ERC

Rachele Somaschini al via del Campionato Europeo 2023

La pilota milanese pronta a mettersi in gioco nella serie continentale con un programma continuativo, ma sono in vista anche altri impegni nazionali

Rachele Somaschini ha lavorato duramente per riuscire a concretizzare il sogno che insegue da ormai quattro stagioni: disputare un programma di punta nel Campionato Europeo Rally (FIA ERC).

Le difficoltà della fase pandemica, dal 2020 al 2022, hanno limitato la partecipazione della pilota milanese a qualche evento della serie continentale, utile almeno per prendere confidenza con un ambito di competizione decisamente complesso e sfidante.

In questa stagione invece Rachele, con la costanza e la determinazione che la contraddistinguono, è riuscita a perfezionare un programma di ampio respiro, che la vedrà al via di sei gare del Campionato Europeo sulle otto in calendario (escluse per ora il Rally Liepaja e il Rally di Ungheria), sulla Citroen C3 Rally 2 – gestita da FPF Sport – a partire dall’evento di apertura, il Rally Serras de Fafe, in Portogallo, il prossimo 10-12 Marzo.

Ad affiancarla alle note nell’impegno internazionale si conferma l’esperto navigatore professionista Nicola Arena, con cui la pilota ha intrapreso un’attività di formazione negli ultimi due anni, che intende completare e mettere a frutto.

Una bella sfida attende quindi la giovane milanese, che non sarebbe stata realizzabile senza la conferma, anche in questa stagione, del fondamentale sostegno di Prima Assicurazioni, One Bond e Bardahl, e della collaborazione con Sparco e Pirelli in qualità di partner tecnici.

“Essere riuscita ad imbastire un programma continuativo in una serie così importante – commenta Rachele Somaschini – è davvero un grande sogno che si realizza. Non nascondo che ci sia tantissimo lavoro alle spalle di questo risultato, cominciato nel 2019 e poi frenato dalla situazione difficile che tutti abbiamo subito. Quindi vivo questo momento con grandissimo entusiasmo e tanta voglia di fare bene, pur consapevole del livello molto alto degli avversari con cui mi confronterò.”

Finora ho maturato solo una parziale esperienza di qualche gara del Campionato Europeo, – prosegue Rachele – come il Rally di Fafe, disputato l’anno scorso per la prima volta e con condizioni meteo disastrose, perciò sarà una stagione tutta da costruire, ma come sempre daremo il massimo per cercare di gratificare quanti mi hanno dato fiducia.

Inoltre questo impegno – sottolinea ancora la pilota – si coniuga con la straordinaria opportunità di promozione in un contesto internazionale del mio progetto #CorrerePerUnRespiro – dedicato alla sensibilizzazione e raccolta fondi per la ricerca sulla fibrosi cistica -. Grazie all’attenzione che il Promoter del Campionato intende dedicare all’iniziativa, oltre all’incremento di visibilità che la serie otterrà con il lancio della Rally TV, #CorrerePerUnRespiro potrà raggiungere un’audience enormemente più vasta. Già solo questo risultato per me rappresenta un fondamentale obiettivo raggiunto e per il quale sono profondamente grata verso tutti coloro che lo hanno reso possibile.”

Rachele è pronta quindi per l’inizio di stagione imminente, ma gli impegni sportivi 2023 non finiscono qui. La pilota sta infatti definendo gli ultimi accordi per concretizzare un programma anche nel Campionato Italiano Rally, la massima serie nazionale, a cui è legata sin dal suo debutto nella specialità (nel 2018) e dove ha conquistato due titoli femminili.

Di questo ulteriore progetto, che sarà condiviso con la bresciana Arianna Faustini come compagna di abitacolo, si definiranno tutti i dettagli nel corso delle prossime settimane.

Primo appuntamento con il palcoscenico europeo per venerdì 10 Marzo sulla pedana di partenza del Rally Serras de Fafe, che si articolerà in 17 tratti cronometrati nella regione Nord del Portogallo, per un totale di 180,29 km di prove speciali, per concludersi poi domenica 12 Marzo, sempre nella cittadina portoghese di Fafe, con la cerimonia di premiazione.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio