Home » Rally » CIR » RECORD DI ISCRITTI AL 43° RALLY IL CIOCCO E VALLE DEL SERCHIO

RECORD DI ISCRITTI AL 43° RALLY IL CIOCCO E VALLE DEL SERCHIO

BEN 123 LE ADESIONI, CON TUTTI I PROTAGONISTI DEL CAMPIONATO ITALIANO RALLY.

DI ALTO LIVELLO LA SFIDA NELLA COPPA RALLY DI ZONA, CON PRETENDENTI DI SPESSORE ANCHE DA FUORI REGIONE.

Il Ciocco (Lu). La versione “estiva” del rally Il Ciocco e Valle del Serchio ha conservato fascino e forte appeal, se è vero che, a sfidarsi sulle prove speciali disegnate tra Media Valle e Garfagnana, saranno ben centoventitre equipaggi, che saranno accolti dal sole e dal verde lussureggiante di questi luoghi, anziché dal clima invernale delle tante edizioni nel mese di marzo. “Tanti davvero – commenta Valerio Barsella, dal suo ufficio della Organization Sport Events – non ricordo, negli anni in cui ho gestito il rally Il Ciocco, un numero così alto di iscritti”. Settantaquattro adesioni per la gara del Campionato Italiano Rally, quarantanove gli iscritti alla gara Coppa Rally di Zona. Ben trentatré le performanti vetture “errecinque” al via (22 nel CIR e 11 nel CRZ), otto equipaggi provenienti dall’estero e tanti gli iscritti ai Trofei Monomarca: Suzuki su tutti, con diciotto vetture, poi Renault, con una quindicina di macchine suddivise nei vari Trofei e quindi Peugeot, con dieci vetture, di cui sei iscritte al Trofeo Top. Ma soprattutto un ricco “parterre de roi” di pretendenti alla vittoria, sia per la gara del Campionato Italiano Rally, di cui il rally Il Ciocco e Valle del Serchio è il terzo appuntamento, dopo le due gare all’interno del rally Roma Capitale, sia per la Coppa Rally di Zona.

PRONOSTICO APERTO PER LA GARA DEL CAMPIONATO ITALIANO RALLY

La prevista, intensa calura e il fondo stradale asciutto saranno le nuove variabili che influiranno su questa inconsueta edizione estiva del rally Il Ciocco. La lotta per il vertice vede, tra i principali favoriti, l’esperto plurititolato Giandomenico Basso, con Granai e la Volkswagen Polo GTI R5 HK Racing, campione italiano rally in carica, ultimo vincitore al Ciocco, e vincitore di gara 1 CIR al rally Roma Capitale, primo appuntamento stagionale, e il campione CIRA in carica Andrea Crugnola, con Ometto, e la Citroen C3 R5 FPF Sport, che si è aggiudicato gara 2 a Roma. Un duello nel quale vorrà inserirsi una pattuglia di veloci pretendenti, idealmente capitanata da Rudy Michelini, con Perna, su Volkswagen Polo GTI PA Racing. Il toscano al Ciocco corre su speciali che considera di casa, ed è riuscito ad inserirsi, al rally di Roma, tra Basso e Crugnola, occupando attualmente la seconda posizione assoluta nel CIR e la prima nel Campionato Italiano Rally Asfalto. Insieme a Michelini, ambiscono a fare molto bene il comasco Alessandro Re, con Menchini, su VW Polo GTI R5, il reggiano Antonio Rusce, con Farnocchia e la Citroen C3 R5, il veneto Marco Signor, con Pezzoli, a bordo di una VW Polo GTI R5 un quintetto di Skoda Fabia Evo R5, con il bresciano due volte campione CIWRC Stefano Albertini, con Fappani, il pavese Giacomo Scattolon, con Bernacchini, l’esperto Ivan Ferrarotti, navigato da Grimaldi, Gianluca Tosi, con Del Barba, e il locale Mauro Lenci, con  Bosi alle note.

Da seguire con interesse e attenzione saranno tre giovani e dotati piloti, tutti e tre su Skoda Fabia R5, facenti parte del progetto ACI Team Italia: si tratta del fiorentino Paolo Ciuffi, che ha visto il suo programma nel mondiale Junior stravolto dalle conseguenze del Covid 19, e che torna al volante, con Gonella alle note, del bresciano Luca Bottarelli, con Pasini, e della “new entry” ACI Team Italia, il palermitano Alessio Profeta, con Raccuia.

Sempre in tema di giovani, si ripropone al rally Il Ciocco anche la lotta per il Tricolore Due Ruote Motrici, con il podio tutto Peugeot 208 R2, con Davide Nicelli, affiancato da Mattioda, leader provvisorio, seguito in classifica campionato da Alessandro Casella, con Siragusano. I due ventiseienni sono seguiti, a pari punti con Casella, dal ventunenne Cristopher Lucchesi, con Pollicino.

Tre gli equipaggi femminili al via della gara CIR, con vetture estremamente diverse: Patrizia Perosino e la figlia Veronica proseguono con la Skoda Fabia R5, mentre Luciana Bandini, con Rita Ferrari, disporranno di una Renault Clio Williams e Martina Iacampo, con Titti Ghilardi, sarà al volante di una Peugeot 208 R2.

Un pizzico di internazionalità e di glamour viene dalla presenza del tedesco Albert Von Thurn und Taxis, con Hettel, a bordo di una Skoda Fabia R5.

Immancabile alla gara, per loro veramente di casa, la famiglia Marcucci, con Andrea Marcucci, con Gonella, al via con una Skoda Fabia R5, mentre il figlio Luigi, con Vellini, debutta con la interessante Ford Fiesta della nuova categoria N5.

 

PAOLO ANDREUCCI “SVEZZA” LA NUOVA PEUGEOT 208 R4 AL RALLY IL CIOCCO

L’undici volte campione italiano rally Paolo Andreucci sarà della partita, di nuovo insieme ad Anna Andreussi, ma il suo compito sarà quello di svezzare la nuova “piccola” Peugeot 208 R4: non potrà competere per l’assoluta, ma c’è da scommettere che, con qualche tempo di alto livello, riuscirà a far sentire la sua presenza. Anche perché avrà il forte stimolo agonistico, con una vettura simile, del giovane (classe 1999) e arrembante francesino Mathieu Franceschi, al Ciocco in gara preparatoria per la stagione in Francia.

 

COPPA RALLY ZONA DI GRAN LUSSO, CON TANTI CANDIDATI ALLA VITTORIA

Alessandro Perico è la “guest star” del rally Il Ciocco 2020, versione Coppa Rally di Zona. Il pilota bergamasco, protagonista nel CIR per varie stagioni, vanta una vittoria assoluta nel rally Il Ciocco e Valle del Serchio, impresa compiuta nel 2015. Oggi team manager di PA Racing, Perico torna al volante, con Turati alle note e la Volkswagen Polo GTI R5 della sua struttura. Avrà un bel daffare per ambire alla vittoria, comunque, perché sulla sua strada troverà un bel po’ di concorrenza, soprattutto toscana. A partire dall’altra Polo GTI R5 di Luca Artino, con Gabelloni, e dalla Citroen C3 R5 di Luca Pierotti, con Milli, ma anche da un quartetto di Skoda Fabia R5 che promettono scintille, con al volante Luca Panzani, con Pinelli alle note, Michele Rovatti, con Lombardi, Paolo Moricci, con Garavaldi a fianco, Thomas Paperini, con Fruini. Senza dimenticare che, per la vittoria, si dovranno fare i conti anche con il veloce piacentino Andrea Carella, con Bracchi, anche lui su Skoda Fabia R5.

 

UNDICI PROVE SPECIALI E UN PERCORSO “RIVISTO” IN CHIAVE “RALLY COVID-19”. PIU’ BREVE IL “CIOCCO CRZ”.

Undici le prove speciali in programma, tutte nella giornata di sabato 22 agosto, per un totale di circa 95 km. Aprirà il primo dei due passaggi sulla breve de “Il Ciocco”, con i suoi 2,28 km, a seguire ci saranno tre passaggi su “Tereglio” e “Careggine”, abbreviate rispettivamente a 13,87 km e 10,69, ancora due passaggi sulla “Bagni di Lucca“con i suoi 7,14 km e, in mezzo, la Super Prova Speciale all’interno della tenuta Il Ciocco, con i suoi nervosi 1,9 km.

Più breve il rally Il Ciocco versione Coppa Rally di Zona, con quasi 63 km di prove speciali e otto prove speciali in programma, con l’esclusione, rispetto alla gara CIR, del terzo passaggio su “Tereglio” e “Careggine” e del secondo passaggio su “Bagni di Lucca”.

Partenza del 43° rally il Ciocco e Valle del Serchio, per tutti, alle ore 8.00 di sabato 22 agosto, con arrivo, per la gara CRZ, intorno alle ore 16.00 e arrivo finale, per la gara CIR, alle ore 19.05.

Come noto, il rally sarà “a porte chiuse”, ma gli appassionati potranno seguire la gara grazie ai molti servizi televisivi, web, streaming previsti, a cura di ACI Sport e di altre realtà, nonché alle dirette web e radiofoniche.

LE VALIDITA’ DEL 43° RALLY IL CIOCCO E VALLE DEL SERCHIO: CIR, CIRA E CRZ A COEFF 1,5

Terza gara del Campionato Italiano Rally 2020 (dopo le due gare all’interno del rally Roma Capitale), il rally Il Ciocco sarà valevole, oltre che per il Campionato Italiano Rally, anche per il Campionato Italiano Rally Asfalto e per il CRZ, la Coppa Rally di Zona, con coefficiente 1,5.

Altre validità di prestigio quelle per il Trofeo Pirelli Accademia, riservato alla gara CRZ, per l’R Italian Trophy, per i Trofei monomarca con Peugeot Competition Top, ma anche con il Regional Rally Club, con la Suzuki Rally Cup, e con Renault Clio Trophy Italia, per il CIR, mentre per il CRZ ci saranno il Corri con Clio N3 Open e il Twingo R1 Open.

Il Rally Il Ciocco sarà inoltre gara valida per il Trofeo Rally Toscano e per il Premio Rally ACI Lucca.

Proseguono anche alcune iniziative in ricordo di grandi sportivi lucchesi, legati ai rally, con il 4° Trofeo Rossi-Guglielmini e con il 6° Memorial Claudio Guazzelli.

Importante anche l’evento benefico, realizzato per raccogliere fondi, a favore dell’associazione Il Sogno Onlus, ideato e realizzato dall’Associazione Taxi Rally, con la collaborazione di Lucca Corse, PRM e associazione ”La Grotta” di Puglianella, con  l’appoggio del 43° rally Il Ciocco e Valle del Serchio.

Maxi Car Racing

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

“TARGA FLORIO” IN CHIARO-SCURO PER MOVISPORT: POLLARA FINISCE QUARTO, SCATTOLON IN DIFFICOLTA’ MICHELINI OUT

La gara siciliana ha segnato una notevole performance per il pilota siciliano, a ridosso del ...