) ad appena 25 millesimi di secondo da Gustafsson e il francese Tom Leuillet (Praga Racing Team/TM Racing) a 39 millesimi di secondo da Pex.

Prove di qualificazione KZ2:


Round1: 1. Gustafsson 47.319; 2. Van Walstijn +0.025; 3. Pex +0.060; 4. Leuillet +0.144; 5. Valtanen +0.150; 6. Van Hoepen +0.173.

Round2: 1. Pex 47.437; 2. Leuillet +0.039; 3. Gustafsson +0.046; 4. Van Hoepen +0.117; 5. Van Walstijn +0.126; 6. Marseglia +0.129.

Nella OK domina Barnard.

Nella OK è stato il vincitore della WSK Champions Cup di inizio stagione, l’inglese Taylor Barnard (Rosberg Racing Academy/KR-Iame-Bridgestone), a dominare la scena in tutte e due le sessioni di prove per il Round 1 e Round 2. Nella prima sessione Barnard è stato il più veloce in 48.015 davanti al francese Marcus Amand (VDK/KR-Iame), nella seconda sessione sempre Barnard si è imposto in 48.170 ma questa volta con margini molto ridotti e appena 25 millesimi di secondo sul bulgaro Nikola Tsolov (DPK Racing/KR-Iame).

Prove di qualificazione OK:


Round1: 1. Barnard 48.015; 2. Amand +0.145; 3. Badoer +0.254; 4. Taponen +0.262; 5. Pirttilahti +0.263; 6. Dunne +0.274.

Round 2: 1. Barnard 48.170; 2. Tsolov +0.025; 3. Zhivnov +0.086; 4. Badoer +0.090; 5. Pirttilahti +0.096; 6. Bertuca +0.109.

Sato e Clausen guidano la OK-Junior.

Le prove di qualificazione della OK-Junior si sono sviluppate in due gruppi per ognuna delle due sessioni. Per il Round 1 il più veloce in assoluto è stato il giapponese Rintaro Sato (Ricky Flynn/Kosmic-Vortex-Vega) in 49.642, che è andato a precedere l’italiano Manuel Scognamiglio (Gamoto/Tony Kart-Vortex), mentre per il Round 2 si è fatto valere il suo compagno di squadra il danese Tobias Clausen in 49.651, mentre per la seconda miglior prestazione il più veloce è stato l’americano Ugo Ugochukwu (Sauber Karting Team/KR-Iame) in 49.704.

Prove di qualificazione OKJ:

Round1 Assoluta: 1. Sato 49.642; 2. Scognamiglio 49713; 3. Pasiewicz 49.725; 4. Cui 49.755; 5. Clausen 49.733; 6. Kucharczyk 49.819.

Round 2 Assoluta: 1. Clausen 49.651; 2. Ugochukwu 49.704; 3. Scognamiglio 49.728; 4. Pasiewicz 49.736; 5. Rinicella 49.779; 6. Powell 49.792.

Van Langendonck e Gladysz si dividono il primato nella MINI.

Particolarmente incerta come al solito si è presentata la MINI Gr.3 Internazionale, con tanti giovanissimi pretendenti al successo. Anche qui i piloti sono stati divisi in due gruppi per ognuna delle due sessioni. Per il Round 1  il più veloce si è rivelato il belga Dries Van Langendonck (Leclerc by Lennox Racing/BirelART-TM Racing-Vega) in 54.430, davanti al polacco Maciej Gladysz (Parolin Racing Kart/Parolin-TM Racing) in 54.501, con quest’ultimo autore della migliore prestazione per il Round 2 in 54.302 seguito dallo sloveno Aleksandar Bogunovic (Gamoto/Tony Kart-TM Racing).

Prove di qualificazione MINI:

Round1 Assoluta: 1. Van Langendonck 54.430; 2. Gladysz 54.501; 3. Bogunovic 54.570; 4. Olivieri 54.806; 5. Kamenik 54.824; 6. Skulac 54.835.

Round2 Assoluta: 1. Gladysz 54.302; 2. Bogunovic 54.431; 3. Lammers 54.460; 4. Cardenas 54.614; 5. Hanna 54.615; 6. Apicella 54.655.

Questi i vincitori delle prime manches del Round 1:

KZ2 Manche-1: 1. Van Waltstijn; 2. Pex; 3. Leuillet.

OK Manche-1: 1. Barnard; 2. Pirttilahti; 3. Zhivnov.

OKJ Manche A-B: 1. Ugochukwu; 2. Kucharczyk; 3. Sato.

OKJ Manche C-D: 1. Lindblad; 2. Gowda; 3. Rinicella.

MINI Manche C-E: 1. Lammers; 2. Skulanov; 3. Gladysz.

MINI Manche B-D: 1. Cardenas; 2. Przyrowsky; 3. Hanna.

MINI Manche A-E: 1. Van Langendonck; 2. Tarnvanichkul; 3. Schaufler.

MINI Manche C-D: 1. Skulanov; 2. Lammers; 3. Przyrowsky.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker