Home » Rally » CIRT » San Marino Rally | Pronto il secondo round del Campionato Italiano Rally Terra

San Marino Rally | Pronto il secondo round del Campionato Italiano Rally Terra

Sabato 29 agosto nel Piccolo Stato andrà in scena il secondo atto della serie tricolore sterrata, di nuovo affiancata dal CIRT Storico e dal CI Cross Country, più CIR Junior e Coppa Rally di Zona. 22 R5 nel CIRT con tutti i big della polvere confermati allo start, special guest Marquito Bulacia. 350 km di percorso totale, 9 prove speciali per 65 km di puro spettacolo.

Ripartenza veloce per il Campionato Italiano Rally Terra 2020 che raddoppia a stretto giro di posta. Dopo il debutto stagionale nel Rally Valtiberina di inizio agosto, il CIRT sta per tornare a distanza di venti giorni con il secondo round nel San Marino Rally. La 48esima edizione della gara organizzata dalla Federazione Auto Motoristica Sanmarinese si disputerà interamente nella giornata di sabato 29 agosto e avrà come sede centrale la classica location del Multieventi a Serravalle. Un secondo episodio sulle strade bianche che alza la posta in palio. Infatti al triplo tricolore sterrato, previsto per ognuno dei quattro appuntamenti stagionali con l’affiancamento al CIR Terra del Campionato Italiano Rally Terra Storico e del Campionato Italiano Cross Country, si aggiungeranno stavolta il Campionato Italiano Rally Junior e per la Coppa Rally di Zona. Cinque validità tricolore firmate ACI Sport che effettueranno lo stesso percorso di circa 350 chilometri totali con all’interno 9 tratti cronometrati distribuiti su 66 chilometri complessivi.

ANDREUCCI CONTRO TUTTI

Grande fermento a San Marino in attesa del ritorno della serie maggiore. 61 in totale le vetture moderne attese allo start, tra le quali 22 di classe R5 a disposizione dei migliori equipaggi specialisti dello sterrato. Leadership in campionato e vantaggio del pronostico a favore di Paolo Andreucci. L’11 volte campione italiano arriva dalla vittoria nel primo round aretino e torna a San Marino dopo il terzo assoluto di un anno fa, stavolta con Anna Andreussi e la Citroen C3 R5. Ritorno nella gara biancoazzurra anche per Simone Campedelli, uno di quelli che ha sempre saputo mettersi in mostra su queste strade. Grande novità per il romagnolo che si presenterà da secondo del Campionato al volante della Volkswagen Polo R5 di Step Five Motorsport sempre affiancato da Tania Canton. Terzo in classifica assoluta, cerca conferme pilota di Marostica Giacomo Costenaro insieme a Justin Bardini su Skoda Fabia R5, che dopo il podio nell’apertura proverà al riscattare il ritiro sanmarinese dell’ultima edizione. Quota importante per l’idolo locale Daniele Ceccoli. Il pilota di San Marino è sicuramente tra i favoriti di questa gara e dopo aver rotto il ghiaccio sulla Hyundai i20 R5 di Hyundai Rally Team Italia insieme a Piercarlo Capolongo proverà a centrare la vittoria assoluta sfuggita lo scorso anno. Ci sarà anche il compagno di squadra Umberto Scandola. Il veronese torna a calcare la terra dell’Italiano, dopo la partecipazione del 2019, per fare chilometri con la sua i20 insieme a Guido D’Amore. Sarà comunque da tenere d’occhio per la lotta al vertice. Bagarre alla quale stavolta vuole prendere parte Nicolò Marchioro, il padovano rimasto fuori dalle posizioni che contano nel Round 1 di Campionato ed ora chiamato alla risposta al volante della Skoda Fabia Evo R5 di MS Munaretto con Marco Marchetti alla destra. Vuole aumentare il passo anche l’umbro Francesco Fanari, per questo round in coppia con Pietro Ometto sempre sulla R5 boema di Step Five.

Tra gli iscritti al San Marino Rally salta all’occhio il nome di un pilota, già visto all’opera nel CIRT 2017, che può mischiare le carte in tavola ai big della serie nazionale e puntare all’assoluta. È quello di Marquito Bulacia, giovane campione boliviano quest’anno impegnato nel Mondiale Rally, che sarà presente come special guest sulla Skoda Fabia R5 gestita da Free Rally Service.

La flotta di R5 si arricchisce con la presenza di altri equipaggi sempre veloci sulle strade bianche. Di nuovo presenti l’aretino Massimo Squarcialupi, ancora su Ford Fiesta MKII con il fratello Giovanni, Tullio Luigi Versace con Cristina Caldart su altra Fabia, mentre torna in Campionato l’esperto driver sardo Giuseppe Dettori su Fabia R5 di PA Racing. Secondo appuntamento dopo il Valtiberina anche per lo sloveno Aljosa Novak su Fabia e una ragazza che sa farsi valere tra i polverosi come Tamara Molinaro, anche lei su Fiesta, al nuovo duello nel Femminile con Michela Lorigiola su Fabia.

Tra le gruppo N con quattro ruote motrici vuole difendere il primo posto Riccardo Rigo, chiamato alla sfida con diversi driver alla guida di Mitsubishi Lancer Evo IX come Stefano Marrini e Flavio Tarantino, oltre a James Bardini con una Subaru Impreza.

DEBUTTO JUNIOR SU TERRA

Sarà il primo appuntamento sterrato per il Campionato Italiano Rally Junior 2020. Molta curiosità per il primo approccio sulle strade bianche dei talenti della Nazionale ACI Team Italia. La classifica che interessa al SIX PACK, dopo la doppia gara su asfalto nel Rally di Roma, vede quattro piloti racchiusi in 1 punto in testa alla classifica tricolore. A quota 23 punti il piacentino Andrea Mazzocchi, unico ad aver già corso al San Marino, con Silvia Gallotti vincitore del round 1 e l’astigiano Emanuele Rosso con Andrea Ferrari, il migliore nel round 2 capitolino. Appaiati a quota 22 l’altro piacentino Giorgio Cogni con Gabriele Zanni e il lucchese Mattia Vita con Max Bosi, che si sono avvicendati in seconda e terza piazza a Roma. Quindi i due giovani dei sei alla guida delle Ford Fiesta R2 curate da Motorsport Italia, tutte Gommate Pirelli: il ventiduenne varesino Riccardo Pederzani, con Edoardo Brovelli ed il diciannovenne di Sondrio Michele Bormolini, con Daniel Pozzi.

In corsa da avversari, ma solamente per la classe R2, altri giovani rallisti promettenti. Già visti all’opera come Roberto Daprà, voglioso di riscatto dopo il capottamento in toscana su Fiesta MK8 e al debutto tricolore come il giovane della famiglia Scandola, Mattia anche lui alla guida di una due ruote motrici dell’ovale blu.

COPPA RALLY DI ZONA

I partecipanti del rally moderno saranno quindi in gara anche per il secondo appuntamento della 5^ Zona, divisione che comprende il territorio di Emilia Romagna – Marche – Repubblica di San Marino per la Coppa Rally di Zona ACI Sport. Dopo il Rally Salsomaggiore ecco quindi una nuova sfida a coefficiente 1,5 per proseguire il percorso di qualificazione verso la Finale Nazionale, che si disputerà nel Trofeo ACI Como nel primo weekend di novembre.

TERZO ROUND STORICO

Dietro alle moderne scenderanno sulle speciali le splendide autostoriche protagoniste del Campionato Italiano Rally Terra Storico, chiamate a San Marino per il terzo round stagionale. Gli scatti saranno soprattutto per il leader della classifica Due Ruote Motrici Mauro Sipsz, che proverà a spingere ancora la sua Lancia Stratos davanti a tutte. Diversi anche qui i rivali di categoria che stavolta avranno il favore delle strade di casa come Bruno Pelliccioni su Ford Escort MKII di III Raggruppamento, Corrado Costa su Opel Corsa del IV Raggruppamento e Giovanni Muccioli anche lui nel “terzo” su BMW 320. Ma la lista dei driver sanmarinesi si allunga guardando al tricolore storico Quattro Ruote Motrici, dove la leadership è per Marco Bianchini sulla Lancia Delta Int., vincitore di categoria al Valtiberina e Stefano Pellegrini su stessa vettura del “quarto”.

Di spessore anche per questa seconda sfida stagionale l’elenco iscritti del Campionato Italiano Cross Country. In testa alla lista compare ancora il leader assoluto Lorenzo Codecà. Il pluricampione dell’off road sarà sempre alla guida del Suzuki Gran Vitara ufficiale di Gruppo T1, a caccia della doppietta stagionale e di rafforzare il primato della casa giapponese nella classifica Costruttori. A dargli battaglia saranno soprattutto i driver partecipanti al Suzuki Challenge, il trofeo monomarca ad opera di Suzuki Italia che porta in gara una folta schiera di Gran Vitara di Gruppo T2 comandata da Alfio Bordonaro. Sotto osservazione anche la prestazione dell’attuale numero 2 dell’assoluta Manuele Mengozzi su Mitsubishi Pajero di Gruppo T1. Da seguire anche la sfida per la categoria Side by Side, con le scattanti Yamaha 1000 YXZ trascinate da Amerigo Ventura che ha già impressionato per velocità nei passaggi all’esordio stagionale.

IL PROGRAMMA IN BREVE

Il Rally San Marino prevede lo stesso programma e itinerario per tutte le validità e competizioni al suo interno. Il percorso complessivo è di 346,08 km, dei quali 65,94 divisi sulle 9 prove speciali previste. Venerdì 28 agosto i preliminari con le ricognizioni seguite dallo shakedown in località Piandavello a Domagnano a partire dalle ore 15.30. La gara si svolgerà tutta sabato 29 agosto, con tre loop sulle tre piesse “Terre di San Marino” (4,74 km), “Monte Rocca” (11,96 km) e “Lunano-Piandimeleto” (5,28km) intervallate da una sola assistenza. Primo crono alle 7.57, arrivo previsto a partire dalle ore in Piazza Bertoldi a Serravalle.

CLASSIFICA CAMPIONATO ITALIANO RALLY TERRA 2020: 1. Andreucci-Andreussi (Citroen C3 R5) 15pt; 2. Campedelli-Canton (Ford Fiesta R5 Mk II) 12pt; 3. Costenaro-Bardini (Skoda Fabia R5) 10pt; 4. Ceccoli-Capolongo (Hyundai I20 NG R5) 8.pt; 5. Gamba-Berutti (Skoda Fabia R5) 6pt; 6. Marchioro-Marchetti (Skoda Fabia R5 Evo) 4pt; 7. Bettega-Cargnelutti (Skoda Fabia R5) 3pt; 8. Novak-Cevc (Skoda Fabia R5) 3pt; 9. Fanari-Nicastri (Skoda Fabia R5) 2pt; 10 Hoelbling-Fiorini (Hyundai I20 NG R5) 1pt;

Classifica CIR JUNIOR 2020: Mazzocchi-Rosso 23 pt; Cogni-Vita 22 pt; Pederzani 12 pt; Bormolini 10 pt

CALENDARIO CIR TERRA 2020: 8-9 agosto| 14° Rally Arezzo Crete Senesi e Valtiberina; 29 agosto | 48° Rally San Marino; 26-27 settembre | 27° Rally Adriatico; 20-22 novembre | 11° Tuscan Rewind coeff. 1,5;

Maxi Car Racing

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

27^ Rally Adriatico-Marche: gara tirata e vittoria per Andreucci-Pinelli

Incertezza sino all’ultimo metro di gara, per la penultima prova del “tricolore” terra, che ha ...