CIS

Salvatore Venanzio vince la Salerno Croce di Cava

Il primo alfiere della Scuderia Venanzio, al via della competizione su Radical SR4 Suzuki, mette la sua firma sulla vittoria dello slalom tricolore di scena in Campania. Contribuiscono all’ennesimo successo di scuderia Luigi Vinaccia, secondo assoluto su Osella PA 9/90 Honda, e Donato Catano, sesto assoluto su A 112 Elegant Ayabusa.

Dopo averla inseguita per alcune gare e averla mancata più volte per un soffio, Salvatore Venanzio, sulle strade di casa, centra una vittoria che vale oro. Il pilota campano, infatti, vince, dominandola, la Salerno Croce di Cava, decima prova della serie tricolore di scena, nel fine settimana, in provincia di Salerno, tra mare e cielo. Il primo alfiere della Scuderia Venanzio sale sul gradino più alto del podio con il tempo della seconda manche, la sua migliore di giornata, corsa al volante della sua Radical SR4 Suzuki in 2’49” e 17 centesimi, unico a scendere sotto il muro dei 170 punti. E avrebbe vinto con il tempo di ognuna delle tre salite che lo hanno sempre visto tagliare il traguardo davanti a tutti. “Sono contentissimo di questo risultato”, commenta il vincitore. “Una vittoria che cercavo da tempo, netta e senza esitazioni, che mi lascia ben sperare per il finale di un campionato che resta apertissimo ma che mi vede nuovamente in testa alla classifica, pronto, insieme ai componenti del mio team, a dare il massimo per riportare a casa il titolo tricolore”. Seconda piazza per il corregionale e compagno di scuderia Luigi Vinaccia su Osella PA 9/90 Honda con il tempo di 2’52” e 17 centesimi fatto segnare al termine della seconda salita lungo i quattro chilometri del percorso di gara disegnato sulla Strada Provinciale Croce che da Salerno conduce all’ombra del medioevale Castello di Arechi. “Un bel risultato di cui sono soddisfatto”, commenta Vinaccia. “Un secondo posto al termine di una gara molto tecnica e impegnativa, anche fisicamente, che mi conferma tra i possibili pretendenti al titolo”. A contribuire al successo della Scuderia Venanzio, ancora una volta la prima, ci pensano un velocissimo Donato Catano, sesto assoluto e autore di una gara corsa in crescendo al volante di una A 112 Elegant Ayabusa che gli regala la vittoria in Gruppo E2 SH, e Fabio Gargiulo, sedicesimo assoluto, davanti a Giusppe Esposito, entrambi su Kart Cross, rispettivamente primo e secondo di Gruppo VST al termine di un duello giocato sul filo dei centesimi. Salgoano sul gradiono più alto del podio per scuderie anche Giuseppe Pollio, quarto nel combattutissimo Gruppo Speciale Slalom e primo di classe al volante della sua Renault 5 GT Turbo, Maria Grimaldi, terza di classe su Fiat Cinquecento Gruppo Speciale Slalom. Non prende il via dello slalom Antonino De Gregorio su Fiat 500 bicilindrica.

La “Freccia Rossa” di Salvatore Venanzio, alla Salerno Croce di Cava, ha nuovamente colpito nel centro e dalle strade di casa, con questo risultato, il campione campano riparte: guardando avanti e mirando all’obiettivo tricolore che, a due gare dal termine di un campionato lungo, impegnativo e avvincente, appare sempre più chiaro all’orizzonte.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio