Home » Salita » Salita della Sila: La legge del Leone

Salita della Sila: La legge del Leone

Salita della Sila: La legge del Leone

L’ampio vantaggio in Campionato e il distacco inflitto alla concorrenza nelle prove cronometrate di ieri hanno rischiato di rendere quasi una formalità la disputa, oggi, della nona gara CIVM 2011. Ma risultati scontati e formalità non rientrano nel DNA di Leo Isolani, autore oggi di una prova entusiasmante alla 25ª Salita della Sila.

Grazie alle vittorie già conquistate finora, per mettere al sicuro lo scudetto di Campione Italiano GT nel CIVM 2011 sono sufficienti due “buoni” risultati, non necessariamente due “vittorie”: questa è la situazione con cui Leo Isolani affronta stamattina il suo ritorno sulla Sila. Ma nel dizionario di Isolani l’unico “buon risultato” che conta è comunque un’altra vittoria che, data la dimostrazione di forza registrata nelle Prove Cronometrate, il pilota di Castelfidardo oggi cerca caparbiamente in gara “contro sè stesso”.
Daniele Boccati, capo tecnico e sviluppo della Ferrari 575 GTC di Isolani azzarda un miglioramento in gara di un secondo al chilometro. Leo Isolani supera le aspettative abbassando di oltre 11 secondi il suo tempo di prova e con uno strabiliante 5′ 34″ 40 si aggiudica il Gruppo GT anche nel round calabrese del CIVM 2011.

Erano molti i timori del pre-gara” – dice Isolani – “Mancavo da parecchi anni qui alla Sila. Mi ricordavo un percorso impegnativo e con molte incognite legate alla maneggevolezza della mia 575. Ma già alla prima presa di contatto e nelle prime salite di ricognizione ho capito che ce la potevo fare. Mi piacciono le sfide impegnative e piuttosto che prolungare la chiusura dei giochi per il Campionato GT ho deciso di muovere il primo passo decisivo qui in Calabria, per potermi rilassare nel finale di stagione. Una decisione che ha pagato in pieno: oggi la macchina ha fatto, come si dice, quello che volevo io e sono molto contento dell’esito di questa trasferta, sia per il piacere di guida provato nel pilotarla verso il traguardo che ovviamente per l’ennesima Vittoria. Una vittoria conseguita su un tracciato molto tecnico, a mio avviso il più difficile da interpretare incontrato finora in questo Campionato, 9 chilometri e mezzo dove il pilota può ancora fare la differenza. E ora possiamo andare in ferie … ma non troppo

Con questo risultato la leadership in GT di Leo Isolani va a 102 punti, con un distacco sul diretto inseguitore che sale a ben 32 lunghezze. Non è ancora il momento di tirare i remi in barca: la situazione scarti della concorrenza non permette ancora la certezza matematica del titolo.
Appuntamento quindi alla prossima gara: il Trofeo Luigi Fagioli – Gubbio/Madonna della Cima, in programma il 20/21 Agosto prossimi.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Nessuna nuova restrizione per l’organizzazione e l’effettuazione delle manifestazioni automobilistiche iscritte nel Calendario Nazionale ACI

Il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (Dpcm) del 18 ottobre conferma tutte le ...