Home » Rally » CIR » RALLY ROMA CAPITALE, PROJECT TEAM A SEGNO
RALLY ROMA CAPITALE, PROJECT TEAM A SEGNO

RALLY ROMA CAPITALE, PROJECT TEAM A SEGNO

All’appuntamento d’apertura della massima serie tricolore, gara in crescendo e primi punti stagionali tra le “due ruote motrici” per il giovane alfiere Christopher Lucchesi (Peugeot 208 R2), navigato dall’esperto Marco Pollicino


Sono stati più che positivi i riscontri registrati in casa Project Team, reduce dal Rally di Roma Capitale, appuntamento inaugurale tanto del Campionato Italiano Rally quanto dell’”Europeo”, andato in scena nel fine settimana appena trascorso. Seppur al debutto sui selettivi asfalti laziali, infatti, il portacolori Christopher Lucchesi ha tenuto botta, tanto da incamerare i primi punti tricolori tra le “due ruote motrici” in ambedue le gare, suddivise in altrettante giornate, centrando rispettivamente un terzo e un quarto posto. Presentatosi al via su Peugeot 208 R2 della GF Racing e navigato dall’esperto Marco Pollicino, il giovane figlio d’arte ha sofferto in avvio, va da sé, tanto un tracciato per lui del tutto inedito (non lo era per gran parte dei suoi diretti avversari) quanto, al contempo, la ricerca di un assetto ideale del mezzo, pur riuscendo a spuntare il miglior riscontro cronometrico di categoria nella quinta prova speciale (delle 15 totali del weekend). Di diverso aspetto, invece, l’approccio alla seconda e ultima tappa domenicale che ha visto l’equipaggio toscano-siculo autore di una performance in netta crescita.

«Non era, certo, iniziata nel migliore dei modi. Nella prima frazione cronometrata del sabato, infatti, pur riprendendo il concorrente che mi precedeva, non sono riuscito a sorpassarlo per via del tratto stradale troppo stretto, perdendo ben 20 secondi. Un’enormità, alla luce dei ritmi altissimi degli antagonisti in campo» – ha raccontato Lucchesi jr – «Nel prosieguo, di concerto con la squadra, abbiamo testato varie soluzioni sulla vettura cambiando anche gli ammortizzatori col fine, ovviamente, di migliorarci. Un lavoro proseguito anche l’indomani e che ha pagato, garantendomi un ottimo set-up che mi ha permesso di proseguire con maggior scioltezza. Cos’altro aggiungere? La competizione romana si è rivelata più tosta, dura e ostica del previsto. Anche per questo, il bilancio finale è più che soddisfacente».

Buona la prima, dunque, per Lucchesi jr che farà tesoro dell’esperienza capitolina in vista del prossimo impegno nel CIR, ovvero, il “casalingo” 43° Rally Il Ciocco e Valle del Serchio, in programma il prossimo 22 agosto.

Calendario Campionato Italiano Rally  “due ruote motrici” 2020


Rally di Roma Capitale (26 luglio); 43° Rally Il Ciocco e Valle del Serchio (22 agosto); 104ª Targa Florio (13 settembre); 67° Sanremo Rallye (4 ottobre); 38° Rally Due Valli (25 ottobre); 11° Tuscan Rewind (22 novembre).

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Una foratura rovina la gara di Stefano Peletto e Massimo Barrera al Tuscan Rewind

Una foratura rovina la gara di Stefano Peletto e Massimo Barrera al Tuscan Rewind

Stefano Peletto: “Nella prima prova abbiamo compromesso la gara. Abbiamo comunque fatto una gara in ...