Home » Rally » CIRT » Rally Adriatico-Marche: confermato il Trofeo Andrea Dini

Rally Adriatico-Marche: confermato il Trofeo Andrea Dini

Tutto pronto, con ben 114 iscritti per la terza prova “tricolore” su terra, che vede confermato il premio alla memoria del giovane motocrossista marchigiano scomparso in gara nel 2017. 

Il trofeo verrà assegnato all’equipaggio vincitore dell’ultima prova speciale.

Mancano davvero poche ore, per sentire il rombo dei motori al  27° Rally Adriatico-Marche, previsto per questo fine settimana a Cingoli (Macerata), organizzato come consuetudine da PRS GROUP, congiuntamente al Comune di Cingoli, e forte di un plateau numeroso (114 iscritti) e di alta qualità, certamente generato dall’avere la tripla validità del Campionato Italiano Rally Terra (CIRT), di cui sarà la terza prova, quella di pari titolarità per i Rallies storici (quarta prova, denominata “Medio Adriatico”) oltre ad essere la terza anche in questo caso del Cross Country, che torna al Rally Adriatico dopo ben sette stagioni di assenza. E, infine, è stata “graduata” quale prima prova del Challenge Raceday Rally Terra 2020-2021. La gara sarà inoltre valida quale ultima prova della Coppa rally di V zona, a coefficiente 1,5, utile quindi per prendere punti importanti per la finale nazionale di Como in ottobre.

A questa messe di titolazioni si affianca il “Memorial Andrea Dini”, istituito da PRS GROUP dal 2017, in ricordo del giovane pilota di motocross scomparso a seguito di un incidente in gara proprio nella primavera di quell’anno nella pista di Ponzano di Fermo a pochi giri dal traguardo della gara valida per le 125 due tempi. Andrea era un grande appassionato di motorsport a tutto tondo, apprezzava molto i rallies.

La consuetudine vuole che il trofeo venga assegnato all’equipaggio che sigla il miglior tempo assoluto nell’ultima prova speciale della gara.  L’albo d’oro del Memorial Andrea Dini vede scritti i nomi di Scandola-D’Amore (2017 e 2018) e Marchioro-Marchetti (2019).

LA SFIDA TUTTA SU UN GIORNO

L’evento su due giorni, è stato disegnato in maniera semplice, cercando il massimo della snellezza per addetti ai lavori e partecipanti: sabato 26 settembre sono in programma le ricognizioni, shakedown e verifiche, mentre le sfide saranno tutte concentrate sulla giornata di domenica 27 settembre. Sono previste in totale sei prove speciali complessive (due da ripetere tre volte), per 64,590 km. di distanza competitiva mentre il totale dell’intero percorso misurerà 206,230 km.

La partenza sarà alle ore 07,31, l’arrivo alle 17,30, riordinamenti e parchi assistenza sono previsti a Cingoli.

Tutte e quattro le gare avranno lo stesso percorso e l’intera manifestazione è concentrata nelle 36 ore previste dalle disposizioni Federali vigenti.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Paolo Andreucci e Francesco Pinelli vittoria al Rally Adriatico e ipoteca sul campionato

Paolo Andreucci: “Abbiamo fatto una gara impeccabile senza sbavature, adesso ragioniamo sul futuro del campionato.” ...